17
Lug 2006
ore 17:06

Non di solo taxi muore il turista

< >

I discorsi sul turismo, le cifre dell'incremento, tutte le menate possibili che anch'io ho scritto e poi uno si scontra con la realtà nella forma del treno 9301, il tanto reclamizzato TBiz, treno superveloce Milano-Roma con sola fermata a Bologna. Nel mio caso Bologna 9,38, arrivo a Roma 12,02, non 12,03 o 12,04 e per tanta velocità e precisione si pagano 68,50 euri.

Il treno è arrivato alle 13  e per avere notizie del guasto sono dovuto andare nella vettura 3 da dove ci aveva salutato il capotreno con una comunicazione dagli altoparlanti, capotreno però silente circa il nostro ritardo e l'ora di arrivo.

A Termini non c'erano taxi e quasi nessun autobus perchè il centro era bloccato. Centinaia di stranieri si aggiravano disperati e nessuno badava a loro anche perchè l'inglese a Termini lo parlano solo gli abusivi.

Sono andato a piedi, abito in centro e ho fatto "solo" 30 minuti a piedi con valigia e sotto il sole ma a Roma senza taxi e autobus non ci si muove, Roma è grande otto volte Milano.

Post Scriptum 1: Se si fa una legge non si rimane ostaggio di una banda come quella dei taxisti, altrimenti si fa la figura degli impotenti e questa è la figura che fanno Bersani & C.

Post Scriptum 2: Pensate che nessuno di quelli che siedono al tavolo del governo o fanno i sindaci-mediatori va mai in bus e sa cosa vuol dire muoversi nel traffico. Conta qualcosa?

commenti 29

si prende bersani e c c e lo si colloca al centro di roma rigorosamente a piedi con 30 e passa gradi senza portaborse.....vedrai che qualcosa succede(un collasso magari a questa banda di d...................)
adriano
ps l'ultima volta tornato da roma faccio brescia gavardo con tassista 55 chilometri andata e ritorno 60 euro la tariffa.....

17 Lug 2006 | ore 19:27

L'avevo detto io "speriamo che il Governo non faccia marcia indietro".
Questo paese non cambierà mai chiunque governi.

Ad Majora

Giovanni Gagliardi

18 Lug 2006 | ore 10:42

Si fa una legge che tocca interessi corporativi solo se si è sicuri di farla passare. Bersani ha dovuto piegarsi alla piazza e questo sarà un segnale su come comportarsi per le altre corporazioni. I taxi, comunque, a Roma ma non solo, sono un servizio scadente e senza certezze per l'utente.
Ma torniamo al turismo e alle difficoltà di chi viaggia in Italia: Ferrovie e Alitalia sono sempre più disastrose e offrono servizi mediocri, spesse volte indegni. Chi ha mangiato in treno, linea Milano-Napoli degli ES, saprà che stiamo parlando di servizi che messi sotto sforzo diventano da terzo mondo. Il vagone ristorante di ogni treno viene dato in appalto e i viaggiatori ricevono molto spesso un servizio indecoroso e di qualità pessima. Al bar il poveretto o la poveretta dietro il banco servono un panino, contano i soldi, danno il resto, fanno il caffè (quando non si rompe la macchina) in un ambiente spesso sporco e che ricorda più un treno indiano che europeo. E siamo sugli Eurostar, immaginate gli altri treni.

18 Lug 2006 | ore 11:04

e gli abusivi che stanno a fiumicino? li ho visti io mille e mille volte...lavorano in gruppetti, uno si mette all'uscita dei voli internazionali e guarda chi esce, cercando i più ingenui, cercando i turisti che sembrano i più sprovveduti, ascolta i loro discorsi e poi fa cenno all'amico di adescarli...

terribili.

comunque di aneddotti sui tassisti veri ne ho e come.

uno di loro, alcuni anni fa, non mi fece salire sulla macchina perchè ero in stato di gravidanza e avevo una pancia visibile che minacciava nascite durante il percorso...secondo lui e centinaia di loro, quando torno dai viaggi di lavoro, si rifiutano di accompagnarmi a casa perchè abito in una zona dove è difficile poi trovare altri clienti perchè un pò fuori mano...

terribili tutti.

18 Lug 2006 | ore 11:12

Lo so, sono monotono. Cito sempre la Spagna. Viene spontaneo, però, essendo un paese tanto simile a noi e che su molte cose anni fa ci guardava dal basso verso l'alto.
A proposito di taxi: a Roma ce ne sono circa 6000, a Barcellona (che è la metà di Roma) 11700, a Madrid quasi 17000. Gli scioperi ci furono ma la soluzione fu diversa. E oggi trovare e usare un taxi laggiù non è un'impresa

18 Lug 2006 | ore 12:35

La vicenda dei taxisti lascia un senso di impotenza e la sensazione che questo paese stia ormai affondando irrimediabilmente nella melma dei propri privilegi.
Qualunque sia il governo, qui prevale solo chi fa la voce grossa.
E tutti si sentono ormai in dovere di bloccare città, strade, binari ferroviari, picchiare giornalisti e uomini politici senza che nessuno dica nulla.
Si tratta dell'ennesima occasione persa. :-(
Luca

18 Lug 2006 | ore 13:15

Il meglio è sempre altrove.
Lucida analisi o invidia?

18 Lug 2006 | ore 14:28

Mah,...penso proprio che sia facile pensare ai propri disagi....,non sono un tassista ma penso che quando una categoria intera si "solleva" sia meglio fare un passo indietro e ragionarci sopra.....ovvero,
sarebbe stato molto meglio iniziare aprendo un tavolo PRIMA e NON DOPO (della serie se la và la và.....) e ragionare in termini di mercato (ovvero liberalizzazione SIA delle LICENZE CHE delle TARIFFE nessuna tutela degli interessi ove siano solo corporativi, ecc.), senza dimenticare che non mi risultano "nababbi" tassisti e che forse la "sommossa" era motivata anche dalla volontà di mantenere un reddito "di sussistenza".
Dette queste poche cose,
tuttavia, rimango sbalordito da queste parole:
"Post Scriptum 1: Se si fa una legge non si rimane ostaggio di una banda come quella dei taxisti, altrimenti si fa la figura degli impotenti e questa è la figura che fanno Bersani & C."
MA dico...SCHERZIAMO?????
I tassisti non sono una "BANDA", sono gente che lavora, che si guadagna il pane onestamente o meno come lo è per tutte le categorie professionali e che come altri HA DIRITTO Di SCIOPERARE (Oppure NO????),
e che cosa centra la "figura degli impotenti" cosa deve fare il Governo giocare al Più forte?
dov'è l'interesse dei cittadini da tutelare (i tassisti sono di serie B?), dov'è la necessità di CONCERTARE con le parti coinvolte ogni nuova misura economica?
Cosa doveva fare Bersani imporre con la forza una legge sciagurata?
penso che sia necessario riflettere prima di prendere una posizione.
saluti

18 Lug 2006 | ore 15:52

Io non scherzo proprio e penso che i servizi pubblici - i taxi sono servizio pubblico - non possano scioperare quando vogliono. Ancora meno penso che possano bloccare il centro di Roma o viale Forlanini a Milano. Stiamo parlando di alcune decine di migliaia di lavoratori-padroncini che hanno tenuto in ostaggio milioni di italiani e stranieri. I taxi in Italia non funzionano e si deve partire da questo punto. I taxi a Barcellona funzionano e il pubblico è servito bene, non capisco perchè in Italia dobbiamo sottostare al ricatto di una categoria che difende i suoi piccoli privilegi quando si hanno esempi che dimostrano che si può avere un servizio migliore senza uccidere una categoria. I tassisti non sono una banda, sono una lobby, il che è peggio e l'interesse generale dovrebbe sempre pesare più degli interessi di bottega di questi stranilavoratori che devono poter vendersi la licenza a 150.000 euro perchè loro non hanno la pensione. E intanto noi non abbiamo un servizio che raqggiunga i limiti della decenza. A proposiro, per vedere la banda in azione basta andare a Fiumicino dalle 19 alle 23, un gruppo di delinquenti e gli altri che tacciono perchè hanno paura. Il cliente in tutto questo non è mai considerato.

18 Lug 2006 | ore 17:15

Perchè il governo e la polizia non si comportano con tassisti e tifosi della fiorentina come ha fatto il precedente esecutivo con i manifestanti di Milano che sono ancora dentro senza nemmeno sapere di cosa sono accusati?
Io prenderei tre tassisti a caso di quelli che hanno manifestato illegalmente, e li accuserei di tutto quello per cui potrebbero essere processati. Si farebbero un tre mesi dentro e smetterebbero di rompere le balle.
Punirne 1 per educarne 100

18 Lug 2006 | ore 17:20

Io non voglio gente in galera, non voglio vietare lo sciopero e non voglio affamare i tassisti.
Voglio solo che mi si spieghi perchè non possiamo fare come a Barcellona, non dico New York, dico Barcellona.
Perchè deve essere cosa normale essere alla mercè dei tassisti quando si arriva alla stazione Termini e loro cambiano il turno, perchè alla sera dopo cena è impossibile trovare un'auto, perchè i taxi non ci sono mai quando ne hai bisogno.
Semplice, perchè ci sono pochi taxi in circolazione.
Tutto il resto è demagogia.

18 Lug 2006 | ore 17:37

la morale è una sola:
siamo un paese da operetta
e a incazzarsi per i disservizi si perde ormai solo tempo ed energie
a volte ''invidio'' quelli che in america cioccano con la zucca, imbracciano un bazuka e fanno un very kasino

18 Lug 2006 | ore 18:41

Bene, Sig. Direttore,
da tutto ciò arguisco:
1)ha poco rispetto per certe categorie professionali;
2)pensa che il governo, dato che è sceso "a patti",
abbia fatto gli interessi di una lobby...
Sarà...ma non mi piace...

18 Lug 2006 | ore 19:18

cazzarola: ha forse fatto i miei interessi calando le braghe con i taxisti?

18 Lug 2006 | ore 20:10

I taxisti non si sono comportati come una categoria professionale, ma come una lobby della peggior specie. E il peggio è che tutto è stato fatto alla luce del sole, in maniera illegale, senza che nessuno muovesse un dito. Ma come è possibile permettere questi scioperi selvaggi? E com'è che quando scioperavano gli autisti dei mezzi pubblici (per un contratto scaduto da due anni) venivano precettati? Perchè i tassisti no? Perchè è stato permesso loro di picchiare giornalisti, minacciare gli autisti che non scioperavano, assaltare i conducenti di auto a noleggio, bloccare le vie della città di Roma?
Perché bisogna sottostare ai loro ricatti? (vedi l'esplicativo articolo di Bolzoni su Repubblica di ieri).
Qui si tratta di poche persone che difendono i propri privilegi a danno della collettività. E male ha fatto il governo ad accogliere delle richieste sostenute in modo così violento.
Farmacisti, notai e avvocati escono alla grande dal confronto con i taxisti.

19 Lug 2006 | ore 09:48

Che consolazione leggere i giornali oggi: Prodi scontento dell'accordo taxi, la Bresso che chiede "e adesso come difendo la Tav?" e la sostanza di tutto è che il provvedimento era stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico e che 50.000 padroncini hanno bloccato le citta per 15 giorni e hanno vinto. Che messaggio è? Che chi grida e blocca strade, autostrade, ferrovie e centri città la vince.
Io non ho alcun rispetto per i tassisti e per quello che hanno fatto e che continuano a fare. Caro papilio, si faccia un giro in taxi a Roma e farà meno demagogia.

19 Lug 2006 | ore 12:44

Sulla questione taxi sottoscrivo l'ultimo intervento di pumpkin.

Ma visto che si parla anche di treni, colgo l'occasione per dire la mia. Dice Bonilli, dopo aver raccontato di un suo viaggio: "E siamo sugli Eurostar, immaginate gli altri treni." Ecco, io gli altri treni non li immagino. Ci viaggio. Ad esempio viaggio spesso sulla tratta roma-crotone. 600 km in 10 ore. Solo seconda classe. Non c'è la prima, non ci sono cuccette, non c'è bar, non c'è neanche il controllore. Finestrini spesso bloccati, così d'estate muori di caldo. E se per caso trovi quelli che si aprono, entra la puzza del locomotore diesel. Già, perchè la linea jonica, oltre a essere su un solo binario non è nemmeno elettrificata. Prodi, in campagna elettorale, a crotone ha avuto modo di dire che non serve potenziare la ferrovia con tutto il mare che c'è a disposizione. Romano, hai presente come è fatto lo ionio?

20 Lug 2006 | ore 10:55

Salve:sono stanco di ripetere sempre le stesse cose, ma se vi interessa potete andare a vedere le risposte che ho dato in altri 2 blog.
http://www.ivanscalfarotto.info/b2evolution/blogs/index.php?blog=2&title=taxi&more=1&c=1&tb=1&pb=1

http://idraulicopolacco.blogosfere.it/2006/03/taxi.html#comment-19275513

Poi fate come vi pare. Se non riuscite a capire non é colpa mia. A proposito di Barcellona. Il Comune della citta sta chiedendo ai tassisti di restituire le licenze taxi perche, si sono accorti di averne effettivamente rilasciate in eccesso. Il comune di barcellona sta dando soldi ai tassisti che vogliono restituire la licenza. Qui a Roma, signori, se non lo sapete c' é una legge, come daltronde il tutto il mondo, che stabilisce il numero dei taxi in base alla popolazione, ed in base a questa roma é in eccesso di circa 1000 vetture. Vi pongo 2 quesiti: se il tassista fosse veramente ricco come tanti dicono, perche il mese di agosto siamo a lavorare? Perche se il servizio fosse cosi remunerativo come voi dite, il comune di Roma non lo prende in appalto? Io cambierei il mio lavoro con un posto ministeriale molto volentieri. Tassista, 313 giorni lavoro annui, ferie non retribuite, malattia non retribuita, tfr mancante, festivita a turnazione, tredicesima e quattordicesima inesistenti, pensione 516 euro mensili, investimento x attivita, rischi, mancati incassi, (c'é anche chi non paga e chi ti spara addosso, non lo sapete?), malattie professionali non riconosciute e mi fermo. Volete che elnchi i vantaggi dei dipendenti? la realta é che stiamo facendo una guerra fra poveri. Sapete che i nostri cari parlamentari si sono ulteriormente aumentati lo stipendio di 1135 euro mensili? Sapete qual' é il loro stipendio base attuale? Ve lo dico io: 9,980.00 euro e il suo portabose ne prende 4,030.00
In piu hanno: rimborso spese affitto 2,900.00 euro e l' indennita di carica che varia dai 335 euro a 6455euro.
Piu tutti i benefit, treno, autobus, cellulare, assicurazione infortuni, decesso, auto blu con autista, ambasciate, aerei di stato, cliniche, palestre, piscine, francobolli, circolazione su autosctrade, tessera cinema, teatro, metropolitana e bus e udite udite, ristorante gratis.In piu vanno in pensione dopo 35 mesi in parlamento. Hanno i rimborsi, nonostante la legge lo vieti di 103,000.00 euro. e mi fermo. Il problema non sono i taxi, ma i politici. La liberalizzazione dei taxi é solo una mossa di confindustria. Una volta ottenuta questa ai cittadini, come successo gia con benzina e assicurazioni, per prendere un taxi costera molto di piu. Andate a vedere in Svezia e Olanda dove il servizio é liberalizzato. New york che ha 12.000.000 di abitanti conta 12.747 taxi (basta vedere nel sito della grande mela), e attualmente le tariffe sono piu alte del taxi romano. Un saluto a tutti e meditate gente. P.S. X la signora incinta che i colleghi hanno rifiutato di caricare: gentile io mi scuso con Lei se é successo quello che dice, ma non penso proprio siano centinaia i colleghi che hanno rifiutato la sua corsa. Eliminate queste persone, prendendo il numero di concessione e facendo rapporto alla 14 ripartizione. Facendo questo fate un favore a voi e 100 a noi tassisti onesti. Vi ringrazio e mi scuso se vi ho rotto le scatole. massimo

01 Ago 2006 | ore 16:02

Forse sarà per tutti questi motivi che molti, moltissimi tassisti romani sono scortesi, forse sarà per questo che a Fiumicino alcune decine di tassisti-delinquenti operano senza che il resto della categoria li isoli. Forse sarà per questo se a Roma il taxi arriva col tassametro già carico oltre i tre minuti mentre la centrale ti aveva detto tre minuti. Forse se foste una categoria decente non avreste tutta l'antipatia che il pubblico vi dedica e soprattutto vi dedicherà perchè nulla cambia e voi siete tracotanti.

01 Ago 2006 | ore 16:13

Caro Bonilli, fare il botta e risposta mi da enormemente fastidio ma purtroppo non mi lascia scelta. Vorrei proprio sapere quante volte Lei prende il taxi in un anno? Credo molto poche poiche tutti i clienti abituali romani e non romani parlano molto bene di un servizio che costa veramente 2 soldi. Gradirei sapere che lavoro fa Lei ma credo di saperlo gia: il giornalista. Anzi leggo da internet,(fantastico strumento di comunicazione, con un click si trovano le tariffe taxi di tutto il mondo. Le cerchi, e vada a vedere che forse la scortesia di tanti colleghi é dovuta proprio al fatto che la nostra tariffa é una miseria.), addirittura direttore del Gambero Rosso! Complimenti!!!!! Quanto guadagna??? Beh, se un giornalista riceve in media uno stipendio di 2200 euro se tanto mi da tant, presumo che Lei, qualche euro in piu che entri nelle sue tasche ci sia. A proposito, provi Lei ad isolare i tassisti dell 'aeroporto di Fiumicino. Se non sbaglio dovrebbero esserci delle forze di polizia ad operare proprio x questo. Eppure i tassisti disonesti sono sempre la. Mah!!!!! Che strano. Caro Bonilli é facile dire forse è x questo, forse è x questo.... Le rammento che forse è anche perche in tutte le altre categorie , compresa la sua, esistono pecore nere, quindi x cortesia non diamo sempre la colpa ai tassisti. Soluzione x roma: creiamo piu percorsi protetti, in questa maniera si aumenta la velocita commerciale, che di conseguenza porterebbe ad un raddoppio dei taxi e in alcuni casi li triplicherebbe, diminuendo il costo tassametrico poiche si eliminano i tempi morti. Semplice vero. Ma questo il comune non lo fara mai, è piu semplice mettere piu taxi che dire alla gente non prendete l' auto. Io ne avrei ancora un'altra di soluzione. Qusta è al "metanolo", caro Bonilli. Uniformiamoci con le tariffe tassametriche. la mia è del 96, applicata nel 2002 con la variazione lira-euro, quindi vecchia di 10 anni. Portiamola come quella di Berlino ad 1,50.00 euro a km. Mettiamo il supplemento x la 4 e 5 persona. Supplemento anche come a Londra del 10% se il cliente paga con carta di credito, (sa ora sono io che pago il 4% di ritenuta e non il cliente), facciamo pagare l' aria condizionata. Con il prezzo che sale ci sara meno richiesta e io guadagno in qualita del lavoro. Daltronde mi spiace ma io a mangiare nei ristoranti da 100 o 150 o 200 euro a persona non vado perche non posso permettermelo, ecco xche esistono le pizzerie.
Il taxi lo deve prendere chi puo e quando serve, daltronde a Roma ci sono autobus molto efficienti ad 1 euro a persona. La saluto Direttore Bonilli e se prorpio vuole parlare male di una categoria, La invito a stare 15 giorni in macchina con me, a 40 gradi sotto il sole. massimo

01 Ago 2006 | ore 17:50

Io viaggio molto e uso molto il taxi, in Italia e all'estero. Vuole che le parli di Londra? Di Barcellona?, di New York, di Tokyo? Sono di Bologna e a Bologna i tassisti sono gentili, se il tassametro segna 6,80 danno 20 di resto, quando arrivano a destinazione bloccano il tassametro ecc... nulla da dire, bravi.
Quando rientro a Roma trovo un branco di persone davanti alle loro auto e poichè arrivo verso ora pranzo spesso scatta il cambio turno e quindi io mi devo sentir chiedere "dove va?" e poi vedere il tassista che grida "chi va a...?" e intanto aspetto i comodi dei poveri tassisti. Poi sali e all'arrivo mai, dico mai ma proprio mai (e io prendo molto spesso il taxi), mai viene arrestato il tassametro.
Perchè? A cosa serve lo strumento?
A volte arrivo a Fiumicino e vedo cosa accade ai turisti e vedo anche i litigi tra tassisti e subisco il disservizio da cliente. Lei che dà tante belle cifre perchè non parla del valore delle licenze? 150.000 euro sono una bella cifra?
I taxi a Roma sono un servizio da terzo mondo, compresa la qualità di molte auto, senza aria condizionata, carrozzerie in pezzi, autista vecchio e dalla guida insicura oppure giovane e che non conosce le strade.
Se uno vuole fare il difensore abbia il buon gusto di guardare cosa difende e cosa avete fatto quando avete scioperato.

Ps
Lei sa chi è Giavazzi? E sa cosa hanno fatto alcuni suoi bravi colleghi milanesi?

ps 2
i blog sono fatti per dialogare.

01 Ago 2006 | ore 18:29

Salve signor Bonilli, sono felice x Lei che ha la possibilita di usare molto spesso il taxi. Segno evidente o di benessere o di ricevute poi eventualmente rimborsate. Vuole parlare dei tassisti di Londra, di Barcellona, di New york? O perche no, di quelli di Bologna? Mi dica sono migliori di quelli romani? Non escludo che in mezzo alla mia categoria, parlando di Roma, ci siano delle pecore nere che si comportano come lei dice. Pero dopo 20 anni di questo mestiere posso tranquillamente dirle che ci sono clienti che sbattono le portiere dell' auto addosso ad altre auto. Clienti che ti "buttano" la 24 all' interno dell'auto strappando le foderine. Clienti che si fanno lo sconto da soli. Clienti che quando arrivi e metti il tassametro in cassa ti dicono che poi devi continuare. Posso continuare se vuole, ma mi interrompo qua. Vede, Lei il tassista scorretto puo ravvederlo, prendendo numero di licenza e denunciando il tutto alla 14 ripartizione, ma io come faccio a riprendere i soldi della Sig.ra che 8 anni fa portai a grosseto non pagandomi? Denuncia ai Carabinieri, ma a tuttoggi nisba. Se vuole posso elencarle altre persone che non mi hanno pagato, o posso dirle che c' è anche chi chiama 3 radiotaxi per poi prendere la prima macchina che arriva. E gli altri 2 taxi? Vede signor Bonilli, di "paraculi", scusi il termine, ce ne sono in tutte le categorie. Mi parla dei taxi delle altre citta? Bene, i miei zii sono da 30 anni a new york. Hanno attivita che li portano ad utilizzare il taxi. Se vuole e se la ritrovo io ho una cassetta registrata in cui in piena manhattan un signore è rimasto 20 minuti con il braccio alzato x un taxi. Tutto questo a settembre e in piena giornata di sole. Se poi piove, non ne parliamo affatto. Sa perche a new york hanno imposto la tariffa fissa x gli aeroporti? Beh, forse, vede torniamo ai "forse", perche quando arrivavano in aeroporto la cifra chiesta al cliente non era quella tassametrica. Sa che con le nuove tariffe è stato imposto un dollaro in piu dalle 16 alle 20 x traffico? Eppoi non parliamo della mancia obbligatoria del 15 o 20%. Magari la dessero a me. Eppoi gli autisti!! Dai nomi che leggo dal sito di new york dei possessori di abilitazione alla guida leggo che la maggior parte sono stranieri. Daltronde sa cosa dicono a new york? prima di suicidarti fai il tassista. Comunque sappia che gli ispettori della grande mela x il controllo qualita del servizio taxi dicono che lo stesso è quello che ha un maggior numero di reclami nel mondo. Londra. Vero, verissimo. I tassisti di Londra sono squisiti, fanno un corso di circa 3 anni x poter prendere l' abilitazione alla guida. Macchine stupende x il servizio. Ma hanno dei costi di gestione elevatissimi epppi il servizio dei bus e della metro non costano cosi poco come qui. Barcellona? Se il comune sta richiedendo indietro le licenze taxi pagando i tassisti che lo fanno è segno evidente che le cose tanto bene non vanno. Sono educati? Non lo so, a Barcellona non ci sono mai stato. Pero con gente che ci vive in quella citta ci parlo molto spesso, e alcuni tanto contenti non sono. I prezzi? Da quel che so io tanto economici non sono. Pero vogliamo mettere la rete metropolitana di Barcellona con quella di Roma? O i bus di Barcellona con quelli di Roma? O il traffico di Barcellona con quello di Roma? Pensi che questa mattina per girare piazza adriana e poter andare a S. Pietro, ho impiegato circa 25 minuti. Una corsa da 8 euro, è diventata x il cliente una batosta di 16. Tokio? Sa ultimamente anche lo ro hanno preteso un aumento. Gli autisti sono cortesi e con i guanti bianchi. Le portiere dei taxi si aprono da sole. Ma poi tanto economici non sono. In una citta dove se vuoi acquistare un auto devi avere per forza un parcheggio e logico che i taxi servano. Immaggini Roma senza parcheggi in superficie. Saremmo noi tassisti a quel punto a chiedere di far uscire altre 20.000 licenze. E ora parliamo della sua fantastica Bologna. Sa tempo addietro, quando ero militare, ho pssato 3 giorni a Bologna. Una sera io ed altri miei 3 commilitoni prendemmo un taxi. 4 euro a persona. Cosa che daltronde mi è successa anche a Falconara Marittima. Solo che li eravamo in cinque. Le sto parlando di piu di 20 anni fa. Vede tutto il mondo è paese, basta incontrare le persone giuste o sbagliate x cambiare una sequenza di fatti. Le do pienamente ragione x quel che concerne il cambio del turno. Se uno esce x lavorare è giusto che lo faccia sino alla fine del turno senza chiedere al cliente dove va. Il tassametro in cassa io lo metto sempre, e come me tantissimi altri colleghi. Anche se spesso, quando arrivo a destianzione, il cliente mi dice che deve continuare. Che facciamo? Riazzeriamo il tassametro? O ripartiamo col tassametro in cassa, come ho fatto io, che cosi scatta solo kilometricamente. All' aeroporto se ci sono discussioni è sempre x il solito motivo. Ma come Le dicevo nella mia precedente risposta, ci sono, o meglio, ci dovrebbero essere forze di polizia x cacciare chi si comporta in maniera scorretta, specialmente davanti ai clienti. Mi parla delle cifre? Bene andiamo a vedere quanto costa una licenza a new york? Bene, signor Bonilli, Big Apple sta rilasciando ulteriori 500 medaglioni taxi al costo di circa 460,000.00 dollari. Alla faccia del bicarbonato!!!! Quei 150,000.00 euro sono la mia pensione signor Bonilli, poiche vivere con 516 euro mensili credo sia un po difficile. Eppoi io 20 anni fa ho fatto un mutuo x comprarmi un lavoro. Ho investito dei soldi x lavorare. Ho rischiato. Nulla e nessuna cosa mi è stata regalata. Eppoi andiamo a vedere quanto costa una licenza di un' edicola? O di qualsiasi altro esercizio che oggi dicono dovrebbero essere date dal comune gratis. Provi ad andare a chiedere al comune una licenza, e veda in quanto tempo gliela da. Oggi girovagando x la citta pensavo alla sua frase: I taxi a Roma sono un servizio da terzo mondo, compresa la qualità di molte auto, senza aria condizionata, carrozzerie in pezzi, autista vecchio e dalla guida insicura oppure giovane e che non conosce le strade. Bah, vedendo il parco macchine in circolazione, posso tranquillamente dire che il 95% delle vetture sono in condizioni ottime. E tutte con aria condizionata. Se poi il tassista non la vuole accendere è un altro discorso. Gli autisti son vecchi perche non possono andare in pensione con 500 euro. Anche Lei è stato giovane e di errori nella stesura di qualche articolo sicuramente ne avra fatti. Serve il tempo x l' esperienza. In tutte le cose. Ma Lei crede che se io avessi la possibilita non cambierei una macchina ogni 3 anni? Comunque metta un supplemento aria condizionata, o un supplemento carta di credito, o un supplemento 4 o 5 persona. Sa, non è strano, in altre nazioni si fa cosi. Provi in Svezia a prendere un taxi in 2 o 5 persone? Oppure chieda al tassista londinese di pagare con la credit card? Aggiorniamo le tariffe eppoi vedra sempre i tassisti accettare tutti i tipi di servizi con macchine nuove. Daltronde se non ci fossero aiuti dallo stato e dai comuni, i giornali non si venderebbero ad 1 euro a copia o gli autobus ad 1 euro. Vede, se la fiat non vende, manda in cassaintegrazione gli operai. Se Massimo non fa corse, lo stato non mi da la cassaintegrazione. Poi io fare il difensore dei tassisti? Non ci penso proprio. Io difendo me stesso e il mio lavoro da accuse che sento fare da persone che non conoscono la realta dei fatti. So chi è il Prof. Giavazzi. E Lei sa chi è Francesco Forte? Cosa hanno fatto i miei colleghi? Hanno messo un manifesto con la via e il numero di telefono del professore. Se non sbaglio è la stessa cosa che hanno fatto i suoi colleghi con il telefono di lippi. Oppure se preferisce quando sbattono il mostro in prima pagina con nome e cognome per poi vedere che il mostro in realta è innocente. A proposito tengo a ricordarle che nel nostro ultimo giorno di sciopero, Skytg24 aveva detto che i tassisti stavano facendo a botte con la polizia. Tutto falso. Fortuna che il dirigente di P.S. ha fatto prontamente smentire quello che poco prima avevano trasmesso. Eppoi sa che in mezzo a noi c'erano dei no global? Troppe cose che crede di sapere non sa. Vede, io credo che ci siano giornalisti, avvocati etc etc che si comportano onestamente, mentre Lei fa con i tassisti di tutta l' erba un fascio. A proposito poi del decreto Bersani. Ha colpito le lobby dei notai, (mi vien da ridere, gli ha tolto i passaggi di proprieta delle auto, poverini), delle farmacie, (tolte le aspirine alzeranno i prezzi sugli altri farmaci. Comunque aspettiamo i primi morti), dei panettieri,(ha provato a stare in un forno tutta la notte?), tassisti( sono 20 anni che chiediamo la defiscalizzazione e non ci viene concessa, 10 anni che chiediamo l' aumento tassametrico e non ci viene concesso. Che lobby potente che siamo!!!), e arricchira le banche, (per un conto chiuso senza spese, se ne apriranno 10 nuovi grazie al nuovo sistema fiscale), le coop rosse e i centri commerciali, che poi sempre di coop o di grandi societa sono. Bella cosa i centri commerciali!! Entri x comprare una cosa ed esci con 200 euro di spesa. Ora poi hanno fatto anche le carte di credito x pagare la spesa a rate. Fantastico!! Poi ogni volta che si è a casa e si controlla lo scontrino, c'è sempre un 3 o 4, (a me 6 euro), in piu per errore. E le buste che non dovresti pagare? O il coperto nei ristoranti? E Lei si lamenta x 20 centesimi? Infine ha ragione sul fatto che i blog servono x dialogare. Ma il suo ultimo post sembra una dichiarazione di guerra. In conclusione sig Bonilli, mi scuso innanzitutto x lo scritto un po troppo lungo. Ci sarebbe molto da dire ancora, ma Lei non vuol venire con me a vivere quotidianamente il mio lavoro. Mi scuso se c'è qualche errore di battitura o di italiano, ma scrivere su un quadrato di 10x6 non è affatto semplice. Si c'è la preview è vero, ma non ho il tempo x visionarla. Non scrivero piu nel blog, qualsiasi risposta dia, perche onestamente mi sono stancato di farlo. Distinti saluti

03 Ago 2006 | ore 16:57

Qualcuno mi saprebbe dire come raggiungere il comune di Gavardo (Brescia)? Mi sono informato anche attraverso il web e sembra che non vi sia una linea bus che collega il centro della città con Gavardo! Io dovrei partire da Roma e raggiungere la stazione di Brescia! Da Brescia sono obbligato a prendere il taxi? Se qualcuno gentilmente (magari del posto) può darmi informazioni più dettagliate gliene sarei davvero grato. Un salutone e grazie

13 Set 2006 | ore 00:42

Massimo, sei un grande... certo, è difficile convivere in un clima d'odio e prevenzione verso la categoria, e replicare a questi personaggi pieno d'odio e rancore sociale.

29 Ott 2006 | ore 10:07

Caro Massimo, questa gente non merita di essere risposta con cortesia. Io lo ammazzerei volentieri questo Bonilli, lui e tutti quelli come lui, razzisti. Non ci ha manco detto quanto guadagna.....e magari è pure un comunista

11 Ago 2009 | ore 09:32

Eccolo il vero tassista, violento, sbruffone - mi vuole ammazzare - e se non sbruffone delinquente.
Come lui la sera a Fiumicino ce ne sono sempre una decina, veri delinquenti di cui gli altri tassisti hanno paura.
Perché se è una categoria così per bene non espelle i delinquenti?

11 Ago 2009 | ore 11:04

Sei proprio un bel canta storie, hai sbagliato mistiere dovevi fare il poeta o il politico, e quanto chiedi a fine corsa visto che si fanno i sconti da soli i clienti....?? Una domanda cosa ne pensi se dassero più diritti ai Ncc così che i consumatori avrebbero più scelte e voi tassinari anziché monopolio avreste concorrenza a pari armi!!?

23 Lug 2011 | ore 13:56

Scusa sig. Bonilli non rispondevo a lei ma a quel cantastorie di massimo.

23 Lug 2011 | ore 14:44

Cari amici, volevo solo raccontare un episodio di quotidiana inciviltà avvenuto nella nostra amata Roma. In sostanza domenica sera mi è capitato che 5 taxi su 5 pronti alla stazione Termini abbiano rifiutato di farmi salire con il cane guida per ciechi. Non è che siano stati brutti e cattivi, ma, credo in buona fede, nessuno di loro sapeva che è obbligatorio far salire un cane guida e cosi' non mi hanno fatto salire.

Sono arrivato alla stazione ieri alle 21,30 e, (e qui ci sarebbe da aprire una parentesi sulla situazione dei lavori della metro A), sono stato costretto a prendere un taxi, per un tragitto, che in qualsiasi altra capitale europea, avrei potuto fare con la metropolitana.

Comunque, faccio la mia fila con il mio cane con il pettorale della croce rossa e anche, per sicurezza, il bastone bianco. Si ferma il primo taxi e mi dice subito: "ah, no; io non faccio il trasporto animali". Io non ho voglia di discutere e gli dico soltanto: "va beh, aspetto il prossimo, ma guardi che c'è una legge, che la obbligherebbe a prendermi comunque, a meno che lei non sia allergico, ma allora deve avere un certificato medico". Lui come niente fosse mi ribadisce che lui non fa il trasporto animali; se non fosse ridicolo dirlo da parte mia, mi parrebbe un dialogo tra "sordi"!

Il problema è che anche i 3 taxi arrivati poco dopo in successione, mi ripetono la stessa litania sul trasporto animali. Uno mi dice che "poi il cane è pure a pelo lungo e sporca". Tutti mi dicono che devo chiamare il centralino del 3570 e dire che voglio un taxi che prenda gli animali. Allora mi arrabbio davvero. E' tardi e voglio tornarmene a casa. Dico che sarebbero tutti da denunciare e minaccio di chiamare la polizia. Nessuno di loro si scompone minimamente; mi dicono :"denunciami pure; io il trasporto animali non lo faccio"!

Per fortuna, prima che io debba chiamare la forza pubblica, per far valere il mio diritto, il quinto che arriva mi carica, perché appunto lui questo benedetto trasporto animali lo fa. E' un signore molto gentile, che mi spiega candidamente che lui di questa legge sul trasporto dei cani guida non ne sapeva niente. "quando ho fatto il corso al 3570, dice, mi hanno chiesto se accettavo di fare il trasporto animali o no; e io ho detto di sì'".

La conclusione è amara e un po' sconcertante. Al 3570 fanno capo 3500 taxi, la metà di quelli che circolano a Roma. Ne deduco che un taxi su due non conosce una regola elementare del trasporto pubblico: conosceranno le altre norme, ad esempio quelle sulla sicurezza stradale?

Alessandro Forlani
giornalista RAI

Fonte: messaggiero.it

 

23 Lug 2011 | ore 15:04

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed