27
Dic 2005
ore 17:55

Si fa presto a dire PASTA...

< >

La pasta, quale pasta? come si fa a riconoscere la buona pasta?

Un po' di indirizzi non fanno male, senza un ordine di importanza, per esempio la pasta Setaro, per esempio il Pastificio Vicidomini di Castel San Giorgio, provincia di Salerno, oppure la pasta Martelli che ha un pregio (ai miei occhi ) è buona e il titolare è un mio coetaneo, stesso giorno, mese e anno - ogni anno gara per chi fa gli auguri per primo -

Ma poi c'è anche il Pastificio Garofalo che vende nei supermercati a prezzi interessanti un prodotto di qualità. E il grande Gerardo di Nola, di Castellammare di Stabia, difficilmente rintracciabile e da non confondere con Gerardo di Nola Spa, misteri Campani :))

 E la Pasta Rummo? A lenta lavorazione, dice la pubblicità, e gli altri? La fanno veloce?

Già, ognuno ti parla delle sue trafile in bronzo, della lenta essicazione a bassa temperatura ecc... poi tu mangi la De Cecco senza che nessuno ti dica la marca e la trovi buona...E allora? 

E l'elenco potrebbe continuare e forse molti di voi hanno nomi e indirizzi meno scontati, meno noti e più buoni...

E allora sentiamo, dite voi... 

commenti 19

Sicuramente aggiungerei la Cavalier Cocco, gli spaghetti a matassa mi piacciono proprio assai.

ciao
miogo

27 Dic 2005 | ore 22:46

Consiglio la lettura dell'Italia della Pasta edito da Touring Club Italia € 18,00
Il responsabile dell'opera è una certa Ornella Pavone che si è occupata: Storia della Pasta dall'antica grecia al mondo romano, su su fino ad oggi. Dai moderni pastifici alle piccole realtà.
La pasta tipica regione per regione, oltre 6500 indirizzi di produttori, negozi e ristoranti per finire con l'indice dei formati.
Tempo fa anche il gambero rosso si è occupato dell'argomento PASTA dedicando per ben due volte reportage e copertina a questo "controverso alimento", ora sono molto occupato con il mio nuovo allevamento di criceti e non ho tempo di sfogliare i vecchi numeri del GR ma indico un concorso alla peperosso.
I primi due ciccini che indovineranno l'anno ed il mese di pubblicazione dei due report avranno gratis due piatti di pasta alla città del gusto.
Tanto paga Bonilli.
Mucca

28 Dic 2005 | ore 00:03

due righe solo per confermarvi la qualità della Garofalo
una garanzia per fare una ricetta come la "cacio e pepe" romana: l'acqua di cottura della pasta conferisce una cremosità speciale a questo piatto
Se da una parte non vedo l'ora di trovare tutti i tipi di pasta anche qui dalle mie parte (sigh, dei bucatini e degli spaghetti alla chitarra nemmeno l'ombra), speriamo che la diffusione su larga scala non ne vada a intaccare la bontà del prodotto
Ciao

28 Dic 2005 | ore 12:06

Io uso, con estrema soddisfazione, la pasta dell'azienda Mancini, che credo usi esclusivamente grano di propria produzione, che si trova a Monte S. Pietrangeli (AP).
Per me, ad oggi, anche se non conosco (quindi non ho avuto modo di provare, perlomeno scientemente, parecchie di quelle finora citate, è qualcosa che fa la differenza nel piatto.

28 Dic 2005 | ore 13:07

Io della Garofalo trovo ottimi solo gli spaghetti, meno le altre varietà. E della tanto decantata Latini, direttore, che ci dici? I Senatore Cappelli, per esempio, sono davvero mitici come dicono?

28 Dic 2005 | ore 17:03

mi vengono in mente :
Latini
Mancini
Setaro
Verrigni
paste che ho acqistato e trovato in diversi ristoranti.
Buon 2006

28 Dic 2005 | ore 18:23

per il mangiare di tutti i giorni in casa
usiamo normalmente la De Cecco .. ed è buona ...

28 Dic 2005 | ore 18:48

due domande o tre :
la pasta antonio amato è buona?
la pasta di riso scotti cos'è??
è possibile secondo voi che per fare ingrassare george clooney di 15 kg per un film,gli abbiano fatto mangiare per un mese a pranzo e a cena un piatto di pasta??

28 Dic 2005 | ore 19:28

Io a casa mangio pasta di molte marche...alcune le compro nei negozi di roba biologica - ma di marche non me ne ricordo. Però, al supermercato a volte prendo anche "paste" qualunque...dalla DeCecco alla Coop, passando per Antonio Amato, Barilla e altre che ogni tanto sperimento.
In realtà non noto differenze abissali. L'unica che ricordo veramente schifida era l'altro giorno da mia zia che l'ha comprata in un discount; in più la cuoce sempre tipo colla. Terribile.
Quella fresca...bè, sono giusto in fase di intensa sperimentazione casalinga (ma i risultati non sempre mi soddisfano!).

La pasta di riso Scotti immagino che sia come la solita pasta di riso, ma più spessa. Odio la pubblicità della Scotti, e mi dà anche l'impressione di essere di qualità pessima, quindi non la compro mai.

Secondo me George Clooney è stato bombardato di messaggi subliminali basati sulla classica tradizione statunitense "old style" anti-mediterranea: "se mangi spaghetti ingrassiiiii, più mangi spaghetti più ingrassiiii, i carboidrati ti fanno prendere pesoooo"... :)

28 Dic 2005 | ore 21:58

Tra le paste industriali, ultimamente preferivo la garofalo. Ma da qualche tempo mi sembra di aver notato un peggioramento, una vaga sensazione collosa. E allora ho fatto una comparazione con la solita de cecco: se da cruda la garofalo sembra di gran lunga migliore, al momento dell'assaggio la de cecco mi convince di più.

Tra le artigianali, mi trovo bene con la fabbri (specie gli spaghettoni) e le selezioni monograno di Valentino Felicetti. Tra i nomi più noti, continuo a preferire la Gerardo Di Nola e - nonostante le tante critiche recenti - la latini (specialmente la senatore cappelli e la taganrog)

29 Dic 2005 | ore 09:52

...ma la Gerardo di Nola spa, quello "sbagliato", produce sempre pasta o fa tutt'altro? E dov'é? (tanto per distinguerli...)

30 Dic 2005 | ore 11:15

Ottima la Setaro, da quando l'ho scoperta è diventato difficile mangiare altre paste.
Comunque continuo ad apprezzare anche la Latini, soprattutto la pasta al farro, superiore alle altre che ho provato nella stessa tipologia.
Mi piace anche la pasta Baldoni, prodotta in un piccolo pastificio di Grottammare (AP).
Altre paste per me più che buone sono la Cocco e la Verrigni.
Quando finisco le scorte ... Garofalo o De Cecco.

Buon 2006!

30 Dic 2005 | ore 12:02

ops l'anonymous di due interventi fa ero io...

30 Dic 2005 | ore 12:16

MARTELLI for evere

03 Gen 2006 | ore 10:14

Ho letto meraviglie della pasta Setaro di Torre Annunziata. Dove posso comprarla a Milano?

01 Set 2006 | ore 17:22

Gerardo di Nola è rintracciabile :)
www.gerardodinola.it

Tra l'altro, non dimenticherei la Cooperativa pastai Gragnanesi, molto piu artigianale della Garofalo, che si è "lanciata" nella produzione "industriale".

13 Ago 2007 | ore 23:28

quelle citate sono secondo me tutte buone!
Garofalo sarà anche industriale ma gli spaghetti sono buonissimi ed è vero che l'acqua della loro cottura rende cremosi anche gli spaghetti alle vongole!

08 Apr 2008 | ore 16:40

E che dire dello spaghettino di Verrigni??
D'estate è il massimo.
Secondo il mio parere e vendendo sia Mancini che Felicetti, posso dirvi che il Grano Duro delle "Selezioni Monograno" di Valentino Felicetti, ritengo che sia un prodotto di altissimo livello e superiore molto spesso a tanti produttori più blasonati e pubblicizzati!
La tenuta a cottura è eccezionale, la consistenza perfetta e la digeribilità è superiore a tutte le altre.

30 Giu 2008 | ore 15:46

Anche la nostra preferita è martelli, e Dino è davvero simpatico!! Se vi interessa vedere come viene prodotta date un'occhiata qui http://whitedarkmilkchocolate.blogspot.com/2010/11/visita-al-pastificio-martelli.html

03 Nov 2010 | ore 09:07

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed