05
Dic 2007
ore 11:45

Ezio Marchesi & Gualtiero Santin

< >

Grande concorso: chi ha mangiato almeno una volta da Marchesi e da Santin? Vince chi si è seduto a quelle tavole per primo. Chi è stato da Marchesi in via Bonvesin de la Riva? In che anno? E all'Antica Osteria del Ponte quando ci siete stati e quanto avete pagato? Sapete dire in che anno Marchesi si è trasferito in Franciacorta? Quando ha aperto il suo ristorante Ezio Santin, prima o dopo Marchesi?

Se sapete rispondere vuol dire che siete dei gourmet, degli appassionati colti e non dei parvenu della buona tavola e vincete la gara.
Se non sapete rispondere è perchè vi mancano i fondamentali, un po' come se uno non avesse mai letto Guerra e pace e volesse occuparsi di letteratura.

Ah, a proposito, Marchesi & Santin festeggiano i 30 anni di attività, per la cucina italiana una data importante. Vi viene da fare qualche commento? E' gratis, non si paga :-)

I nomi sbagliati? Beh è per via del blog, i lettori sono attratti solo se si applica la regola del "famolo strano" 

commenti 24

Io non sono stato in nessuno dei 2 posti, grande mancanza mia ed è proprio per questo che ritengo di dover fare molta molta strada prima di potermi ritenere un gourmet e, a maggior ragione, un critico con cognizione di causa.
Ne riparliamo tra una quindicina di anni almeno..;)

05 Dic 2007 | ore 12:24

Santin settembre 1992, con in cucina un capopartita di nome Barbaglini :-)
Il Maestro stesso anno, a giugno, indovina tu dove Direttore :-)
Solo due risposte
Un Saluto

05 Dic 2007 | ore 12:30

Dipende dall'età, per un trentenne è normale non essere stato in nessuno dei due posti, un quarantenne già in uno avrebbe potuto andarci ma per i cinquantenni non ci sono scusanti.
Il costo, poi, che non è irrilevante, va messo nella voce "esperienze da fare". Chiaro che se per uno il ristorante è un puro luogo del mangiare questo discorso non sta in piedi.
Ma io penso che se uno si prende la briga di arrivare fin qui, al Papero giallo, mica si affaccia per leggere dell'ultimo gol di Inzaghi o del prossimo film sui Gucci.

05 Dic 2007 | ore 12:33

Se non ci si è stati e non si sa si può comunque provare a cercare:
1. Da settembre 1993
2. Santin dal 1976 all'Antica Osteria del Ponte, Marchesi dal 1977 a Milano.

05 Dic 2007 | ore 12:35

Aggiungo che la mia esperienza da Santin, non me ne voglia il maestro, mi segnò immensamente di più. Una cucina di una linearità stupefacente, anche per me che allora non avevo tanti termini di paragone come oggi. Ricordo un foie gras con i fichi caramellati da urlo, e se lo ricordo ancor oggi un motivo ci sarà :-)

05 Dic 2007 | ore 12:45

p.s. Ammesso che le mie fonti siano affidabili, non meriterei comunque il titolo di gourmet colta -perchè non lo sapevo, ho solo cercato l'informazione - ma tanto chiunque passi di qua può cercare...quindi difficile stabilire chi lo sa a memoria e chi no!! ;-)

05 Dic 2007 | ore 13:01

Marchesi nel 90 a Milano e a Erbusco (£120.000) fine 93, aperto da poco, Carlo Cracco in cucina (aveva lasciato poco prima Pinchiorri), con giacca a righe blu e rosse...

05 Dic 2007 | ore 13:02

Beh, essere capitati a Cassinetta di Lugagnano nel dicembre del 1976 avendo oggi 40 anni mi sembra un'esperienza difficile :-)
Idem per Bonvesin de la Riva e quindi anche in tempi di google sapere non vuol dire essere ma già sapere aiuta a capire che questi due signori sono due pilastri della nostra cucina e mi fa piacere che Cauzzi dica di Santin quello che ha scritto perchè secondo me Ezio Santin è stato molto sottovalutato dalla critica.

05 Dic 2007 | ore 13:20

Bè certo tra i frequentatori del blog forse sono più quelli che non possono averlo scoperto per esperienza diretta perchè all'epoca erano ragazzini, bambini, infanti, neonati o neanche ancora nati; al limite per caso ci può essere finito qualche fortunato figlio di gourmet che magari è stato trascinato lì dai genitori che hanno ordinato per lui una pasta in bianco e la bistecchina (con sommo gaudio della cucina, immagino) :-)))

05 Dic 2007 | ore 14:07

mi permetterei di aggiungere il terzo mito: il San Domenico di Morini e Marcattilii.

05 Dic 2007 | ore 14:27

E' un mito ma non festeggia i 30 anni ma i 37 anni essendo stato aperto da Gianluigi Morini il 7 marzo 1970.

05 Dic 2007 | ore 14:52

Gli utlimi post, il sito dell'Antica Osteria e la serie di foto che ho linkato un paio di post fa mi hanno fatto venire in mente una cosa: non c'è un bel librone con tante storie e tante foto storiche come quelle? Peccato se non c'è perchè sarebbe molto interessante. E poi i piatti, gli arredamenti ridondanti, i baffetti (!), le composizioni floreali e i piatti...vedere come cambiano attraverso gli anni, magari accompagnati da aneddoti e testimonianze sarebbe fantastico!

05 Dic 2007 | ore 15:05

UNO SPONSOOOR...!!!! datemi uno sponsor :-)

05 Dic 2007 | ore 15:07

my dear director
ho 48 anni e non mi sono mai seduto al tavolo di nessuno di noi....ed ora che scusa metto in campo...sono in leggera difficoltà. Bene passo al bancomat e vedo il conto poi ci penso...posso chiedere un mutuo...comunque mi consolo marchesi l'ho conosciuto in francia e ci ho scambiato due parole Santin non ho avuto il piacere. Ma ho letto molto di entrambi.
Bonilli lei che li conosce bene c' rivalità tra i due? si odiano e si amano? chi snobba l'altro? chi rosica tra i due? chi è il più simpatico Facciamo un pochino di gossip simpatico

Mi scusi il cazzeggio
Levo il disturbo

05 Dic 2007 | ore 15:08

Significativa la polemica fra i due, su A Tavola, primi anni 90?

05 Dic 2007 | ore 15:17

Il tempo ha quietato la rivalità: Marchesi ha un ego gigantesco, parla male di quasi tutti i suoi colleghi e se non lo fa lo pensa :-)
Santin è uomo più chiuso, più dedicato alla cucina, lui ci sta ancora, Marchesi sono anni che non fa più un piatto. Uno ha 77 anni l'altro 70 e questa differenza adesso si sente anche se il buon Gualtiero è sempre vitale e iper attivo.
Celebrare i 30 anni di carriera insieme mi sembra sia un gesto all'insegna della qualità e della storia dei due e dei loro ristoranti.

05 Dic 2007 | ore 15:29

Santin sottovalutato?
Io ricordo che negli anni novanta l'Antica Osteria era sempre ai primissimi posti di quelle classifiche che facevano la media delle varie guide, ne leggevo sempre in termini eccellenti ma purtroppo non sono mai riuscito ad andarci, peccato.

ciao
miogo

05 Dic 2007 | ore 15:49

da santin a giugno del 2006, si cenava nel giardino, non ho un buon ricordo della serata. A cominciare dal fatto che per arrivare nel giardino si passasse dalle sale del ristorante che con i tavoli non apparecchiati aveva un non so che di triste. Neanche il giardino, ricavato da un cortile più grande dove ci avevano fatto lasciare la macchina, mi era sembrato all'altezza.
Poi la cena, menù degustazione di sei o sette portate, di cui ricordo con gioia soltanto i ravioli semplicemente stupendi, pasta tirata alla perfezione, cottura da manuale e ripieno perfetto. Mi ha lasciato molto perplesso invece la terrina di foie gras e cioccolato.
Molto bravo il sommelier, ottimo il servizio, gentilissimo lo chef che dopo cena ci ha accolto in cucina ed è stato un bel pezzo a conversare con noi. A dire il vero mi aspettavo di più.

05 Dic 2007 | ore 17:39

Beh, qui stiamo parlando di una storia di trent'anni, non di una recensione e di un pasto solo anche se l'impressione che uno riceve dalla volta che va nel ristorante famoso condiziona logicamente atteggiamento e giudizio.

05 Dic 2007 | ore 18:21

Da Marchesi non sono mai andato.
Dai Santin a Cassinetta, invece, mi ci spediste proprio voi del Gambero nel '99 e nel 2000. In entrambi i casi spesi oltre 220.000 lire a persona, vini esclusi: l'esperienza, rispetto alle attese, non fu affatto positiva.
Infatti non ci sono più tornato...

05 Dic 2007 | ore 23:07

Sponsor? Vediamo...qualcuno sa se Larry Ellison ama la cucina italiana? Magari se si stufa di un elicottero o sottomarino e llo vende può offrire qualche spicciolo...

05 Dic 2007 | ore 23:20

Ma io penso che se uno si prende la briga di arrivare fin qui, al Papero giallo, mica si affaccia per leggere dell'ultimo gol di Inzaghi o del prossimo film sui Gucci.

Spero che tu stia scherzando, chi sa qualcosa sul film dedicato alla griffe Gucci?
Ci sarà anche Tom Ford?

Mucca

06 Dic 2007 | ore 01:49

Quando Gualtiero lasciò Bonvesin della Riva avevo 12 anni... Ciò non toglie che a 8 avevo già visitato l'Auberge de l'Ill a Illhaeusern (Alsazia), quando era considerato uno dei massimi ristoranti del mondo.

06 Dic 2007 | ore 16:08

Visto che prima o poi qualcuno che nei ristorantoni ci è stato portato da bambino compare!!

06 Dic 2007 | ore 20:37

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed