14
Lug 2007
ore 11:00

Il Meridien e la spremuta

< >

Al Meridien di Torino era in uso una bella macchina spremi aranci che ognuno usava autonomamente la mattina per la colazione. Una spremuta fresca era una vera meraviglia.

Oggi non c'è più, sostituita da una macchina che distribuisce succo di arancia industriale, dicono perchè è negli standard del gruppo.

Mi domando, nel paese delle arance, come ragionino questi manager americani del gruppo Starwood che tolgono il fresco per l'industriale:

A) per motivi di economia? Non ci posso credere perchè le arance da spremuta costano poco e perchè nel bicchiere non entrava che il succo di due arance.

B) Perchè non sanno la differenza tra il succo fresco e quello industriale

C) Perchè gli standard di un albergo si decidono al computer e la macchina spremi aranci era fuori dai parametri (quali?) 

D) Date voi una spiegazione 

commenti 8

Caro Direttore, credo che un gruppo come Starwood ragioni con logiche legate alle economie di massa possibili all'interno di un circuito ampio come il loro. Ciò significa, dico sempre probabilmente, che attenendosi a degli standard indicano una gara d'appalto internazionale per le varie forniture necessarie. Succo d'arancia industriale compreso. Stiamo parlando di ettolitri di succo per tutti i loro hotel. Probabilmente succo pastorizzato e concentrato, dove anche i costi di stoccaggio sono contenuti. Sia per la lunga conservazione che per la possibilità di immaggazinare la merce molto comodamente e ordinatamente visti i tetrapack a parallelepipedo. Dunque il risparmio è sul costo del succo, sulla fornitura a tutti gli hotel del gruppo, sui costi di magazzino e di catena del freddo necessaria a conservare le arance. Al di là del pessimo servizio al cliente che beve una vera schifezza rispetto ad una spremuta fresca vorrei aggiungere anche la decisa "insostenibilità" nella filiera di produzione del succo d'arancia. Per ogni bichiere di succo è necessario, ai fini della produzione, investire tre bicchieri d'acqua. Più tutti gli inquinamenti derivati dal processo di produzione stesso. E' provato che la produzione di succo d'arancia - paese leader gli USA - abbia impatti ambientali abbastanza devastanti. Credo che in rete siano disponibili dossier seri in materia. Un caro saluto come sempre.

14 Lug 2007 | ore 12:37

Chiarissimo. Si potrebbe dire che i manager della Starwood pensano al loro benessere e a quello della compagnia ma non al mio. E la cosa mi scoccia.

14 Lug 2007 | ore 16:19

Si parte del succo d'arancia e si va ad attaccare l'America? Non ti sembra un tantino acrobatico Fabio?

14 Lug 2007 | ore 21:02

Sconcertante la scelta di un hotel di lusso di applicare le regole di un hotel di categoria inferiore.
Credo che sia un lampante caso di cecità, spesso diffuso nei grandi gruppi dove non sono i singoli a prendere decisioni ma piuttosto le macchine e i consigli di amministrazione così lontani dalla realtà.
Sottoscrivo subito un appello al Meridien di Torino e alla sua direzione perchè possa far ritornare la spemiagrumi troppo presto abbandonata.

14 Lug 2007 | ore 22:16

Perché la macchina distributora di succo industriale è più facile da pulire, sporca meno in giro, si rompe meno. Insomma, rende di più in risparmio totale. (E ora io la spremuta d'arancia vera a colazione la chiedo alla cameriera al tavolo. Non risparmio, ma affronto la giornata col sorriso ;-)

15 Lug 2007 | ore 00:50

Ragazzi, guardate che la soluzione è a portata di mano...
Chiamate il Meridien, prenotate una camera.
Poi richiamate e dite "mi scusi, ma è vero che avete tolto la macchina delle spremute?" vi diranno di si, o si informeranno e poi vi diranno di si... allora molto gentilmente basterà dire che siamo spiacenti ma annulliamo la prenotazione, con preghiera di avvertire il management del grave (secondo noi) passo indietro.
Tempo un mese ne mettono una per piano di macchine...
Comunque un mese fa c'era ancora, sporca e bistrattata, ma funzionante.
Ciao,
Claudio

16 Lug 2007 | ore 09:25

Per Tommaso Farina: no caro Tommaso, non attacco l'america. Stavo e stiamo facendo delle considerazioni sul succo d'arancia. :-)

16 Lug 2007 | ore 13:55

Che condivido, almeno in parte.

16 Lug 2007 | ore 16:39

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed