30
Nov 2004
ore 10:44

Luigi Veronelli

< >

E' morto colui che cinquanta anni fa ha fondato una scuola, un linguaggio e ha rifondato il vino italiano.
Adesso che è il momento delle lodi tutti ne parleranno bene ma in verità Gino Veronelli è stato il papà di tutti negando e negandosi però questo ruolo, specialmente nell'ultimo periodo.
Io sono uno dei tanti che ha iniziato a conoscere e amare il vino leggendo il primo Catalogo Bolaffi dei vini d'Italia.
Poi ho conosciuto Gino di persona, poi ho discusso con lui, litigato, fatto pace e ancora litigato.
Ma lui era sempre il migliore, quello dal quale imparare.
Due anni fa abbiamo fatto una lunga intervista per Gambero Rosso Channel nella sua casa di Bergamo. Due giorni di full immersion, di lavoro e di divagazioni, di mangiare e bere insieme, di puro piacere intellettuale.
Che bel ricordo, tutto mio, di una persona unica, insostituibile, rara.
Questo è il mio piccolo contributo a Gino Veronelli che ci ha lasciato.

commenti 6

Mi unisco, da semplice appassionato, al dolore per la scomparsa del "più grande".
Il ricordo delle sue trasmissioni con Ave Ninchi o, primo cuoco ad apparire in televisione se non sbaglio, assieme al sempre poco ricordato Angelo Paracucchi, accomunati dall'essere precursori nel loro rispettivo campo, non portà mai essere cancellato.
Spero che Lei Direttore possa quantomento far replicare la bellissima intervista che ha citato nel post e che io, avendola registrata, mi andrò senza dubbio a ri vedere in memoria di Luigi Veronelli.

30 Nov 2004 | ore 11:04

Mi associo alla richiesta di replica dell'intervista. Chissà se alla rai, magari su qualche canale satellitare, penseranno di riproporre i programmi condotti dal giovane Gino.

30 Nov 2004 | ore 13:44

ho imparato a conoscere e apprezzre il vino da bambino in una trasmissione televisiva in bianco e nero da lui condotta insieme ad ave ninchi!
da allora l'ho sempre seguito, apprezzato e stimato. sempre di più! meriterebbe una maggiore attenzione la sua scomparsa!

30 Nov 2004 | ore 17:05

Non ho ricordi televisivi di Veronelli, vista la mia età, ma ho conosciuto da poco le sue idee, le più recenti intendo e credo che rappresentino una delle poche vie percorribili per il futuro dell'enogastronomia.
Un pensiero affettuoso per un anarchico in un mondo di leccapiedi.

30 Nov 2004 | ore 18:30

il modo migliore per onorare la memoria di Veronelli è ricordarsi di ciò che faceva ma soprattutto di ciò che diceva.

30 Nov 2004 | ore 20:08

la scomparsa di una persona come Veronelli, anche per chi lo ha conosciuto solo attraverso i suoi scitti, lascia una senso di vuoto che va necessariamente colmato con il ricordo dell'uomo e della sua schiettezza. Grazie.

01 Dic 2004 | ore 23:34
Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed