31
Mag 2006
ore 17:58

Roma? La pasta...

< >

pasta1.jpg

Si discuteva di copertine delle guide: per quella di Roma cosa metteresti? Un piatto di pasta. E per Milano? La cotoletta con l'osso. Beh, allora Bologna è un bel tortellino in primo piano...

Già, quale piatto o ingrediente o simbolo usereste per Roma o Milano? E per le altre città? 

commenti 16

Roma=supplì

31 Mag 2006 | ore 18:43

Un bel carciofo alla giudia

Il supplì non saprei, non lo avevo mai visto come un piatto tipicamente romano, si fanno grandi supplì in tutto il centrosud

Per Firenze una pappa al pomodoro? O la classica fiorentina

Per Napoli mi sembra inevitabile la pizza

Per Genova le trofie al pesto

31 Mag 2006 | ore 20:26

Salerno: Mozzarella

31 Mag 2006 | ore 22:23

Tutto giallo: roma=carbonara, milano=risotto alla milanese

31 Mag 2006 | ore 23:12

Roma? un trionfo colorato di tocchetti di pajata e sugo rosso in cima al cocuzzolo di un piatto di rigatoni.

Napoli e la Campania: il bianco della mozzarella che fila, il rosso del pomodoro, il verde del basilico. L'Italia, alla faccia dei separatisti leghisti.

La Sicilia: tutti i colori del mediterraneo, vivi vivi, dentro a un piatto di caponatina.

01 Giu 2006 | ore 10:17

io metterei dentro al piatto un simbolo della città... non necessariamente da mangiare ;)

01 Giu 2006 | ore 10:36

So che potrebbe sembrare sconveniente nei confronti dei molti ristoratori segnalati in guida, ma perché - al posto dei molti e già visti piatti forti regionali - non mettere in copertina delle facce?
Tanto per cominciare quelle degli chef notoriamente riconosciuti come "portatori sani della tradizione culinaria locale", oppure quelle di personaggi sconociuti che pure, abilmente immortalati da fotografi, diventano "caratteri" della romanità, della napoletanità a tavola e, infine, quelle delle icone (cinema, spettacolo, musica) che avevano/hanno il pallino della buona tavola (e non sono poche...) sorprese ai tavoli dei ristoranti delle loro amatissime città... che bello sarebbe comprare la guida dedicata alla Campania col timido sorriso di Troisi intento a gustare un prezioso sartù di riso in copertina... siamo o non siamo quel che mangiamo?

01 Giu 2006 | ore 11:06

Sono d'accordo con Mariuzza; il suo suggerimento è comunque quello più innovativo e in grado di sollecitare le persone a prendere il mano il libro (per poi comprarlo ovviamente).

01 Giu 2006 | ore 11:32

abbacchio con patate

01 Giu 2006 | ore 12:07

Roma: carciofi sia alla giudia che alla "romana"... appunto

Milano: aperitivo e stuzzichini

Bologna: torri, tagliatelle e tortellini

Genova: linguine al pesto

Torino: gianduiotto

Firenze: fiorentina

Napoli: pasta e pizza

Palermo: cassata e cannoli

Bari: frutti di mare e panzerotti fritti

Venezia: fegato e cipolle

Bolzano: canederli

Trento: le mele

:o)

01 Giu 2006 | ore 12:16

cazzarola Staximo, mettiamo una corona di rucola sulla madonnina e facciamo prima
ti assicuro che esiste anche una milano più concreta e meno happy hour, lo so che è ormai difficile pensarlo, vista certa pubblicistica sulla città in cui vivo tappanodmi il naso, ma un paio di persone che resistono ci sono
:-)) oloap

01 Giu 2006 | ore 15:06

Dove è finito il mio commento? bho... cmq dicevo: l'aperitivo per Milano mi è sembrato più fotogenico della cotoletta... o della cassòla (non so lo spelling) :o)

07 Giu 2006 | ore 12:08

Io metterei una bella bandiera nerazzurra!
Che ne dice direttore?

09 Giu 2006 | ore 17:50

Per l'Abruzzo?? Sicuramente un bel cartoccio di arrosticini con un boccione di montepulciano al lato ed un bel focolare acceso sullo sfondo!!

10 Giu 2006 | ore 16:56

copertina Roma: fiamma alta giallo e rossa, padella dove si stanno facendo saltare: colosseo, carciofi e forma di pecorino e coriandoli di trippa.
Per la Sicilia, un carretto siciliano, con al posto delle ruote due cassate una al forno e una tradizionale.

12 Giu 2006 | ore 20:22

Roma: in teoria il quinto quarto... non so se sia fotogenico. Come minimo la coda, però...
Milano: ossobuco e riso. Credo che sia il piatto più vicino alla realtà. Cotoletta e riso non mi incuriosirebbero troppo. E po Milano è molto happy hour e poca sostanza gastronomica. (opinioni, per carità).
Bologna mi aggrego
Foggia: troccoli, non c'è discussione
Abruzzo, dipende dalle città e se si sceglie mare o montagna. Brodetto per Vasto, poi ci sono i quadrucci in brodo e la pasta e fagioli.
Catania potrebbe identificarsi col riso al nero o, meglio ancora, con la granita. Messina stocco, senza discussione.
Trapani bottarga e tonno.
Palermo cannolo, ma anche anelletti al forno. Anche se tra Palermo e Catania c'è una serie di specialità di tavola calda che farebbe sognare chiunque, a parte la miriade di piatti ottimi e una pasticceria e gelateria da sogno. Non dimentichiamo anche gli involtini sia di carne che di pesce.
Napoli, sartù o spaghetti al pomodoro sciuè sciuè. Non so perchè ma lì hanno un altro sapore.
Bari, tiella o strascinati alle cime di rape.
Insomma, più che piatti che rappresentano le città e basta per una sorta di sagra del pregiudizio, io opterei per piatti che da soli dicano: vieni qui e mangerai questo piatto che qui ha un sapore unico. Insomma qualcosa che ci faccia capire cosa sia davvero la globalizzazione. Che non potrà mai far appiattire davvero i gusti, ma solo farci avvicinare.
ciao da mc

18 Ago 2006 | ore 19:05

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed