25
Lug 2008
ore 09:33

Il rito del mattino

< >

cappuccino.JPG

Il rito del mattino: cappuccino, cornetto e giornale.  E' un momento di relax, di pensieri in libertà, di compagnia muta e affettuosa con l'altro. Però i cappuccini sono sempre più scarsi, le tazze sempre più spesse e pesanti. I cornetti sono sempre più mediocri, i giornali anche. Ma il rito rimane, e i pensieri in libertà.

Foto iPhone

commenti 21

Piace comunque, nonostante la mediocrità di cornetto e giornali, perchè dà il senso del piccolo "regalo" a sè stessi all'inizio della giornata...

25 Lug 2008 | ore 10:41

Una piccola notazione da napoletano verace: tazza del caffè spessa e pesante tutta la vita.

Ad Majora

25 Lug 2008 | ore 10:49

Certo che la foto non aiuta, associando un fatto tragico al cornetto e cappuccino: dà un senso di abbandono,di lasciato lì per la fretta, non so se per la qualità del cornetto o per la tragica notizia.

25 Lug 2008 | ore 11:00

A me piace d'estate piace moltissimo la colazione siciliana...granita al caffè e brioche. Geniale!
Ovviamente se si è "in loco"...

25 Lug 2008 | ore 11:13

come mi trovi d'accordo!
tra l'altro essendoci praticamente cresciuta dentro a un bar il cui pezzo forte erano caffe e capuccini, noto parecchio quanta poca cura oggi nei bar italiani si dedichi a questi due "prodotti", un tempo punto di vanto di ogni caffetteria italiana. condivido anche per i giornali.
per il capuccino e i cornetti sono riuscita a rimediarci facendomeli a casa, per i giornali rimedio in parte con internet.

25 Lug 2008 | ore 11:15

Per me quello della colazione al bar è un rito quasi irrinunciabile. Cappuccino e cornetti, uno non mi basta, sono la mia colazione da anni.
Certo è che trovare un cappuccino buono non è facile e ben più difficile è trovare un cornetto che abbia un senso. A Monopoli sono fortunato, c'è un ottimo bar che giustamente è segnalato dalla Guida ai bar del Gambero.
Una cosa che accomuna tutti i bar dove capito è la pessima scelta dei quotidiani a disposizione della clientela. Due o tre differenti che parlano solo di sport e il classico giornale locale tutto fumo e niente arrosto. Mai nessuno che abbia il Corriere, il Sole, La Stampa.....alcuni purtroppo hanno LIbero :-(

Ciao

25 Lug 2008 | ore 11:37

noi facciamo colazione al wine bar della città del gusto di roma, quarto piano, panorama mozzafiato e terrazza con divanetti...

il cappuccino è buono perchè Fabrizio lo prepara sempre con un sorriso e il ciambellone di Francesca batte tutti i cornetti del mondo.

... questa è una delle fortune di questo lavoro :)

buona giornata sbo

25 Lug 2008 | ore 11:57

da queste parti, in collina, ci si accontenta di una focaccia bassa con prosciutto, una spremuta e un caffè in giardino...senza giornali per non rovinarsi la giornata....

25 Lug 2008 | ore 12:49

"da queste parti, in collina, ci si accontenta di una focaccia bassa con prosciutto, una spremuta e un caffè in giardino...senza giornali per non rovinarsi la giornata...."

Però...niente male...

25 Lug 2008 | ore 15:14

Da quando ho cambiato sede di lavoro rimpiango il caffè mattutino di Alfredo a via Giulia, che mi faceva cominciare bene la giornata.
Ora qualche volta mi consolo andando al "Bar delle Bionde" di via Plauto dove, più che il caffè, il buonumore lo fa venire il sorriso delle ragazze che lo preparano.

25 Lug 2008 | ore 15:53

purtroppo cornetti e caffe, ma anche la nostra focaccia, ormai son sovente di qualità mediocre (a voler essere gentili).

però resta pur sempre un attimo in cui ci sembra di staccarsi dal mondo ed essere i padroni del nostro tempo, un rito irrinunciabile

25 Lug 2008 | ore 16:18

Non puoi non fare colazione comme il faut almeno una volta la settimana perchè i pensieri corrono liberi, la sospensione del tempo ti permette di iniziare la giornata come uomo leggero e libero e poi si vive bene se si sanno amare i vizi che contano :-)

25 Lug 2008 | ore 17:06

COME E' RILASSANTE IL SUO POST SI DENOTA CHE STA ATTRAVERSANDO UN PERIODO DI BENEFICIO PSICOFISICO.

PENSIERI IN LIBERTA'...
LIBERTA’ COME LIBEROARBITRIO O
LIBERTA' COME CREATIVITA'.

25 Lug 2008 | ore 17:30

Non riesco a iniziare la giornata oziando, la mattina scatto come una molla, doccia, poi spremuta mentre leggo le mail, i feeds (giornali cartacei solo nel weekend e nelle vacanza, caffe al bar quasi mai), e poi inizio con le mille cose di una giornata di lavoro da lavoratore autonomo. A me piace così, anzi credo che i pensieri non siano di meno. E mi perdoni ma la 'compagnia muta e affettuosa' mi fa tanto 'vita da pensionati' :-)

25 Lug 2008 | ore 17:50

Sulla qualità dei cornetti si potrebbero scrivere un fiume di parole.
Ormai moltissimi bar che conosco non hanno più il proprio laboratorio di produzione. Vuoi per i costi, vuoi per il personale adeguato che non si trova, vuoi per il terrore degli ufficiali sanitari, preferiscono approvigionarsi presso quelle grandi aziende che tutti conosciamo, oppure, se va bene, presso un buon forno di città.
Personalmente non mi sento di demonizzarli, vedo che sempre meno la clientela è attenta a ciò che mangia (forse, un po' di più al caffè), dunque può essere che il gioco non valga la candela.
Inoltre aprono continuamente minuscoli bar, che non offrono assolutamente niente di diverso da tutti gli altri. Mi chiedo se abbiano un senso, anche economico. A rispondermi ci pensano i repentini cambi di gestione. Ma preventivamente due conti non li sanno fare? Non si chiedono perchè un avventore dovrebbe preferire loro rispetto a quelli già insistenti nello stesso territorio?
Penso che alla fine della giostra a gioire rimangano solo le aziende di arredamento, i muratori e qualche rappresentante ammesso faccia in tempo ad avere tutto ciò che gli è dovuto.

Ciao

25 Lug 2008 | ore 17:58

... oppure un bar con lei, tu leggi le tue sciocchezze e lei le sue e ci si sente vicini.
I pensionati pensano negativo, solitamente, e comunque la loro colazione può non avere confini e allora non vale perché la magia svanisce.

25 Lug 2008 | ore 18:00

La colazione, il momento più bello della giornata :)
Mi viene in mente il ritorno in furgone da Londra, e la colazione con cornetto e cappuccino in un bar davanti ad una bellissima piazza, ad Orleans, davanti alla statua di Giovanna d'Arco.
Credo che dalla colazione di una persona si vedano tante cose...:P
e dalla colazione (c+C) servita dai bar oggi se ne vedono altrettante...ahime :(

25 Lug 2008 | ore 19:54

Siamo nell'epoca dei cornetti surgelati e dei concentrati per il cappuccino Africano, o il caffè cappuccino e via dicendo.
Prima mattina al bar prodotti da catena di montaggio , baristi invadenti o assenti....

Meno male che ogni tanto si trova ancora qualche posticino dove uno può iniziare la giornata degnamente, dedicando quei pochi momenti a se stesso , con un cappuccino o una buona tazza di the (il mio caso) un buon cornetto o della piccola pasticceria . A volte si trovano anche dei quotidiani legibili, oppure te li porti da casa (come faccio io).
Quei pochi minuti che servono per conciliarsi con se stessi e connettersi con il mondo.
La vita è fatta di piccole cose e piccoli piaceri.

25 Lug 2008 | ore 21:54

Cornetti buoni, magari e' ancora possibile. Quotidiani (italiani, ma ormai anche inglesi) leggibili, sono un po' piu' scettico. :-)

26 Lug 2008 | ore 16:00

e insomma... abbiamo scoperto che il direttore alla sue età di 51 anni la mattina in pantofole dopo una pennica notturna sognando ravioli tortellini e lambrusco... si alza sbadiglia si fuma una sigaretta e si siede al tavolo. Si apparecchia... e qui viene il bello... e qui abbiamo scoperto una fetta delle sue abitudini!!! si beve caffè palombini si legge il corriere della sera (bei tempi quando leggeva il manifesto...ci chiediamo si fosse imborghesito!!!) manca la marca del cornetto hai hai
bei tempi quando eravamo giovani...

26 Lug 2008 | ore 16:17

... e per continuare l'esegesi della foto si potrebbe desumere il nome del bar osservando la bustina dello zucchero...

Ps il manifesto c'era e anche la Stampa e Repubblica e Libero, è la mazzetta, droga quotidiana per alcuni :-)
Gli anni sono 12 in piú :-(

26 Lug 2008 | ore 18:58

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed