24
Ott 2004
ore 17:38

Di ritorno dal Salone del gusto

< >

Il Salone del gusto è la più importante manifestazione mondiale del settore. E si svolge in Italia.
Slow Food è ormai un'organizzazione internazionale. Nata in Italia.
Molto più piccoli e meno importanti, Gambero Rosso e Città del gusto, sono un'altra impresa unica. E italiana.
Andrebbe ricordato più spesso, e non per vanagloria, che nel food & wine siamo molto più avanti di tutti sia per ricchezza del territorio che per presenza di pubblico. In tempi di crisi la consapevolezza della propria forza è utile.
Torino è stata perfetta e ormai è una manifestazione planetaria.
La premiazione dei tre bicchieri è stata una bella occasione di confronto e di incontro.
L'anno prossimo i tre bicchieri saranno a Roma e cercheremo di avere più attenzione per il vino. Per Slow Food la guida è ormai marginale, e si sente. Al Salone il vino non c'era quasi anzi, sono cominciati a ricomparire negli stand dei produttori di formaggio e salumi dei vini che si vedevano quindici anni fa. Che succede, si va indietro?

commenti 12

"Al Salone il vino non c'era quasi anzi, sono cominciati a ricomparire negli stand dei produttori di formaggio e salumi dei vini che si vedevano quindici anni fa"...CITATO LIBERAMENTE. IO RISPONDEVO A QUELLO CHE era stato SCRITTO. Eviterei fossi in Lei, per buongusto, parolacce e offese. Anche se sono provocate perché
...Il cuore ha delle ragioni, che la ragione non conosce...
La prossima volta se vuole scriverò Salone del Gusto area del Vino, per non confondere le due "importantissime" manifestazioni e in modo da non incorrere in questi rimproveri da manuale del bravo enogastronauta...

25 Ott 2004 | ore 19:03

A PROPOSITO, MA NON SARANNO TROPPI QUESTI SALONI...PERCHE'NON ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE NEI "TINELLI"?

25 Ott 2004 | ore 19:50

Domanda a Bonilli: che cosa significa "... vini che si vedevano quindici anni fa?"
Ammetto senza problemi la mia ignoranza in materia oppure mi sono perso qualche articolo o commento di questa rubrica?
P.S.: consiglierei a chi litiga di mettersi daccordo per andare a farsi una bella mangiata.
Credo che molte decisioni importanti della storia siano state prese a tavola ( a cominciar dall'ultima cena ). Scusate l'intrusione.

26 Ott 2004 | ore 11:10

Degustazione al Salone del Gusto di Torino. Dialogo tra aspiranti sommeliers:

Osteee!!

Portace n'artro litro,
che noi se lo bevemo,
e poi ja risponnemo:
"embe', embe', che c'è?"
E quando er vino, embe',
ciariva ar gozzo, embe',
ar gargarozzo, embe',
ce fa n'ficozzo, embe'.

Pe falla corta, per falla breve,
mio caro oste portace da beve,
da beve, da beve, zan zan.

Ma si per caso la socera more
se famo du spaghetti amatriciana,
se famo un par de litri a mille gradi,
s'ambriacamo e n'ce pensamo più
s'ambriacamo e n'ce pensamo più.

Che ciarifrega, che ciarimporta,
se l'oste ar vino c'ha messo l'acqua:
e noi je dimo, e noi je famo,
"c'hai messo l'acqua, e nun te pagamo!" Ma però,
noi semo quelli, che jarisponnemo n'coro:
"è mejo er vino de li Castelli
che questa zozza società."

È mejo er vino de li Castelli
che questa zozza società,
parapappappa'


Ma forse mi sono sbagliato...l'avrò sentito da un altra parte

26 Ott 2004 | ore 11:50

Mulligan, almeno ti pagano per far da scendiletto?

26 Ott 2004 | ore 17:11

Porca Vacca Mulligan, ecco che fine avevi fatto, sei venuto qua, si che c'è della riluttanza da queste parti e non voglio proprio mancare alle discussioni!!!!!

28 Ott 2004 | ore 02:44

Egregio Signor Mulligan,

mi piace andare a fondo nelle ragioni degli altri anche se qui c'è veramente poco spazio per prendere sul serio le sue affermazioni.

Comunque ci provo e vado a fondo. Entro nel Forum e cerco questi spazi dove secondo Lei "caratteristica della casa è quella di discutere dei problemi".

Di seguito alcune accaldate polemiche:
"Polpette o Sifone?"
Ma no, ecco ho trovato uno spazio di discussione, finalmente: "Polemiche e opinioni". Adesso vado a leggermi qualche interessante e civile polemica dei forumisti. Cominciamo dall'ultima sul mondo del vino "Del residuo zuccherino, negli alsaziani", mmmhm veramente avvicente...Ma ritorniamo al bar, da dove ero partito. Apro "Il Gelato. Il gusto preferito"...toccante e saracastico, non crede?

28 Ott 2004 | ore 17:44

La ringrazio per il "triste e sola". Adesso mi sento come un travestito siciliano invitato da un maniaco gamberesco in un jazz food party nella capitale. Mi scusi ma desista, non si preoccupi per me.
Pensi a Se stesso

28 Ott 2004 | ore 18:40

Stento a capire il senso della partecipazione di Stefano e Pachino a questo blog. Ma chi ve lo fa fare?!
Riesco a concepire critiche e dissensi, ma il livore rovesciato a secchiate a destra e a manca mi pare inutile e faticoso.
Sarà che sono pigra, ma per sprecare tanto tempo e energia dovrei avere fortissime motivazioni ...
Se volete discutere le opinioni di Bonilli, fatelo, ma a proposito, per piacere. Se invece volete litigare e provocare, trasferitevi sul Forum. Il divertimento è garantito!

28 Ott 2004 | ore 20:45

mmmmm Stefano la Carogna, chissà quanto ti rode la mia sola presenza su questo inedito schermo.
Caro ciccino riluttante, se hai voglia di confrontarti e discutere su temi riguardanti l'enogastronomia non ho alcun problema a risponderti, ma se devi stare qui e fare delle inutili pugnette (fatte male tra l'altro) ti consiglio di chiuderti in bagno al riparo da sguardi indiscreti e passare il tuo tempo affilandoti l'uccello lasciando il campo libero a chi ha voglia di dire la sua con molto più giudizio, argomentanto le proprie obiezioni e perplessità ai temi proposti.
Non ti preoccupare sono buono e voglio riservati l'opportunità di partecipare alle discussioni sempre che l'eccessiva masturbazione non ti abbia portato a cecità! Ricordati di non esagerare con le pugnette, poi non vedi più un c@@@o!

Ciao ciao ciccino Riluttante,
Mucca

29 Ott 2004 | ore 03:51

Certo per arrivare a fondo pagine e leggere tutte le stronzate ammetto che ci ho messo tempo( non sono tanto bravo a leggere e nemmeno a scrivere direte). Poi in fondo di cosa si è parlato di pu...., di c....., io penso ci siano in relatà cose buone e cose cattive, buon gusto e cattivo gusto. Dobbiamo riconoscere i meriti di Bonilli anche se alla fine dopo aver dato un grande aiuto all'enogastronomia ha nello stesso tempo velocizzato il collasso. Se un vino entra in guida e triplica di prezzo, bisogna prenotarlo c'è qualcosa che non va. Penso che bisogna prendere tutto ciò che è venuto di buono e iniziare di nuovo. Bonilli è un uomo ha i difetti come tutti noi, non ha autoironia e di conseguenza è permaloso e come tutti noi pensa sempre di stare nel giusto, però se oggi si conosce la differenza tra la mortadella di Campotosto e quella di Bologna è anche merito suo. Oh mi sembro il deus ex machina non mi piace, continuiamo con la polemica che aiuta a crescere. Ciao e buona cena a tutti :).

29 Ott 2004 | ore 17:49
Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed