18
Mar 2007
ore 17:29

Attaccati al tram

< >

tram.jpg

Un forum è come un tram? Si sale, si scende, si sporca ma di chi sia il tram non ti importa, è così? Non può che essere così? Se poi trovi la scorciatoia non entri neppure dalla porta principale. E ancora: chi vende e compra vini nel forum deve/dovrebbe qualcosa, chessò X centesimi per transazione, al gestore del forum? La Rete sta cambiando, i forum anche, quello di cui si parla, per esempio, ha generato piccole comunità, appuntamenti, eventi ma questo basta per giustificare un servizio?

ps. attenzione a dove mettete l'accento nel verbo :-) 


commenti 58

Belle domande

E siccome a entrare dalla porta principale siamo in pochi, per farle leggere ai "portoghesi" (la maggioranza degli utenti del forum) faccio un bel copia-incolla e le posto anche sul forum:-))

18 Mar 2007 | ore 20:32

Antonio tutti i torti non li hai.
Direttore perchè non posta anche nella piazza?
Sarebbe un'argomento interessante.
Il futuro del "format" forum,il suo uso ed il suo abuso.

18 Mar 2007 | ore 20:38

La porta principale di solito la salto. Perchè in gran parte parla di eventi a Roma, quindi a me che sto a Torino non interessano molto (a parte la recentissima novità del reportage).
Gli articoli li leggo sulla rivista, i ristoranti li vedo sulla guida di carta che trovo più comodo.
Le offerte speciali e le novità editoriali mi arrivano via mail; ogni tanto magari passo a cercare una ricetta, un vecchio articolo, un vino, un programma TV, un albergo... ma il motore di ricerca non funziona molto bene quindi è poco sfruttabile.
Il forum e i blog aggiornati più frequentemente li ho nella cronologia del browser (dagli altri passo più raramente), faccio prima.

Però...io non butto la spazzatura nel tram, nè dove passo (cosa che ho bene in mente perchè oggi ho trovato una lavatrice e circa 30 kg di bottiglie e sacchetti di plastica mentre ero in giro per i boschi).

18 Mar 2007 | ore 22:06

anch'io non guardo quasi mai il sito GR.
pure io però compro il giornale.
si può leggere a letto, al cesso, in autobus. comodo.
ma, come diceva andrea nel forum, non vedo peccato se ci mettesse un po' di pubblicità nel forum.
curiosità: quanti contatti/giorno?

18 Mar 2007 | ore 22:41

Bonilli, se riesci a spillare 50€ ai forumisti senza offrirgli la piccola pasticceria sei un grande....

Mucca

18 Mar 2007 | ore 23:15

Quando si stava progettando questo blog lo si era concepito in maniera diversa, ed uno degli aspetti centrali era proprio l'attivazione di varie soluzioni ed iniziative volte ad aumentare la circuitazione dei contatti da e per il forum, il sito istituzionale, il periodico a stampa e ancora altre sfere di frequentazione. Poi si preferì dargli un ruolo nuovo e diverso, quello attuale, che ne fa un ganglio centrale nella rete dei blog, ma meno integrato di quanto previsto in principio nel sistema interno del Gambero.

Io non ho conservato la corrispondenza di allora, ma forse pia o muccapazza o tu stesso, Stefano, potreste averla. C'era molto materiale, qualcosa di buono si potrebbe ripescare.

19 Mar 2007 | ore 01:06

Io non ho capito questa frase:

"Se poi trovi la scorciatoia non entri neppure dalla porta principale"


...... ???

Comunque la mia prima risposta la do. Secondo me SI, il servizio è giustificato allo stato delle cose. Un servizio ben fatto, gratuito, con contenuti interessanti è sempre il primo passo per creare "network", comunità, consenso, numeri e quindi, essendo un'impresa, soldi. Nel futuro non so se continuerà ad essere così. Molti altri siti sono cominciati con l'essere gratuiti e poi sono diventati a pagamento ma spesso si è risolto tutto in un mezzo fallimento a meno di non includere servizi e contenuti innovativi. Infine, un sito a pagamento convoglia un numero di iscritti minore rispetto a quelli di unn sito free, allora prima di compiere questo passo bisogna essere sicuri dei propri numeri e della forza del proprio marchio. Non da ultimo, non bisogna dimenticarsi della replicabilità dell'iniziativa. Se è vero che replicare il GR è impresa assai ardua, non si può non notare come replicare questo forum è relativamente semplice dal punto di vista tecnico. Anche il relativo prezzo che si decidesse di far pagare, quindi, dovrebbe tenere anche in considerazione questa alternativa.

Che ne pensate?


Posto anche sul forum.

19 Mar 2007 | ore 09:38

Se poi sposto l'accento, dico che sono contento e mi diverto non poco ad essere attaccato a questo tram !

19 Mar 2007 | ore 09:39

Dal punto di vista commerciale l'essere abitualmente su un forum crea in te una sorta di vincolo di appartenenza.

Credo che molti di noi comprino da anni almeno due guide del Gambero: Ristoranti e Vini. Poi altri, come me, sono anche abbonati alla rivista........pagandola così in anticipo.

Poi, sempre dal punto di vista commerciale più questa nostra comunità si allarga più la parola "Gambero Rosso" si diffonde. Diciamoci la verità, quante volte fra amici, clienti, a casa riportiamo le discussioni, i pareri letti o scritti quì sul forum ? Oppure ai nostri clienti passiamo la rivista perchè lì si parla di quel vino che hanno appunto ordinato e così via?

E' probabile però che a questo volume di contatti scaturito dal forum corrisponda un ipotesi di fatturato vendite abbastanza marginale e sicuramente il Gambero avrà delle statistiche in merito.


Discorso a parte meriterebbe il compra e vendi.
Lì credo si scambino importanti quantitativi di vino e secondo me è ovvio ed automatico che i molti commercianti che usano questa vetrina per fare affari paghino un tot deciso dal Gambero stesso.
Non credo di dire un'eresia affermando che se un venditore di aspirapolveri volesse vendere in Osteria, ammesso e non concesso che a me piaccia il farglielo fare, io gli chiederei in cambio un compenso.
Ed anche in merito ai potenziali truffatori lì presenti il Gambero con un simbolo creato appositamente potrebbe certificarne la bontà e serietà del proponente la vendita.....una sorta di certificazione di qualità.
Certo questo significherebbe un balzo in avanti notevole, credo che scoraggerebbe molti improvvisatori e sarebbe benvenuto anche dai commercianti ed acquirenti seri.

Poi strategia commerciale vuole che anzichè chiedere un compenso uno venda degli spazi pubblicitari, banner.

Per ora mi fermo quì se mi viene in mente altro posterò nuovamente.

Ciao

19 Mar 2007 | ore 09:40

Vi ringrazio degli interventi, delle idee, dei ragionamenti. Il mio post questo vuole richiamare, cioè lo stretto legame tra forum e il resto dell'impresa Gambero Rosso.
Trovo surreale che la maggior parte di coloro che entrano nel forum non visitino anche il blog di Bolasco o il papero giallo, e questo me lo dicono le statistiche. Non è un problema di fare traffico ma di disinteresse e quindi del crescere della domanda "che ci faccio io con loro, che ci fanno loro con me"?
E' una sensazione non bella quella che genera.
Di lì il post tramviario...

19 Mar 2007 | ore 12:20

Direttore, però i suoi interventi sul forum sono molto seguiti e dibattuti. Non credo si possa parlare di disinteresse ma, forse, di non abitudine a frequantare i vostri blog o di inventarsi dei nuovi modi di interazione/integrazione.....pensiamoci tutti insieme....ne abbiamo voglia ? Io si.

19 Mar 2007 | ore 12:47

Considerando la qualità media dei post dei forumisti non mi stupisce il fatto che non visitino il suo blog, quello di Bolasco o la home page del Gambero...
Al forumista medio interessa solo il cazzeggio e il forum del gambero rosso ha una media molto bassa di individui che sono realmente interessati a condividere la passione per il cibo & affini.
Se il forum fosse stato moderato quando ancora si poteva chiamare forum, sicuramente chi frequentava il forum avrebbe partecipato anche ad altre discussioni.
Invece i forumisti attuali, manco si affacciano per vedere se c'è qualcosa di nuovo oltre il proprio messenger....

Che tristezza.

Mucca

19 Mar 2007 | ore 12:49

Caro Mucca,

a me questo tuo intervento sembra generico, banale, qualunquista......e quel che più conta non rispondente al vero.


In ogni caso se ne può parlare

19 Mar 2007 | ore 13:04

Vigna,
evidentemente ti sei iscritto recentemente nel forum.
Diciamo che in passato era un luogo più interessante per chi voleva disucetere su temi inerenti alla ristorazione.
Anche Bonilli non interviene più nel forum se non di rado, evidentemente un motivo ci sarà.....

Sarà, ma a me sembra un luogo pieno di riluttanti.

Ciao,
Mucca

19 Mar 2007 | ore 13:15

... vorrei andare in controtendenza , ma ritengo fuorviante limitare l'interpretazione della riflessione del Direttore ad un ipotesi di abboccamento anticipato finalizzato esclusivamente ad una futura contribuzione alla fruizione del forum o di alcune "sezioni" del forum . Forse ha solo letto gli indicatori numerici e ha riscontrato , dispiacendosi , che i contatti del forum non corrispondano ad un adeguato numero di contatti dell'intero sito o di un incremento significativo ed indotto di ciò che gravita attorno alle pubblicazioni della casa editrice . Insomma : come progetto si vuole industrializzare un forum che permette di raggiungere certi obiettivi con sinergie comunicative ; questi indicatori non dimostrano il raggiungimento di tali obiettivi , che si riflettono su un dato economico necessario all'economia di scala prevista . Io lo ritengo ineccepibile aziendalmente , il mecenatismo lasciamolo alle ... banche ( ah, ah , ah) ...

19 Mar 2007 | ore 13:42

Scusa Mucca, cosa vuo dire riluttanti ?

Te lo chiedo perchè da quando frequento il forum, non è così da poco tempo come pensi, di gente interessata ed interessante ne ho trovata parecchia. Le discussioni sui vini e sui ristoranti sono in moltissimi casi esaustive, pur se con punte di "scontro dialettico" un po' sopra le righe.
E' ovvio poi che in una comunità liberamente accessibile si affacci più o meno spesso anche chi ha voglia di attaccar briga o semplicemente disturbare; questi ultimi però non hanno vita lunga.

Vorrei tornare invece un attimo sul compra/vendo vino. L'idea di dare una certificazione di affidabilità ai venditori (certo non di tipo notarile)vi piace ? La ritenete praticabile/utile/conveniente ?

Ciao

19 Mar 2007 | ore 14:21

oggi c'è una autodisciplina quasi unica nel suo genere . Chi sgarra viene emarginato ed espulso dalla comunità con una veemenza che lascia poco spazio agli improvvidi venditori d'assalto ... no , la questione non è il servizio accessorio (strumento di regolazione o feed back) ma il servizio stesso ( forum a libero accesso)...

19 Mar 2007 | ore 14:24

non ho statistiche ma credo ci siano alcune considerazioni.
In generale i forum sono più frequentati dei blog, sono più orientati al community building. Non c'è da meravigliarsi quindi se più gente visita il forum piuttosto che i blog di Bonilli e Bolasco.
I blog del Gambero parlano principalmente di ristorazione o di varia umanità, mai, o quasi, di vino, perciò gli utenti del forum interessati più al vino, e sono la maggioranza, non frequentano i blog (tant'è che Cernilli interviene sul forum più di quanto lo faccia sui blog - ripeto non ho statistiche, solo impressioni).
Parlare di ristorazione con il direttore di una rivista e di guide gastronomiche dà un po' l'impressione di abbeverarsi alla fonte.
Bonilli non ha uno stile letterario particolarmente discorsivo e aperto per cui è difficile ottenere disussioni approfondite e animate.
Sui blog si cazzeggia male, anzi malissimo.
Gli utenti del forum sono o dei biechi commercianti o dei poveri derelitti, vignadelmar non capisce che ai bei tempi era tutta un'altra cosa.

19 Mar 2007 | ore 14:41

caro bonilli
ma se uno che vuole discutere e guarda il sito nella sua interezza lo cacci fuori dalla porta solo perche' ti sta antipatico allora poi non ti venire a lamentare.
cordiali saluti
voice di bologna

19 Mar 2007 | ore 14:43

Sono un forumistra di vecchia data e frequento i blog del gambero (specie questo, quello di bolasco e dfm) da quando sono nati.

Ne è passato di tempo ed il giudizio di mucca, purtroppo, mi sembra calzante. Non credo che sia un problema di "qualità media" del forumista, o almeno non solo. Vedo piuttosto una mancanza di entusiasmo, la voglia di condividere esperienze è andata affievolendosi.

Un po' colpa dei blog, chi ne ha uno sul forum non scrive quasi mai. Un po' colpa di periodi in cui passava la voglia di vedere ogni discussione travolta dagli ot. Un po' colpa di quelli che sporcano il tram, che magari ora sono stati fatti scendere ma intanto qualcuno di quelli puliti era sceso prima di loro.
E non trascurerei la teoria (mia, quindi da prendere con le molle) secondo cui il vero nemico delle community virtuali sia il conoscersi nelle forme "tradizionali".


Ma tutto questo c'entra fino a un certo punto con lo sfogo di Bonilli. Che a me non sembra, come dice qualcuno, interessato solo ai numeri. E' un imprenditore e quindi guarda le cifre. Ma è anche un appassionato, uno che del gambero è anche il creatore. E se vede che la scorciatoia è più frequentata della via principale, è giusto che se ne abbia a male. Che quando dice che quasi quasi vorrebbe un tot per ogni transazione nel compra vendi, parla da persona delusa e non come uno che ha il simbolo del $ al posto delle pupille come zio paperone.

19 Mar 2007 | ore 15:42

pino scrive:
"Vedo piuttosto una mancanza di entusiasmo, la voglia di condividere esperienze è andata affievolendosi."
Ne sei sicuro? Io vedo mega degustazioni organizzate, gente che fa centinaia di km per andare a bere e a mangiare cose particolari insieme ad altri forumisti, discussioni su ciò che si è mangiato e bevuto.

Quello che si è affievolito è certamente l'elemento di cervellotica critica gastronomica e di fughe in avanti su magnifiche sorti e progressive, su chi si merita la grande cucina, chi diventa riluttante (a che poi??).
Insomma, il forum è molto conviviale e poco intellettuale, è questo che vuoi dire? beh, nel senso dell'intellettualità applicata alla cucina ed alla ristorazione forse sì, ma è una benedizione!! Finalmente si parla di ciò che si mangia e si beve.

19 Mar 2007 | ore 16:01

Non cercherei molti retroscena, non sono i soldi che hanno provocato questo mio intervento anche se vedo molti preoccupati solo di questo e allora mi domando in che mondo vivano: tutto gratis sempre? Questa è la rete? Granieri dice che è così, io comunque non pensavo ai soldi ma alla stanchezza che, ovvio, è anche colpa nostra mica solo di chi partecipa dall'esterno. Stanchezza, ripetitività, mancanza di idee e di entusiasmo e anche disinteresse senza che ci sia nessuna critica o richiesta costruttiva per cambiare le cose, migliorare il sito, aprire nuovi blog, interagire con quelli che ci sono.
Insomma, tutti avete un po' di amor proprio e io, che alle cose sto dentro da appassionato, vedo il forum trasformato in un bel ghetto di lusso. Certo, poi leggo una delle prime risposte al mio post, quella di Davidef che dice che anch'io ho il mio tornaconto e quindi di che mi lamento e allora capisco che non è piccola la distanza che ci separa.
Boh, non è che a stare zitti le cose andavano meglio.
Cosa volevo? Intanto che si discutesse e quindi se ritenete che tutto vada bene mi ritiro ed è finita lì. Poi mi interessavano idee praticabili perchè non c'è dubbio che spesso l'andamento del forum è moscio, è statico, è ripetitivo.
Certo, è diventato un luogo di incontro e se questo è l'obiettivo massimo che si può conseguire mi taccio, come dice il poeta... ma non credo che neppure ai compra e vendi vada bene, o forse si, a loro questo stato di cose va bene.

19 Mar 2007 | ore 16:04

un vecchio detto americano dice che "non esistono pasti gratuiti" ("There Ain't No Such Thing As A Free Lunch")

il forum costa

il male minore sarebbero i banner

io non sarei disposto a pagare (parlo a titolo personale)

Nico

19 Mar 2007 | ore 16:16

ancora non avevo letto l'intervento del direttore

a me non sembra affatto che il Forum sia un "ghetto di lusso"

tutt'altro

e' un villaggio molto vivo e dove si discute nella massima liberta' di tutto

certo che sono presenti tipiche dinamiche delle comunita' su internet (i "vecchi", i "niubbi", gli sfotto', i saputoni ....)
ma "ghetto di lusso" proprio no, se lo lasci dire da un utente che lo vive dall'interno

o forse sono ghettizzato e non me ne rendo conto?

maddai, non credo proprio!


Nico

19 Mar 2007 | ore 16:25

mancanza di idee e di entusiasmo??

mettiamo i puntini sulle i...

qui c'è una massa (grande o piccola non so) di appassionati di cibo e vino che nella vita, tranne alcune eccezioni, fanno altro e che non hanno come obiettivo d'impresa la comunicazione nel mondo enogastronomico, l'elaborazione di idee nuove ed originali rigardo alla ristorazione, la deriva del gusto del vino o quant'altro.

Questi obiettivi, caro Bonilli, li ha lei, ed il suo sistema editoriale mediatico. Il forum ed i blog le possono servire od essere serviti come isporazione o palestra, ma lamentarsi della stanca creativa (sempre che ci sia) è più un accusa che lei dovrebbe autorivolgersi.

19 Mar 2007 | ore 16:37

@andrea
pino scrive:"Vedo piuttosto una mancanza di entusiasmo, la voglia di condividere esperienze è andata affievolendosi."
Ne sei sicuro? Io vedo mega degustazioni organizzate, gente che fa centinaia di km per andare a bere e a mangiare cose particolari insieme ad altri forumisti, discussioni su ciò che si è mangiato e bevuto.


Ma io parlavo della mancanza di condivisione nel forum, non nella vita reale. Il forum è servito come elemento di aggregazione, ha creato amicizie, gruppi di interesse. Ed è chiaro che la condivisione virtuale risulta sempre perdente rispetto a quella reale.

19 Mar 2007 | ore 16:39

perche' non azzerare tutto e ricomiciare da capo??
mettere il cartello.. nuova gestione, nuove regole e nuovi spazi??
il tram ha bisogno di un tagliando e quindi si cambia ..

19 Mar 2007 | ore 16:40

Sono assolutamente d'accordo con Muccapazza.
In passato ho criticato atteggiamenti e contenuti dei suoi interventi ma oggi posso solo dire che ha perfettamente ragione e che il forum vale molto meno di prima.

Che si paghi per avere accesso ad un forum non lo trovo assolutamente scandaloso ma si dovrebbe cancellare la struttura che esiste oggi e metterne su una completamente nuova in cui tutti, nessuno escluso, rispettino le regole .
Che poi i miei amici del compra e vendi(io, purtroppo, compro soltanto)siano quelli che traggono vantaggio maggiormente e di conseguenza possano essere obbligati a pagare di piu' potrei pure trovarlo giusto, ma e' necessario che chi si occupa di tassazione etc spieghi a tutti, acquirenti e venditori, obblighi di ordine legale nel caso in cui essi esistano.

19 Mar 2007 | ore 16:41

Caro direttore, trovo questi tuoi ultimi sfoghi in contraddizione con il tuo post di qualche giorno fa, quello seguito alla cena da Colonna

Lì salutavi e applaudivi la comunità nata attraverso il forum, dicendo che quello è il futuro, che c'era grande vitalità ecc.
E ora invece parli di stanchezza

Non capisco proprio

PS X Pino: caro Maurizio, io che centinaia di persone di tutta Italia abbiano avuto il piacere di passare da una conoscenza puramente virtuale a una reale, organizzando cene, eventi, degustazioni e facendo nascere anche belle e sincere amicizie basate su una passione comune lo vedo come un fatto positivo. Mi dispiace che tu la pensi diversamente.
Così come mi dispiace che in tutti questi anni tu che stai a Roma non abbia mai avuto voglia di conoscere nessuno dei forumisti romani e di unirti a una serata. Se lo avessi fatto magari la penseresti diversamente, e saresti un po' più sorridente

PPS X Roberto: io non vedo il peggioramento di cui parli. Comunque, se tu lo vedi peggiorato, magari puoi dare il tuo contributo di competenza per farlo tornare ai vecchi fasti (quali poi?). Quindi, visto che sei uno dei più grandi competenti di vino, ti invito a raccontare meno barzellette e a postare più note di degustazione. Se non le posti tu chi lo deve fare? :-))

19 Mar 2007 | ore 16:58

@Antonio
Anche a me sembra positivo il passaggio dal virtuale al reale. Però questo miglioramento ha un prezzo che paga una parte della community, quella che per scelta o per forza non ha varcato il confine tra i due mondi. E questa non è una critica ai forumisti ma una constatazione dei fatti, almeno per come a me appaiono.

19 Mar 2007 | ore 17:19

A me questi continui sguardi ad un favoloso e mitico passato mi fanno sorridere, amaramente ma sempre sorridere.
Cosa c'è nel forum di adesso che non va bene ? Che i soliti maleducati, i provocatori fine a se stessi, i disturbatori in genere non imperversano più in lungo ed in largo ?

E nel favoloso passato del quale vagheggiate si affastellavano interventi su interventi di premi Nobel, fisici teorici, poeti e scrittori di chiara fama mentre adesso ci sono rimasti quattro poveri disgraziati perdigiorno che nulla sanno, nulla fanno e nulla capiscono ?
Quanta alterigia, quanto rancore, quanta vanagloria vi portate addosso !!

Io, al contrario di voi soloni del passato, vedo invece un forum vivo, scalpitante, con voglia di confrontarsi. A me piace.

Poi Direttore il vecchio detto ".... se Maometto non va alla montagna....." non si potrebbe applicare al forum; cioè perchè Lei e Bolasco non intervenite più di quanto già non fate proprio sul forum mettendo voi degli argomenti all'ordine del giorno?
Forse i lettori interessati vanno cercati dove ci sono e non dove vorremmo che fossero.

Ciao

19 Mar 2007 | ore 17:50

Antonio probabilmente hai ragione,prima di sparire avevo quasi esclusivamente messo barzellette(come dici tu) e fatto gara con Marco a scrivere stupidaggini; pero' cio' era legato al fatto che spesso, se provavo a scrivere cose un po' piu' serie(non soltanto sull'argomento vino) succedeva che per mancanza di argomenti(leggasi convinzione delle proprie idee e non frutto di cio' che si e' studiato) la gente spariva dalle discussioni per mancanza di argomenti o ignorava gli interventi.

Questo non succedeva solo con interventi miei ma anche di altri che oggi non ci sono piu'.

In poche parole penso che prima ci si ascoltava di piu' e c'era maggiore umilta'.

Oggi l'ultimo pinco pallino arrivato spara a zero su tutto e tutti a 360 gradi, forte del fatto che e' stato 3 volte al ristorante, ha bevuto 3 bottiglie e ha letto la pagina di un giornale o 3 righe scovate su internet.
Sinceramente trovo irritante quello che scrivono tante persone che non sono in grado di dialogare ma solo di sentire se stessi

Sinceramente se devo fare il buffone provo a farlo realmente scrivendo barzellette e non sproloquiando di enogastronomia ( e non solo).

Che il Forum sia stato catalista per il nascere di amicizie e altre cose belle siamo d'accordo.

Ribadisco, l'ho fatto in passato e lo dico ancora oggi.

Il forum deve cambiare e puo' migliorare ma bisogna che ci sia la volonta' di chi lo gestisce perche' cio' accada.

I blogs richiedono una disciplina interiore, da parte di chi ci vuole partecipare, che non tutti i forumisti hanno.

Stefano,
se il forum e' il valore aggiunto alla rivista e al satellite penso sia giustificata la sua esistenza.
A nessuno piace pagare ma se cio' che viene offerto e' valido sono sicuro il vero appassionato scucira' gli ero che la redazione vorra' chiedere.

Oggi comprare il cartaceo di wine spectator o wine advocate (aldila' della qualita dello scritto che puo' piacere o meno)non ha piu' senso, molto meglio la versione on line con tutti gli extra che offre.
Io credo che questa sia la direzione da prendere.

19 Mar 2007 | ore 18:05

Caro Vignadelmar mi reputo uno dei soloni del passato; una delle cose peggiori che hanno rovinato il forum e' stato il voler parlare di politica anche quando non ce n'era bisogno.

che oggi ci siano piu' maleducati dipende dal fatto che non sono stati implementati i controlli

19 Mar 2007 | ore 18:08

Non ho detto che va tutto male: quando mi capita di andare a una cena ben organizzata e dove si sta bene, come quella da Colonna, lo dico. Non vedo la contraddizione ma questo, ammetterete, non esaurisce il giudizio sul forum dal quale io non pretendo di avere idee, dio ce ne scampi, la cosa viene vista come una violenza o un furto. Incredibile.
Va bene, capito, le idee sono compito mio.
Mi immagino, però, che chi frequenta il forum abbia come aspirazione lo scambio di idee, alcune originali, anche se si fa dell'altro, anche se non si è dei professionisti, e quindi osservo dall'esterno che il forum mi sembra un po'-molto fermo.
Non può però non colpirmi la reazione a un tentativo di discussione che dice in sostanza che tutto va bene e che dedica spazio solo al problema del pagare o meno che, leggendo bene il mio post, era una domanda, abbastanza ovvia visto che c'è chi dal compra e vendi guadagna dei bei soldi e fa questo di mestiere.
Comunque se in maggioranza dite che va tutto bene io mi ritiro perchè ho bisogno di idee :-)

19 Mar 2007 | ore 18:08

Guarda che io non ho detto che ci sono più maleducati oggi rispetto a ieri. Ho detto esattamente il contrario.
Molti "eliminati" hanno chiesto più o meno umilmente di essere reintegrati; nessuno chiede il reintegro in un corpo morto.


Adesso, secondo me, si stà meglio e se, nella piazza parliamo anche di politica e litighiamo pure abbastanza civilmente che male c'è? L'Italia ha bisogno di più politica, non di meno. Ha bisogno di maggiore partecipazione e di minori deleghe.......se invece volete essere qualunquisti, liberi di esserlo.

19 Mar 2007 | ore 18:16

Caro Direttore, il modello di business, sia che si tratti di forum che di siti o di blog, è basato sul traffico. Il traffico, a sua volta, è basato sulla gratuità di contenuti e piattaforme. Non conosco esperienze editoriali a pagamento che vivano solo online e siano anche di successo.

Al modello di business basato sul traffico, dovrebbe andare di pari passo l'utilizzo di una concessionaria specializzata nel settore di riferimento (competente per l'online, non una concessionaria o un'agenzia genericamente intesa) per mettere a frutto il traffico generato. L'alternativa, al ribasso, è AdSense.

Per vedere se le conviene, le ho già scritto mesi fa in proposito, sarebbe sufficiente conoscere alcuni semplici dati statistici.

19 Mar 2007 | ore 18:17

E se il Gambero Rosso, i suoi titolari, gli elementi di spicco organizzassero delle serate diffuse sul territorio nazionale per conoscere il proprio pubblico ?

Io quando organizzo le serate degustazione mono aziendali pretendo sempre che sia presente il Titolare o l'enologo dell'azienda in questione; così facendo secondo me si fortifica o si crea un maggiore vincolo affettivo: una faccia ed una sensazione di piacere se associate sono difficilmente dimenticabili.
Sarebbe anche un modo per farsi conoscere, far conoscere il forum, il sito, il canale televisivo, le pubblicazioni.
Dovrebbero essere serate molto informali, dialogative.......secondo me potrebbero avere un successone ed la ricaduta in ordine di idee che Lei Direttore prima auspicava.

Ciao

19 Mar 2007 | ore 18:34

io non capisco

si sta discutendo e lei apre un 3ad sugli spaghetti...va beh contento lei....

19 Mar 2007 | ore 19:25

Oggi ci sono molti piu' maleducati di prima; trovo triste parlare di politica partitica e insultarsi per questo(e' accaduto e accade anche adesso)in un forum di enogastronomia.
Cazzeggiare si;serve a placare gli animi e regalare a tanti di noi momenti di relax.

Affrontare argomenti in cui la sociologia si mischia alla cultura del buon cibo e del bere bene ci puo' e ci deve stare. Parlare di Berlusconi, dell'aborto o altre menate per me non ha senso; chiamami qualunquista ma la penso cosi'.
Sara' che non vivo piu' in Italia e Malta mi ha fatto peggiorare ma sinceramente la piazza e' luogo dove eventualmente si deve cazzeggiare ma non fare propaganda.

Stefano io credo che solo uno sciocco non trovi spunti positivi da cio' che viene scritto da noi sul forum sta a te eventualmente esercitare l'arte della maieutica se pensi veramente che ne valga la pena; pero' se la palestra deve essere il blog soltanto quella diventa una tua scelta; io credo che sul forum di buono sia uscito tanto. Sta a voi poi far si che lo si coltivi che gli si dia il giusto spazio.

19 Mar 2007 | ore 20:57

@bonilli
"[i]... ma questo, ammetterete, non esaurisce il giudizio sul forum dal quale io non pretendo di avere idee, dio ce ne scampi, la cosa viene vista come una violenza o un furto. Incredibile.
Va bene, capito, le idee sono compito mio.
Mi immagino, però, che chi frequenta il forum abbia come aspirazione lo scambio di idee, alcune originali, anche se si fa dell'altro, anche se non si è dei professionisti, e quindi osservo dall'esterno che il forum mi sembra un po'-molto fermo.
....
Comunque se in maggioranza dite che va tutto bene io mi ritiro perchè ho bisogno di idee :-)[/i]"

se questi sono i toni ed il livello del dialogo non c'è da meravigliarsi se il blog non va poi così bene dal punto di vista partecipativo. Come dicevo prima e pure più di prima, chi ne ha voglia di avere uno scambio dialettico con lei se poi viene sbertucciato come sopra? E non dica che è mancanza di comprensione dell'ironia, che nel forum è dote che non manca, e in attivo e in passivo...

19 Mar 2007 | ore 22:38

proprio faticoso avere uno come lei privo di ironia e precisino precisino. eppure si è qui che si discute.

19 Mar 2007 | ore 23:24

Bonilli perdonami ma non puoi pretendere dal forum di avere la botte piena e la forumista ubriaca.
Ti stupisci che il forum sia moscio?
Ma che dici? È pieno di vita. Nella sola piazza sono stati aperti la bellezza di 5912 argomenti e la bellezza 194101 risposte. Se guardi gli argomenti e le risposte presenti nelle altre sezioni del forum ti renderai conto che è la Piazza la parte del forum che riscuote maggior successo.
Per quanto mi riguarda è un paradosso che in un forum dedicato all’enogastronomia ciò che alla gente interessi (e i dati parlano chiaro) sia il cazzeggio.
Hai voluto la piazza?
Ora ne paghi le conseguenze.
Se poi pensi che il 90% dei forumisti non acquista il mensile, i libri, le guide o non guarda il canale satellitare hai un quadro completo del pubblico medio che frequenta il forum del gambero rosso.
E poi ci vuole un bel coraggio definire il forum un ghetto di lusso. Mi chiedo, ma li hai mai visti i forumisti?
Evidentemente hai un concetto di lusso spartano.

Vignadelmar,

Se è vero che segui il forum da molto tempo dovresti saperea cosa mi riferisco quando uso il termine riluttante.

Mucca

20 Mar 2007 | ore 01:06

perche' non togliere il forum per un paio di mesi?.la gente che vuole cazzeggiare cerchera' altre soluzioni per far passare la giornata e tra due mesi aprire un nuovo forum con nuove regole e senza la piazza.Si dara' una bella ripulita e chi vorra' entrare nel forum potra postare solo 10 post al giorno di tot battute.

20 Mar 2007 | ore 02:25

Vignadelmar se il successo di un forum di enogastronomia si misura sulla piazza allora siamo messi molto male.

20 Mar 2007 | ore 08:44

"proprio faticoso avere uno come lei privo di ironia e precisino precisino. eppure si è qui che si discute."

Non mi legga se le faccio far fatica, non voglio averla sulla coscienza.
A proposito, qui si discute, senza il suo contributo però...


@facciazza
"se il successo di un forum di enogastronomia si misura sulla piazza allora siamo messi molto male."
cosa vuol dire siamo messi male?? Non è che ci si prenda un po' troppo sul serio? Una community produce idee, cazzate, polemiche e divertimenti. Non è la piazza il "crogiolo" creativo del forum, però è un bello spazio, a parte alcuni troll.

Al limite si può riconoscere che il contributo di idee sul forum è, ultimamente, un po' inquinato dal fatto che troppo spesso i contributi scadono in polemiche personali, in delegittimazioni dell'altro, in petizioni di principio sull'inadeguatezza di chiunque altro da sé a parlare di un argomento... e così via. Ma in questo la piazza cosa c'entra?? E' che tutti vogliono la fetta migliore del palcoscenico (bè tutti, alcuni...) e sgomitano. Questo però non diminuisce il valore delle idee, solo rende la discussione meno piacevole. Se tu avessi una soglia di sopportazione più alta saresti restato, ed io ne sarei felice.

Ciao

20 Mar 2007 | ore 09:59

Mucca, scusa,
dove siamo in un concorso a premi dove se sei il forumista con più anzianità vinci un pupazzetto ? Oppure in una caserma dove l'anzianità di servizio pesa ed anche tanto ?
Io credo che in un forum tutti partiamo uguali, dove si viene valutati per quello che si dice ed anche per quello che non si dice.
La piazza è il luogo del tutto e del niente. E' vero, ci saranno scritte o dette molte castronerie ma nella vita reale non è lo stesso ? O il forum del Gambero lo vogliamo trasformare nel salotto "alto" della neo borghesia illuminata dove vengono decise le sorti della eno-ristorazione nazionale?
Oltre alla piazza ci sono anche gli altri ambienti e non mi sembra che siano mal frequentati. Certo il meglio c'è sempre ma ditemi, di grazia, in quale altro posto si parla così diffusamente e così propriamente di questi temi.
Inoltre da comunista quale sono, ho la fissazione dell'inchiesta. Quella autogestita, dal basso. Se si vuole sapere quello che gli appassionati vorrebbero bisogna incontrarli, parlarci, presentarci, scontrarci. Era ed è questo il senso della mia proposta di incontri diffusi nel territorio per far conoscere il Gambero Rosso. Assicuro che molti miei clienti sarebbero interessatissimi a conoscere, parlare con chi il Gambero lo fa, lo scrive, lo dirige. E credo che anche al Gambero potrebbe far comodo sentire, ascoltare parlare con una platea di persone che normalmente non si riesce altrimenti a contattare.

Ciao

20 Mar 2007 | ore 11:19

caro Andrea,
quello che hai detto e' sacrosanto.
La piazza e', e non mi stanco di ripeterlo,il valore aggiunto del forum del gambero , ci si va a cazzeggiare e a stemperare gli animi.
Si va li, si scrivono due fesserie si fa goliardia ma si evita di parlare di argomenti che inevitabilmente possono creare astio.
Credo che la qualita' del forum non si valuti sulla base delle rece di ristoranti o bottiglie ma sul fatto che si possa e si debba parlare delle implicazioni sociologiche legate all'enogastronomia.

Certo, le rece di un vino o di un ristorante o le ricette con spiegazioni tecniche scritte bene e con passione sono momenti imperdibili ma credo che la parte migliore sia il dibattito che viene fuori.

Come ha detto Stefano che sbaglia, secondo me, a non rispondere alle nostre osservazioni, il forum e' come un tram.
Quando non funziona si prende il taxi, si va a piedi, si chiede n passaggio.... Se il tram ricomincia a funzionare lo si prende di nuovo.
:-)

20 Mar 2007 | ore 11:31

bonilli aveva promesso che il forum sarebbe cambiato e l'unica cosa che hanno fatto e' stata quella di invertire il senso dei 3ad dal primo all'ultimo e non dall'ultimo al primo.
Io se fossi in lui farei un esperimento.
Toglierei la piazza e starei a guardare cosa succede e quanta gente si collega poi durante il giorno.Secondo me il tram si svuoterebbe presto. Al capolinea ci arriverebbe pochissima gente.
In realta' il forum non serve a nessuno se non a chi vuole comprare e vendere vini.Troppi blog hanno frammentato le discussioni e si perde troppo tenpo nel girovagare tra un blog e l'altro piu' o meno autorevole.
Tra una mutanda e un corso didattico meglio allora chiudere tutto e godersi la cena senza troppe pugnette...

20 Mar 2007 | ore 11:54

Io partecipo a questa discussione, leggendo tutto, cioè ascoltando, e cercando di capire se alcuni degli aspetti che sottovaluto non siano invece la forza di questo forum.
Certo, se dovessi dire che il Gambero Rosso ne trae vantaggi immediati quali la vendita del mensile o dei libri, dovrei chiudere subito la discussione perchè mi sembra di capire che sono molti coloro che stanno a casa del Gambero Rosso ma potrebbero essere dovunque. Poi c'è una porzione di appassionati, più o meno impegnati e poi molti visitatori saltuari.
Se questo forum è un tram e molti hanno smesso di prenderlo perchè il servizio era scadente mi piacerebbe capire da voi quali sono i suoi punti forti e quelli deboli.
Scopro, per esempio, che la piazza è vissuta un po'come l'andar fuori a fumare, uno sfogatoio. E' veramente così? E il negozio virtuale del compra e vendi? Si sono affacciati qui a discutere i più importanti operatori? Insomma, vale la pena, se si discute, di arrivare poi a una sintesi per punti che potremmo anche chiamare presa di coscienza collettiva di cosa è veramente oggi un forum che ha vari anni di vita e ha cambiato pelle ormai tre o quattro volte.

20 Mar 2007 | ore 12:03

ma tu Bonilli il forum come lo vorresti??
come lo vedi nella tua testa un forum tipo??
dacci la tua di versione.
con deferenza
voice

20 Mar 2007 | ore 12:20

Riferendomi alla sua domanda sui punti deboli e forti del forum a me piacerebbe, l'ho già detto, che chi il Gambero Rosso lo fa, lo dirige, lo scrive intervenga di più. Sia proponendo argomenti da discutere sia dicendo la propria su argomenti nostri.
Specialmente nei canali sul vino e sulla ristorazione.
Potremmo arricchirci tutti di nuovi spunti e nuove idee.

Ciao

21 Mar 2007 | ore 13:01

....dai Bonilli, con il tuo sapere e la tua esperienza illumina (o fulmina) i forumisti...

Mucca

21 Mar 2007 | ore 13:07

Mucca non voglio entrare in una evidente polemica preesistente fra te e il Direttore però credo che da un maggiore scambio di idee ci si arricchisca sempre. Non si tratta di illuminare nessuno, si tratta di confronto, scontro, pareri idee che se circolano possono essere emendate, arricchite o anche cassate.
Il dialogo in un forum ha il presupposto, secondo me, di essere un dialogo fra pari. Che poi uno possa avere più o meno esperienza di un altro in un determinato settore è normale nella vita di tutti i giorni....non bisogna ne dolersene ne averne invidia.
Basta prenderne coscienza ed ascoltare chi, su quel dato argomento, dimostra di saperne più di te.

Ciao


p.s. comunque ad irridere chi esprime le proprie opinioni non ci fai una bella figura.

21 Mar 2007 | ore 13:54

Vigna,
guarda che io non irridevo nessuno e concordo sul fatto che Bonilli dovrebbe essere il primo a intervenire più spesso nel suo forum apportando utili elementi di discussioni nelle già di per se interessanti e appassionate discussioni tra forumisti.

Mucca

21 Mar 2007 | ore 14:05

ma se il forum chiudesse qualcuno se ne accorgerebbe??

21 Mar 2007 | ore 17:15

sono in viaggio, leggo ma scrivo quando arrivo

21 Mar 2007 | ore 17:42

ammazza quanto è lungo sto viaggio.
Non è che ti hanno fermato alla frontiera (il purgatorio) in attesa della decisione di spedirti in paradiso (il papero giallo) o all'inferno (il forum) :-)

Mucca

21 Mar 2007 | ore 23:37

Una prima risposta l'ho messa nel post sugli spaghetti alla bolognese :-)

22 Mar 2007 | ore 12:32

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed