31
Mar 2007
ore 19:54

Dico alcune cose no food

< >

Negli Usa Letterman mette alla berlina, nel corso di una delle più seguite trasmissioni televisive, la Chiesa cattolica travolta da centinaia di casi di violenza sessuale e pedofilia fatta da preti nei confronti di giovani allievi e fedeli maschi e che si è tentato in ogni modo di nascondere. Dovranno pagare miliardi in risarcimenti e molte diocesi stanno fallendo. In Italia il nuovo presidente della Cei dice che dire no ai Dico è dire no alla pedofilia e all'incesto. Non c'è niente da fare, sono quelli dell'Inquisizione, di Giordano Bruno, di Galileo e ora del pastore tedesco.

commenti 66

Mi verrebbe da dire:parole sante!

31 Mar 2007 | ore 20:46

Beh, la tavola è bella proprio quando permette di parlare anche del resto, no? Proprio così non cambiano. E neppure noi. Entrambi tosti, comandante! E chissà chi andrà in Paradiso.

31 Mar 2007 | ore 20:47

E purtroppo sono gli stessi delle Crociate e dello sterminio dei popoli nativi delle colonie. Non dite che esagero. Partivano dalla stessa logica. In barba al palestinese (nato ebreo) che 2000 anni fa diceva cose sante e tolleranti a tavola...

31 Mar 2007 | ore 22:34

Sono assolutissimamente d'accordo con le sue parole.

E' ora di farla finita con l'ingerenza della chiesa nella vita della repubblica. Tutti dovrebbero boicottare le attività della chiesa almeno evitando di devolverle direttamente il proprio otto per mille.
Ma anche nella vita di tutti i giorni bisogna proporre ed attuare del sano anticlericalismo.

Parte della colpa è anche della nostra classe politica che è fin troppo "rispettosa" di ciò che dice la chiesa. Se si va nel nord europa, non solo ormai, le cose cambiano e della chiesa e di dio non ne parla nessuno.
Può sembrare strano ma fuori dai nostri confini di chiesa o religione si parla 1000 volte di meno....specialmente in televisione.

01 Apr 2007 | ore 01:22

certo che c'hanno una bella faccia tosta a parlare di pedofilia. loro!
come se io mi mettessi a predicare moderazione a tavola nel bere e nel mangiare.
comunque loro fanno il proprio (sporco) mestiere: abbindolare gli allocchi.
la colpa è sempre di chi gli da retta.

01 Apr 2007 | ore 07:47

L'orsacchio tedesco Er Direktor.

Fantastico nella doppia versione di Eli
http://qoca.typepad.com/qoca/

01 Apr 2007 | ore 11:25

anch'io mi chiedo: ma perche' gli danno tanto retta?

quali favori ricevono i parlamentari che ubbidiscono a Santa Romana Chiesa?

non dimentichiamo che si parla di una delle piu' grandi potenze finanziarie del pianeta

Nico

01 Apr 2007 | ore 12:34

Vorrà dire che i cattolici, prima di parlare, dovranno chiedere il permesso a Vignadelmar e ai suoi accoliti. Sono totalmente d'accordo col presidente della Cei, e poco mi importa del rumoreggiare dell'assemblea sindacale dei laicisti da copertina in fregola perenne. Non riuscirete a chiuderci la bocca, voialtri occhiuti sostenitori della libertà d'espressione a senso unico.

01 Apr 2007 | ore 12:53

Tommaso, ma sei serio?
Bagnasco ha detto che dai DICO si passa facilmente all'inscesto e alla pedofilia.

Come dire: se consento alle persone di bere un bicchiere di vino, finiranno sicuramente per ubriacarsi e poi per drogarsi.

Vivresti bene in un paese islamico.

Nico

01 Apr 2007 | ore 13:08

m'ha telefonato vignadelmar, dice che oggi c'ha da fare e non può vigilare.
però state attenti lo stesso a quello che scrivete.
la lubyanka vi aspetta.

01 Apr 2007 | ore 13:31

Un salto nel buio di cinquecento anni...Ma come è possibile confondere un movimento per i diritti civili(di cui non condivido tutto ma che merita la considerazione degli Uomini Liberi)rispetto ad una piaga sociale come la pedofilia o l' incesto?
Queste oltre ad essere delle gravi ingerenze nella nostra vita pubblica sono anche delle abberrazioni dal punto di vista dell' informazione.
Ma il Governo nel frattempo dov è?

01 Apr 2007 | ore 14:16

Sig. Farina, noi non Le vogliamo chiudere la bocca.
Forse voi volete impedire a qualcuno di noi di vivere compiutamente, solidaristicamente e perchè no anche amorevolmente le proprie amicizie.

Continuate a dire no alle più elementari regole di convivenza e vi ritroverete soli a pregare (?) un'immagine crocefissa e ammutolita dalla vostra cattiveria.

01 Apr 2007 | ore 14:43

Quando ho letto la notizia e in particolare la parola "pedofilia" ho pensato: «senti da che pulpito...».

01 Apr 2007 | ore 14:54

Io ho esitato un po' prima di scrivere perchè rispetto sempre chi la pensa in modo diverso dal mio, per esempio Tommaso Farina, e non volevo attaccare personalmente qualcuno ma esprimere il profondo disagio di chi, laico, vede messi in discussione i principi di laicità dello stato, che sono principi della Costituzione italiana, non dimentichiamolo, da questa continua pressione della chiesa, impensabile in qualunque altro paese europeo. Persino in Spagna, i vescovi hanno fatto scendere in piazza le loro truppe ma hanno perso le elezioni. In Francia una così sfrontata ingerenza verrebbe respinta da tutti, destra o sinistra, in nome della laicità dello stato. E infatti la costituzione europea ha bocciato la campagna disperata della chiesa di Roma per introdurre la voce sulle origini cristiane dell'europa, che in quel documento non avevano senso, e io ho goduto molto per quella sconfitta papale.
Ora in Italia devo vivere con una classe politica di divorziati, Casini, Berlusconi, Castelli, Bossi tanto per fare dei nomi, che predica a me laico l'indissolubilità del matrimonio.
Un'ipocrisia stomachevole di una chiesa che predica la castità ed è martoriata dai casi di pedofilia, in America conclamati, in Italia che emergono solo quando vengono arrestati i preti, e non sono pochi ogni anno.
Non riconosco nessuna autorità morale a una chiesa che nega l'uso del preservativo in Africa contribuendo con questa posizione alla morte di centinaia di migliaia di persone ogni anno per Aids.
Nel mio piccolo do l'8X1000 ai valdesi e vi ricordo, altra rapina, che non facendo questa scelta i soldi vanno in gran parte alla chiesa cattolica.
Il dissenso concreto lo si comincia a praticare dalle piccole cose.

01 Apr 2007 | ore 15:23

Sig Farina forse potrebbe provare a rivolgersi a uno psichiatra, insieme a Bagnasco... in due dovrebbero farvi lo sconto

01 Apr 2007 | ore 15:33

In effetti, mi sa che è meglio entrare dalla scorciatoia, piuttosto che dalla porta principale...

01 Apr 2007 | ore 15:41

Mi piacerebbe sapere da Tommaso Farina in cosa consiste "la libertà d'espressione a senso unico" dei sostenitori dei DICO. Dato che io avevo l'impressione che la visione a senso unico l'avessero i cattolici...

01 Apr 2007 | ore 15:55

Stefano, preciso che ce l'avevo con Vignadelmar (cui rimando l'accusa fumosa di cattiveria). Ti rammento comunque che in Africa la percentuale dei cattolici è di circa il 17% della popolazione, e che forse forse il mancato uso dei contraccettivi non deriva dal fatto che il Papa dica che è una cosa brutta. Gli animisti o i mussulmani non obbediscono al Papa, e rappresentano una fetta molto maggiore di cattoli (e dei cristiani) nel continente nero.

Marty, allo psichiatra rivolgiti tu, se è il caso. E se proprio devi insultarmi firmati, no? Non ti mangio mica sai.

Gumbo, la "libertà d'espressione a senso unico" è quella di cui ciancia molta gente, la stessa che si traccia le vesti quando a qualche macchietta più o meno comica si nega un'apparizione televisiva. Molti di loro (non tutti) sono gli stessi che vorrebbero i cattolici zitti. Io francamente non vorrei nessuno, zitto.

01 Apr 2007 | ore 16:02

Ovviamente "che sono cosa brutta". Il Vinitaly e la stanchezza giocano qualche scherzetto.

01 Apr 2007 | ore 16:03

non t'hanno voluto in tv?
allora è vero che s' cattivi loro

01 Apr 2007 | ore 16:32

per tommaso....non concordo con quanto hai detto e lo sai....io sarei al rogo come stregone fossero tutti della tua idea!....
ps...ritornando ad una tua risposta datami in altra sede.....sono convinto di essere nel giusto e nell'etica umana...il ratzi come ha detto arturo brachetti a radio a poco da campa'(come ideologia) vedasi da dove escono come cultura, appunto la cattolica, alcuni dei piu' grandi figli di puttana del panorama italiano.....
ma tu vai a messa tutte le domeniche mattina come belzebu'/andreotti?

01 Apr 2007 | ore 16:48

Sig. Farina, l'accusa di cattiveria sarà anche fumosa; certo meno fumoso dell'intento persecutorio con cui Lei e la sua adorata Santa Romana Chiesa Cattolica Apostolica vessate gli omosessuali che vorrebbero soltanto vivere in armonia e con pari diritti di tutte le altre coppie "regolari" a voi tanto care.
lei naturalmente tace, non risponde alle circostanziate e pubbliche accuse di pedofilia cui parte del suo amato clero è chiamato a rispondere. Naturalmente tace sulla partecipazione sodale delle gerarchie ecclesiastiche a tutte le sanguinarie dittature militari del centro e sud america. Naturalmente tace sullo sterminio di milioni di indiani d'america che nel 1500 furono sterminati dai cattolicissimi re di Spagna. Naturalmente tace sulle crociate, a me piace chiamarle guerre di aggressione, in medio oriente cui i suoi amati Papi guerrieri chiamarono l'occidente al grido di "Dio lo vuole!"
Ed anche se è vero che i cattolici in Africa sono una piccolissima percentuale, sono pur sempre migliaia e migliaia di persone che potrebbero salvare ed essere salvate.......o a Lei non interessano ?

E poi non dimentichiamoci che Città del Vaticano è appunto uno stato straniero.......come si comporterebbero, come reagirebbero gli USA se ad esempio la Repubblica Italiana invitasse ufficialmente i membri del Congresso a votare o a non votare una legge ?

Ciao

01 Apr 2007 | ore 20:41

Mai stato a favore dei pedofili, siano essi ecclesiastici, cattolici, musulmani o che altro. Mai perseguitato nessuno. Quanto all'Africa, vorrei sapere quando e dove ho detto che non mi interesserebbe salvare delle vite. Ho semplicemente risposto con un dato autentico a un'affermazione gratuita e non documentata.
Quanto al resto, siamo nel limbo del luogo comune.

01 Apr 2007 | ore 21:21

Secondo me, come sempre quando si parla di certi argomenti, è una discussione che non avrà molti effetti pratici. A me sembra ovvio ed evidente il mio punto di vista (e quelli più vicini al mio), a Tommaso Farina il suo (che io non comprendo)...e tutti alla fine rimarremo identici a prima.

01 Apr 2007 | ore 21:28

brava jumbo!
io non discuto neanche con quelli che la pensano come me, figuriamoci con gli altri.
ma ogni tanto mi scatta la molla.
fermatemi, per favore, quando succede.

PS x vigna
ti sei dimenticato il funerale cattolico di pinochet contro quello negato di welby.
SE moro voglio il funerale come pinochet, però.

01 Apr 2007 | ore 21:43

Ciro, vuoi dire che preferisci un rito cattolico e urla "Viva Chile! Gracias a Pinochet!"" rispetto a bandiere rosse e cose tipo "De pie, luchar el pueblo va a triunfar, la patria vencerà" ecc?

01 Apr 2007 | ore 22:17

certo!
preferisco (vedere) il funerale di pinochet.
con tutti i preti.

01 Apr 2007 | ore 23:02

Discutere e' l'unica maniera per trovare un punto in comune. E per smascherare quelli che alzano cortine di fumo, o i fondamentalisti cattolici o talebani, gli intolleranti... La maggioranza e' fatta da quelli che ascoltano (o osservano) le opinioni opposte, per farsi la propria. E poi io se devo condividere una discussione sul caffe', sull'olio, sulla pasta, in questo blog, mi interessa anche sapere che pensa il mio interlocutore su altre cose. Dimmi come pensi e immagino meglio come mangi

01 Apr 2007 | ore 23:48

Ogni tanto una discussione fuori dall'ambto gastronomico aiuta, ha ragione vinocchio. Temo comunque, e qui mi accodo a Gumbo, che discutere a ruota libera senza cercare punti di incontro, diventa un esercizio sterile.Il popolo cattolico è un arcipelago variopinto dove convivono molte anime, da Andreotti a don Luigi Ciotti, dagli scout a Comunione e Liberazione, tanto per far capire gli estremi, e sono convinto che la maggior parte di coloro che frequentano parrocchie e vivono quotidianamente la loro fede siano in grado di ragionare con la loro testa, quando si tratta di distinguere tra Vangelo e politica. La questione posta da Bonilli, con il successivo intervento, mi sembra sposti molto il focus sull'ingerenza della Chiesa nelle leggi che vuole emanare uno stato laico. Le parole di Oscar Luigi Scalfaro a difesa della laicitò, mi sono sembrate molto appropriate. Lo spettacolo disgustoso è dato dai politici che, ancora una volta,si dimostrano ben lontani dal "sentire" della gente comune, una sorta di casta privilegiata che può parlare a nome della Chiesa se pur separata, divorziata, ecc. ecc.

02 Apr 2007 | ore 00:33

penso che la "coltura cattolica" e' al conto.....ho coniugato in una frase il mio pensiero culinarioetico....

02 Apr 2007 | ore 00:36

A parte che non riconosco nessuna autorità a una chiese che si intestardisce a colonizzare fregandosene dei contesti culturali (ricordando alcune tribu della nuova zeelandia, 'scoperte' si e no 60 anni fa, e da allora 'invase' da preti muniti di assurdissime icone - 'questo è il cristo', 'questa la vergine maria' ecc ecc), volevo ricordare, anche se l'ha già fatto il direttore, che gli 8 per milla devolti allo stato tornano in gran parte alla chiesa, dato che i 'beni culturali' della chiesa (la stessa che non paga l'ici ma che nel contempo gestisce veri e propri alberghi, a prezzi non proprio economici) vengono finanziati con gli 8 per milla devolti allo stato, appunto...

02 Apr 2007 | ore 01:40

'" sigrid l'ultima venuta"
:-O)

02 Apr 2007 | ore 03:08

Il Vaticano gestisce ormai milioni di dollari in investimanti che neanche riusciamo ad immaginare e per mascherare il tutto continuano a propinarci i consigli "pastorali". Quando si muove c'è sempre un tornaconto da difendere. Con la Chiesa,lo Stato Italiano ha una perenne cambiale in bianco che viene riempita a piacimento a seconda delle opportunità. Mi sono chiesto molte volte come sarebbe il bilancio della stato senza i privilegi concessi alla Chiesa. L' 8 x 1000 è solo una goccia nell'oceano.

02 Apr 2007 | ore 08:26

...mi sono appena svegliato... scusate.... " come potrebbe essere il bilancio.."

02 Apr 2007 | ore 08:29

Sig. Farina noto con piacere che lei tace anche sulle guerre di religione contro i nascenti protestanti che inondarono l'europa di sangue cristiano, tace anche sul tribunale dell'inquisizione che portò tortura, depravazione, morte e terrore in tutto il mondo.
Sig. Farina potrei continuare nella lista degli atti che sono stati fatti nel nome del Dio che credete degnamente di rappresentare........avete una sola fortuna....che questo Dio di cui vi riempite la bocca non esiste. Altrimenti il Dio della pace, della misericordia, della fratellanza, della carità, preso da giusta collera punirebbe chi, in suo nome, avrebbe compiuto tante e tali atrocità.
Ma voi cattolici siete tranquilli, con gesto eroico durante una sfarzosa liturgia in San Pietro, nell'anno 2500 chiederete scusa per quanto avete fatto fino ad ora......e poi potete sempre confessarvi !!!

02 Apr 2007 | ore 09:52

scusate l'errata coniugazione di un verbo......"avesse compiuto......."

02 Apr 2007 | ore 09:55

Vigna, non ho nessun "piacere" a tacere alcunché. In ogni caso, grazie di avermi avvertito che Dio non esiste. Probabilmente senza il tuo ammonimento sarei rimasto nel buio della ragione.
Ironia a parte, apprezzo molto che tu prenda la questione così a cuore, ma mi premuro di ricordarti che tanta parte dei morti ammazzati "per il cristianesimo" sono stati fatti anche dai protestanti che sembri dipingere come vittime incolpevoli di un furore puramente cattolico.
Ma non mi va di fare il sapientino, è un modo di discutere che non mi piace.

Comunque, mi sento di condividere ampia parte di quel che ha detto Leonardo Romanelli.

02 Apr 2007 | ore 12:59

Comunque, volendo evitare che questo diventi uno sfogatoio, mi è sembrato molto interessante variare, per una volta, le tematiche di discussione e mi è anche piaciuto il livello generale.

02 Apr 2007 | ore 13:58

Spero di non essere risultato eccessivo, ma sono fatto così. Di difendere le mie idee politiche me ne frega più niente che poco, ma sul cristianesimo invece non mi trattengo mai, e sottolineo mai.

02 Apr 2007 | ore 14:27

D'accordo con Bonilli sul variare le tematiche di discussione:recentemente sono intervenuto sulla cattura di Cesare Battisti in Brasile, contestando una serie di comportamenti dei politici, soprattutto del capo dei Senatori Comunisti Russo Spena. Detto questo, mi spiace solo quando le discussioni travalicano. Quando Vigna del Mar scrive "avete una sola fortuna....che questo Dio di cui vi riempite la bocca non esiste" è francamente pesante e posso capire che poi Tommaso si arrabbi. Proviamoci a discutre intorno ad un tavolo guardandosi in faccia:credo che riusciremmo a gestire il dialogo in maniera diversa. Scusate, ma io preferisco trovare sempre punti di contatto rispetto alle divisioni. Anche sui vini, sui ristoranti...(dai cerchiamo di rilassarci..)

02 Apr 2007 | ore 15:04

ho sempre sostenuto che la religione, il credo di ognuno, dovrebbe essere cosa privata e interiore. La religione, quale essa sia, è causa (e lo si vede da tempo) di guerre e scontri tra civiltà. Se Paolo e Mario stanno bene insieme, siano liberi di farlo e abbiano gli stessi diritti. Cerchiamo di non tornare al medioevo...La Chiesa dica pure ciò che pensa, ma lo Stato è laico, e laico deve restare. Ogni credente si comporterà poi di conseguenza. Se son cattolico mi sposerò in chiesa, se voglio farmi una famiglia senza il benestare del parroco, l'affetto nei confronti dei miei figli e della mia compagna non cambierà di una virgola. Che tutti (anche quelli che si risposano frequentemente) difendano una famiglia di serie A solo perchè esce da una parrocchia, francamente mi sembra ridicolo...Partiamo prima dal rispetto delle persone in quanto tali, poi tutto il resto è secondario.

02 Apr 2007 | ore 16:54

Sig Farina: lo psichiatra non era affatto un insulto... era un consiglio. Forse potreste lavorare insieme su quello che deve averle fatto sua madre da piccolo per renderla cosi ottuso e rigido.
E poi non la legge la mia firma? aspetti che gliela scrivo più in grosso... MARTY... ma forse non sa che il linguaggio di internet nasce dai nickname e non dai tommasofarina... cordialmente

02 Apr 2007 | ore 18:04

dimenticavo....BRRRRRRRRR!...ecco... questi erano i brividi di paura

02 Apr 2007 | ore 18:08

Marty, quando vorrò consigli li chiederò. A qualcun altro.

02 Apr 2007 | ore 18:34

Scusi Sig. Romanelli vorrebbe cortesemente spiegarmi per chè affermare che il Dio del quale vi riempite la bocca non esiste è un'affrmazione forte ? Io sono assolutamente convinto della non esistenza di Dio ed affermarlo è altrettanto forte di chi pubblicamente afferma il contrario....almeno fino a quando saremo in uno stato laico.
Al Sig. Farina replico affermando che io sono contrario a qualsiasi religione, si stava parlando dei cattolici e mi sono soffermato su questi.

02 Apr 2007 | ore 18:36

comunque non è che dio non esista.
è solo che è così importante che non ha nemmeno bisogno di esistere.
che ho detto? boh?

02 Apr 2007 | ore 19:12

@Vignadelmar
Il contesto nel quale era inserita la frase era forte, suonava quasi sprezzante, poi è vero che se lei non crede nell'esistenza di Dio è liberissimo di affermarlo, ci mancherebbe. Secondo me, anche i toni della discussione servono a capire se si cerca di arrivare a capo di qualcosa o se invece vogliamo sostenere ognuno le proprie ragioni senza ascoltare. Il fatto di non vedersi, di non sentire il tono della voce porta, a dover utilizzare le parole in maniera meditata. Personalmente sono sempre stato uno che ascolta le ragioni di tutti quando non cadono nel fondamentalismo (di tutti i colori beninteso).

02 Apr 2007 | ore 21:23

mi scusi romanelli ma lei crede VERAMENTE che ascoltando o leggendo quello che scrive un altro potrebbe cambiare idea o si tratta (cfr gumbo) di sterile e, volendo, masturbatorio esercizio?

visto che normalmente non concedo a nessuno la possibilità di farmi domande mi rispondo da solo, e per primo.
io sono daccordo con gumbo (sterile e masturbatorio).
insomma ci parliamo, o scriviamo, un po' addosso.
mo' ho fatto il serio e ripasso al cazzeggio dall'altra parte.
buona serata a tutti.

02 Apr 2007 | ore 21:36

Beh, caro Ciro, normalmente siamo d'accordo ma su questo tuo ultimo pensiero assolutamente no. Che lo si creda o no io sono molto attento a ciò che gli altri scrivono/dicono. certo su determinati argomenti ho delle opinioni quasi granitiche ma se le considerassi inemendabili non perderei neanche il tempo a confrontarmi con terzi o a fare attività politica.
Lo scambio, l'interazione anche litigiosa (a parole) è pur sempre un momento di arricchimento culturale. Semmai la società di oggi ci spinge sempre più verso una conversazione banale e banalizzante, ben vengano quindi questi momenti "altri ed alti" di scambio. Bene ha fatto anche secondo me il Direttore ha porre questo pensiero alla nostra riflessione.
Ciao

02 Apr 2007 | ore 22:00

caro (mo te lo "devo" scrivere anch'io) vigna, non è che lo scambio non mi arricchisca. figurati.
è che poi faccio il conto con gli anni (miei) e con le tradizioni (familiari) e mi ritrovo che voto sempre uguale, che sento sempre uguale.
addirittura, più o meno, come i miei nonni.
che erano nati 2 (due) secoli fa.
ne vado anche orgoglioso. però capisco che ormai questo sono e questo rimango.
con tutto il rispetto (e frequentissima simpatia)per chi la pensa in maniera diversa da me.

02 Apr 2007 | ore 22:13

Vignadelmar, io ad esempio non è che sia contraria al fatto che su questo blog si parli anche di argomenti come questo, e che ognuno dica la sua. Anzi. Possiamo chiacchierarne, ma così per passatempo o forse ad uso di chi transita di qui per caso...però, credo che noi che abbiamo scritto non abbiamo nessuna intenzione di cambiare punto di vista e siamo già convinti di aver ragione per un sacco di validi motivi. Su di me ne sono sicura, su di voi non posso esserlo...se cambiate idea fatemelo sapere, così per mia curiosità...

02 Apr 2007 | ore 22:32

@ciro9999
Il cambiare idea dipende dalle argomentazioni che uno porta, non le pare? Non credo ci possa essere una sorta di folgorazione sulla via di Damasco come San Paolo (passatemi la citazione, visto l'argomento:-) ) comunque ci può essere del buono in ogni frase. Poniamoci come quando etriamo in un ristorante dove non ci aspettiamo niente di positivo e poi invece ne usciamo rinfrancati. Sono d'accordo con vignadelmar poi, quando dice che possiamo discutere, dentro un blog sul cibo, di argomenti "altri ed alti" di scambio

02 Apr 2007 | ore 22:44

Leonardo Romanelli, parla con Ciro però uan cosa la dico anch'io:
1. Io c'ho la testa particolarmente dura, in effetti; di solito però le argomentazioni altrui al amssimo mi mettono un apulce nell'orecchio. Quasi sempre è solo l'esperienza a farmi cambiare idea.

2. ci sono argomenti, e questo è uno di quelli, in cui qualunque argomentazione portino i miei "avversari" io giò so che non cambierò idea perchè si radica nelle mie convinzioni più profonde. Quelle non cambiano leggendo qualche post su internet.

02 Apr 2007 | ore 23:05

curioso vedere come la religione, una sola in questo caso, riesca a dividere la gente anche in un semplice blog...mettiamone un paio con qualche milione di persone ottuse e...boom! Chissàmai se Dio è contento ;-)

03 Apr 2007 | ore 07:32

io nel ristorante del papa ho provato anche ad entrarci ultimamente (funerale), mentre normalmente aspetto fuori (come fanno gli uomini nei paesi la mattina quando accompagnano le donne a messa).
5 minuti scarsi e poi sono uscito.
è un ristorante che non mi prende.

03 Apr 2007 | ore 08:00

Mah, michele il fatto è che in questo argomento (i dico), secondo me, la religione non c'entrerebbe. Poi ci vuole mettere il naso - e influire conseguentemente sulla vita persone che cattoliche non sono - e allora diventa, una questione di religione con tutte le conseguenze del caso(anche per la discussione).

03 Apr 2007 | ore 08:57

Cert Gumbo, infatti non dovrebbe essere coinvolta, se così fosse vivremmo in uno stato confessionale (e qualche dubbio mi è già venuto...) tale e quale a quelli islamici radicali contro i quali si stracciano le vesti...mi ripeto, prima il rispetto della persona. Ognuno poi si comporterà di conseguenza. O siamo tanto pecoroni e privi di coscienza che dobbiamo farci imporre uno stile di vita da qualcun altro? Forse l'uomo di oggi è davvero vuoto, spaventato e insicuro che torna ad aggrapparsi alla fede. Ma è già successo in altre epoche...

03 Apr 2007 | ore 09:10

tanto con i dico cadono loro e il governo e vai

04 Apr 2007 | ore 21:03

Non ho letto tutti i commenti, ma è un argomento che mi sta a cuore.
Per Tommaso Farina:
L'aids in Africa ha le sue sacche di maggior contagio nei paesi cattolici, e cio' per due motivi: mancata circoncisione degli organi maschili, e per i costumi sessuali ben più aperti dei popoli di queste terre rispetto ai loro conterranei mussulmani.
Quello che non capisco dei Laici è il fatto di osannare Giovanni Paolo II come una delle massime personalità del nostro tempo quando a cose fatte ha ben più morti sulla coscienza di qualunque altra persona vissuta nel '900
Sono in completo disaccordo con i Dico, matrimoni agli omosessuali anche sì, ma i DICO, mi sembrano una deresponsabilizzazione di un rapporto fra persone.
La chiesa cattolica ha potere in Italia perchè la nostra capitale è anche la capitale di un esercito di 1.200.000.000 di credenti nel mondo.
E perchè da un millennio e mezzo è importante esclusivamente per questo.
Il problema sono le persone che continuano ad ascoltare l'opinione della chiesa in ogni ambito sociale, non di chi cerca di consigliare un ipotetica via sicura per arrivare al paradiso.

05 Apr 2007 | ore 10:04

Sarebbe interessante sapere quali sarebbero i morti fatti da Giovanni Paolo II dal 1978 alla fine del pontificato, e perché in meno di trent'anni ne avrebbe fatti più di Hitler, Stalin, Pol Pot, Pinochet e compagnia cantante. Se proprio dobbiamo spararle grosse, cerchiamo di essere meno ridicoli. E in ogni caso, i Africa non esiste nessun "Paese cattolico".

05 Apr 2007 | ore 20:19

se dio vuole

06 Apr 2007 | ore 11:13

la Chiesa ha tutto il diritto di manifestare la propria opininione e cercare di convincere l'opinione pubblica e la classe politica. E' assurdo pensare il contrario.La classe politica riceve continuamente sollecitazioni da parte di ogni tipo di lobby o potere più o meno forte, perchè non dovrebbe riceverle da Sacra Romana Chiesa?
E' assurdo voler chiudere la bocca alla Chiesa, hanno tutto il diritto di esprimere le loro convinzioni.Poi uno decide secondo le proprie.

06 Apr 2007 | ore 16:37

Gennarì, parole sante! Quanto ssì bbravo!

10 Apr 2007 | ore 16:37

"Il problema sono le persone che continuano ad ascoltare l'opinione della chiesa in ogni ambito sociale, non di chi cerca di consigliare un ipotetica via sicura per arrivare al paradiso."

Quello che si dice un'opinione democratica...

Io penso invece che i cristiani siano liberissimi di professare nella maniera più libera la fede religiosa e le opinioni politiche che preferiscono, eventualmente anche strettamente correlate fra di loro.

Quello a cui invece tutti dovrebbero sentirsi laicamente interessati, e che laicamente dovrebbero difendere, cristiani compresi, è il rispetto delle regole del gioco fra le diverse sfere di influenza. Se il Vaticano che da un punto di vista politico è uno Stato straniero si mette a fare pressioni esplicite e DIRETTE sul processo legislativo italiano, attraverso la propria autorità religiosa, credo che queste regole le violi.

Un conto è esprimere il proprio parere ai propri credenti, anche su aspetti prettamente politici. Un altro è porsi come intermediario, come referente esplicito di una certa parte di Parlamentari. Parlamentari che non sono stati eletti dal Vaticano, ma sono stati eletti invece da cittadini italiani, che a loro volta sono liberi di rifarsi a chi vogliono nel formare le loro opinioni politiche, anche alla Chiesa, ma solo INDIRETTAMENTE.

Altrimenti la prossima volta che si elegge il Papa, il Parlamento o il Governo del momento faranno sentire la loro voce, richiamando attraverso le proprie leve (e non ne mancherebbero, a partire da quella fiscale...) i vari porporati a far convergere il voto su questo o quel candidato. Se si vuole rispetto, lo si deve dare.

13 Apr 2007 | ore 04:22

bravi, davvero inaspettato un dibattito così attivo sui DICO nel sito del gambero rosso, mi piace........e mi piace vedere che la parte di coloro che li negano come diritto (per principio) è veramente scarna !! io che ne parlo con tutti, perchè sono fortemente motivata, non solo per principio ma per ESIGENZA REALE (sono gaya o lesbica se preferite!) so che è davvero sparuta la parte di italiani concordi con il "generale" Bagnasco, ma so anche che la Chiesa ha ben altri interessi da proteggere e che la nostra politica è schiava dei voti dei cattolici........o almeno cerca di barcamenarsi nella lontana speranza di non perdere MAI voti.....ma cambierà la storia! la società italiana è pronta e, come spesso accade, precede i cambiamenti politici, radicali o superficiali che siano . Auguri a tutti noi e ai nostri figli (anche a quelli delle lesbiche, se lo permettete) di una società più civile!

13 Apr 2007 | ore 19:49

Già, vietateci direttamente di votare, così forse sarete contenti.

17 Apr 2007 | ore 13:02

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed