01
Ago 2006
ore 12:16

Un romanziere ai fornelli

< >

Bill_Buford.jpg


Bill Buford è editor di Granta e former fiction editor del The New Yorker. Ha scritto Heat, un romanzo - che è una biografia - che è un manuale  - che narra la storia di Mario Batali e quella di Bufford che diventa cuoco nelle cucine di Babbo, che viaggia in Italia con Batali per conoscere i prodotti e i piatti della cucina italiana. Il libro verrà pubblicato in Italia da Fandango e probabilmente aprirà un nuovo filone, quello degli intellettuali in cucina per una reality food-story con condimento di ricette. In controtendenza col premio Strega, Veronesi, e la sua ode agli arancini rancidi sul Gambero Rosso di agosto.

FOTO ASSOCIATED PRESS


commenti 4

"The Soul of a Chef" di Michael Ruhlman non mi sembra tanto lontano come stile/genere.

Però negli Stati Uniti mi pare che anche fra i giornalisti sia un po' più radicato lo stile narrativo ("giornalismo letterario", si chiama?)...

02 Ago 2006 | ore 23:59

dear sbo non dimentichiamo pero' il capostipite dell'intellectual food novel, il magnifico "The debt to pleasure" , scritto da John Lanchester, allora caporedattore della London Review of Books, e pubblicato una decina d'anni fa presso Jonathan Cape e pure tradotto in italiano. E' un romanzo "à clé", un giallo strutturato intorno a quattro menu di stagion seguendo l'itinerario del protagonista che da Norfolk in Inghilterra sin alla casetta nella campagna del Luberon si presta ad un raffinatissimo jeu de massacre del quale non vi svelo né gli arcanio proustiani né la bile antitatcheriana: lo lessi nell'estate del '96 in Irlanda, quindi prima dell'avvento blairista nel maggio della'anno seguente.

Del buon Bill Buford, consiglio cordialmente, per ben smaltire la sbronza Mondial anche il notevole "On hooligans", una specie di "Cuore di tenebra" che niente ha a che vedere col cibo e tutto con l'universo a parte degli hooligans. Da leggere magari ascoltando il requiem pianistico scritto da Michael Nyman per le vittime di quello stadio che si era sfracellato una buona decina di anni fa da qualche parte - mi sembra in Belgio.

ps: oltre ad essere passato per il New Yorker Bill Buford, tra l'altro una buonissima forchetta, fu il rammaricato agitatore "en chef" di Granta, il trimestrale letterario inglese che dagli inizi dalla fine anni '70 in poi lancio' Ian McEwan, Martin Amis, Salman Rushdie, Julian Barnes - grazie a Faber&Faber ha consegnato pure lui una divertente autofiction sulla cucina: perché al Gambero non ne abbiam mai parlato?- Jonathan Coe e via di questo passo. Mica della robetta,no? Tra la Toscana e Courchevel per la settimana bianca, il vecchio Bill é spesso da queste parti e sulla cucina ne sa piu' di tanti.

07 Ago 2006 | ore 16:03

ahhh....pero'......avvilupatemi visto che non vado in ferie......mi interessa!

08 Ago 2006 | ore 03:08

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed