26
Feb 2009
ore 16:00

A scuola con il papero & antonello

< >

ScuolaCucina_carciofo.jpg

> Annalisa Barbagli e Stefania Barzini
vi insegnano a scegliere, pulire e cucinare i carciofi

> Stefano Preli cucina con voi

Prenotatevi spiegando in poche righe cosa sapete fare e perché volete partecipare.
Indicate la giornata alla quale volete partecipare e mettete il vostro nome e cognome.

Sceglieremo 15 persone per il 9 marzo e 15 persone per il 16 marzo.

commenti 65

perchè sempre a roma!!?!?!? quando verrete a firenze?

26 Feb 2009 | ore 17:04

Perchè ho appeso in cucina un attestato di quasi apprendista chef firmato dal Direttore Stefano Bonilli.
Perchè adoro cucinare.
Perchè mi piace imparare.
Perchè il 14 è il mio compleanno e se siete buoni mi fate il regalo più bello.
Perchè tornerò dalla Sardegna carico di Carciofi.

26 Feb 2009 | ore 17:09

Peccato, sei la prima e comunque ti avrei scelto, Firenze-Roma h 1,35 con l'eurostar.

26 Feb 2009 | ore 17:11

SPECIFICATE IL GIORNO NEL QUALE VORRESTE VENIRE

NON SI POSSONO PRENOTARE LE DUE GIORNATE, SOLO UNA

BISOGNA METTERE NOME E COGNOME

26 Feb 2009 | ore 17:15

Se possibile il 16.

26 Feb 2009 | ore 17:17

Giorgio Pagani

26 Feb 2009 | ore 17:18

Perchè mi piacerebbe tornare in una cucina da vero Chef,perchè il carciofo è una passione,perchè Barza è un'amica,perchè Bonilli è IL DIRETTORE,perchè il lunedì mattina non lavoro....
Besos a todos

26 Feb 2009 | ore 17:19

Vabbe', ma sempre a Roma :-(

Perche' non fa come Sigrid che ha organizzato un incontro a Milano? (cosi' finalmente la conoscero'!!)

26 Feb 2009 | ore 17:30

Sono una cuoca freelance ed ho una passione innata per la cucina e tutto quello che le gira intorno, vorrei partecipare perchè credo che nella vita non si finisce mai di imparare, ed io ho sete di conoscenza, perchè voglio perfezionarmi, migliorarmi e imparare imparare e ancora perchè abito in una città di provincia dove di eventi del genere magari ce ne fossero..Ah dimenticavo a me andrebbe bene il 16 marzo, grazie direttore!

26 Feb 2009 | ore 17:48

Mi piacerebbe partecipare il 16/03.
I motivi?
- Perchè i carciofi mi piacciono alla giudia e sott'olio;
- Perchè tra le verdure i carciofi non so proprio come fare ad apprezzarli;
- Perchè davanti ai fornelli sono più felice che seduto a tavola;
- Perchè ho fatto già un corso di cucina al GR e ogni tanto mi aggiorno.

26 Feb 2009 | ore 17:50

Mi piacerebbe partecipare perchè il mio papà prepara i carciofini sottolio più buoni del mondo.
Devo dimostrare di essere un'erede perfetta, o no?
E poi ho capito che quando cucino sono felice.

P.S. Andrebbe bene il 16!

26 Feb 2009 | ore 17:58

Vedo che mica lo avete capito, senza nome e cognome con che logica si prenota un posto tra i quindici disponibili se di richieste ne arriveranno a pacchi?

26 Feb 2009 | ore 18:01

Filippo Noto
Lun 16/3
Sono bravissimo a pulire i carciofi e ce ne saranno sicuramente tanti da pulire...
A parte gli scherzi, mi piace cucinare, sono curioso ed avrei voglia di imparare da due nomi illustri

26 Feb 2009 | ore 18:05

Messo il cognome!
"Mi piacerebbe partecipare perchè il mio papà prepara i carciofini sottolio più buoni del mondo.
Devo dimostrare di essere un'erede perfetta, o no?
E poi ho capito che quando cucino sono felice.

P.S. Andrebbe bene il 16!"


26 Feb 2009 | ore 18:06

bah! non capisco bene le pregiudiziali con le quali si viene scelti e comunque restano le perplessità sul metodo, pur rispettando sempre il fatto che chi fa una cosa invita chi gli pare. comunque , PER RISPONDERE ALLE RICHIESTE, "so fare " catalana di crostacei,frittata di cipollotti all'aceto rosa(Tamani),cappuccino di seppie al nero(Alajmo),fegato d'oca su polenta croccante e testa nera di porcino,capesante su vellutata di patate e scorzone delle valli bergamasche e altri....; circa una ventina di risotti di cui vado particolarmente fiero( es.: al vino rosso, creste di gallo con riduzione di raschera);qualche zuppa;paste come se piovesse( freddo- caldo di gamberi viola di sanremo su paccheri), secondi di carne e pesce; DEVO ESSERE BREVE. " Perchè vorrei venire": perchè mi piacerebbe parlare con Bonilli. di Colonna non mi frega nulla.ho mangiato a Labico un anno fa e mi ha deluso. con questo non voglio dire che mi abbia avvelenato. il carciofo è uno dei prodotti che mi piace meno. con queste referenze non credo che verro' invitato. sarà per un' altra volta, con altro prodotto che amo di piu' e magari a pagamento: un criterio che potrebbe far passare in secondo piano altri parametri. felicità a chi parteciperà.

26 Feb 2009 | ore 18:26

Bello, il carciofo mi interessa perché non riesco a trovare la giusta sintonia con questa cosa spinosa e di cui oltretutto mi dà sempre un gran fastidio doverne buttare via così tanto!
Però in questo periodo se non chiedo le ferie con un mese d'anticipo col cavolo che me le approvano. Quindi in un certo senso mi accodo alla domanda di Dario: non potete venire in trasferta qualche - se ci impegnamo a trovarvi un luogo adatto (e che piaccia anche a voi)? :-)))

26 Feb 2009 | ore 18:35

cucinare e pulire i carciofi lo so fare però la cosa è invitante per il 16 marzo...escludendo imprevisti
marco fraschetti

26 Feb 2009 | ore 18:38

Sono una cuoca freelance ed ho una passione innata per la cucina e tutto quello che le gira intorno, vorrei partecipare perchè credo che nella vita non si finisce mai di imparare, ed io ho sete di conoscenza, perchè voglio perfezionarmi, migliorarmi e imparare imparare e ancora perchè abito in una città di provincia dove di eventi del genere magari ce ne fossero..Ah dimenticavo a me andrebbe bene il 16 marzo, grazie direttore!

26 Feb 2009 | ore 18:50

Si!!!Vorrei venire con la mia amica Cinzia Giampaolo. Da sempre alla Città del Gusto,siamo la coppia di allieve-cuoche più famosa delle scuole del Gambero rosso! Io adoro i carciofi, ammiro Colonna, sono stata a Labico e ho mangiato divinamente...Verremmo il 16, grazie direttore!

26 Feb 2009 | ore 19:26

Be visto che il lunedì mattina sono libero verrei a preparare la merenda per tutti.
E per condividere un'altra bella giornata.

Massimiliano Sepe 9 marzo

26 Feb 2009 | ore 19:42

Personalmente in quei giorni c'ho daffa' ma se posso permettermi tiferei per Giancarlo Maffi (mentre la Flavia qui sopra evidentemente alcuni eventi della Storia recente ancora non gli ha ben metabolizzati :-P)

26 Feb 2009 | ore 20:28

a proposito , porterei i carciofi di mio suocero, quelli coltivati in modo spartano nella contrada di S. Andrea , comune di Fondi (lt) alle pendici dei Monti Aurunci.
Parlando con lui mi ha detto che per quella data saranno pronti da raccogliere.

26 Feb 2009 | ore 22:43

molte grazie per il pensiero. approfitto allora per proporre ad Oliva e naturalmente a tutti una cena che stiamo organizzando per sabato 21 marzo da Gennaro Esposito. io mi faccio 4 ore di treno fino a napoli centrale e poi con un appassionato che scrive qui andiamo in auto. sarebbe il primo passo per voler organizzare qualcosa di importante a livello di noi golosi. l'amico napoletano si attiva per trovare un albergo a prezzo civilissimo. dai GUMBO, è sabato- non devi chiedere ferie e domenica rientri. NATURALMENTE CI FAREBBE GRANDISSIMO PIACERE SE VENISSE, sig Bonilli.( domenica mattina una Feltrinelli la trova anche a Napoli). io arrivo dal nord con eurostar a roma alle 17;30. alle 20.30 stiamo da Esposito. mi scuso per il fuori tema, ma sempre di pappa si parla e poi non credo che Bonilli se la prenda: Gennaro è un suo preferito.(almeno credo).

27 Feb 2009 | ore 07:22

Perché mi piace cucinare e l'odore dei carciofi mi fa pensare che l'inverno é quasi finito..
E poi Pablo Neruda gli ha dedicato dei versi..
"il dolce carciofo lì nell’orto vestito da guerriero"

P.S. il 09 marzo é perfetto!

27 Feb 2009 | ore 07:54

Perché mi piace cucinare e l'odore dei carciofi mi fa pensare che l'inverno é quasi finito..
E poi Pablo Neruda gli ha dedicato dei versi..
"il dolce carciofo lì nell’orto vestito da guerriero"

P.S. il 09 marzo é perfetto!

nel commento precedente avevo dimenticato il cognome..

27 Feb 2009 | ore 07:56

Sì,era un pò di tempo fa...gli eventi li ho "metabolizzati" anch'io.Ma cerchiamo di essere meno rigidi e meno cupi, stiamo parlando di belle mangiate in allegria e lasciamo stare la storia con la s maiuscola: quella è un'altra cosa, rispettiamola.
Buona cena a voi e buona "carciofata" a noi! (spero)

27 Feb 2009 | ore 08:55

vorrei partecipare il 9 marzo.
per fare finalmente una scuola con Annalisa, perchè sono in cassa integrazione e ho una vagonata di tempo libero, per vedere se riesco a capire come si trasformano i carciofi in dolce, visto che sono la mia passione, quasi più della grafica. Baci simo

27 Feb 2009 | ore 09:27

Io vorrei partecipare per dimostare a mio marito che in casa non è l'unico depositario dell'arte culinaria! E poi tra poco è periodo di vignarola, uno dei miei piatti preferiti.

Emanuela Vallone per il 9 marzo

27 Feb 2009 | ore 09:52

Per il 16 marzo

Perchè?
Perchè ho tanto da imparare
Perchè dicono che sono brava in cucina
Perchè ho scoperti i carciofi da quando sono a Roma (6 anni)
Perchè cucinare è una passione ed un passatempo
Perchè da Aprile sarò in Canada per 3 mesi e vorrei stupire veramente i canadesi con la mia cucina
Perchè non ho mai fatto un corso di cucina

27 Feb 2009 | ore 09:53

perché mio suocero va matto per i carciofi, perché è di bologna e ritiene che io, da romana, dovrei essere maestra dell'arte di prepararli e perché, dunque, non vorrei deluderlo!
per il 16 marzo c'è ancora posto?
grazie mille!
francesca

27 Feb 2009 | ore 10:15

Che bella iniziativa! Questo papero mi piace sempre di più! Complimenti! Purtroppo non posso partecipare ma... spero che sia solo la prima lezione e che numerose altre ne seguiranno, e spero di non perdermele!

27 Feb 2009 | ore 10:22

perchè proprio ora che ho iniziato ad apprezzare i carciofi sono andata a vivere da sola... e mi pento di non aver approfittato di tanti ottimi contorni della mia mamma! Questa è l'occasione per ribaltare il destino!

27 Feb 2009 | ore 10:41

dimenticavo la data.. il 16!

27 Feb 2009 | ore 10:42

1. perchè nelle mie vene scorre la cynarina
2. perchè la mia tata calabra quando puliva i carciofi mi faceva succhiare il cuore delle foglie esterne più dure perchè faceva crescere forti
3. perchè adoro la mentuccia
4. perchè Remo, il fattore di Bolgheri, mi regalava i barttoli di carciofi sottolio fatti con i capolini
5. perchè mia suocera, devo ammetterlo :-( fa dei carciofi fritti da sballo
6. perchè sono una fan di ernesto calindri
7. perchè adoro Annalisa
8. perchè i carciofi sono bellissimi vedi foto dell'invito
9. perchè quando sono in crisi di astinenza da carciofi mi compro il flan di patate con cuore di carciofi della buitoni
10. perchè sono sicura che con i consigli di Annalisa riuscitò a far mangiare i carciofi anche a Bea
ho giocato sporco è?!

27 Feb 2009 | ore 11:14

preferirei la data con orario mattutino ;-)

27 Feb 2009 | ore 11:15

correzione in corsa sul post mio nr.23: abbiamo fatto i conti senza l'oste( ed in questo caso è proprio vero); l'oste in questione e cioè Gennaro Esposito nella data citata è in vacanza. l'entusiasmo ci ha portato ad avere già l'acquolina in bocca prima di verificare apertura e disponibilità. chiedo umilmente scusa, consapevole peraltro di aver creato poco danno. al momento infatti non vedo gente che fa a pugni per salire sul freccia rossa con direzione Napoli. a piu' avanti

27 Feb 2009 | ore 12:48

comunque spero direttore chi è stato prescelto e in che giorni...sa giusto per chiarirmi le idee
salti dal marmiton

27 Feb 2009 | ore 12:53

1) Perchè potrei finalmente dare un bacio (vero!) a quella santa donna della Barbagli dalla quale continuo a rubare le famose ricette-perfette. Però rendo sempre merito... sul mio blog 'cucinesco'... che è, appunto, quello che faccio: ricette (fotografate) spesso rubate ai famosi, ma senza dimenticare quelle di casa mia. Con tante, tantissime chiacchiere in tema.

2) Bè, perchè sarebbe decisamente carina/istruttiva come cosa.

3) In lizza per il 9!!!

4) Grazie davvero per tutte queste iniziative :-)

Nadia Taglialatela

27 Feb 2009 | ore 13:38

So fare ben poco, ma amo la cucina. Mi fa sentire vivo. Amo cucinare e amo il silenzio che avvolge la tavola quando un piatto è apprezzato tanto da che ogni complimento diventa superfluo.
Ma i carciofi sono un problema, una vera sfida. Non so sceglierli, non so pulirli senza distruggerli e non so cucinarli senza disfarli tutti. Un vero disastro!
Parteciperei il 16.
Un saluto a tutti e come sempre, compliemnti.

27 Feb 2009 | ore 14:30

Quando, da piccolo, mi portavano tutti i weekend invernali a sciare a Piano Battaglia, sulle Madonie, ci si fermava sempre a Buonfornello (vicono Cerda) a comprare dal contadino i "cacuoccioli" (carciofi) che poi sarebbero stati cucinati sulle braci del camino. Da quel momento io ed i miei fratelli lasciavamo una lunga scia di chilometri e chilometri fatta delle foglie morsicate dei carciofi che, ad una ad una, mangiavamo, così al naturale, in macchina, facendo poi a gara a chi aveva la lingua più nera. I carciofi li amo e mi piacciono pure sbattuti al muro (modo di dire che sta per "preparati in qualunque modo"). Nella frittella (vignarola), alla giudea, alla villanella, ammuttunati (ripieni), nel risotto, nella pasta (magari con la ricotta), arrostiti, crudi, bolliti, fritti in tutti i modi possibili (in pastella, al naturale, infarinati, panati, ...)...
Sto troppo lontano (Palermo) per pensare di poterci essere e di poter portare un po' di carciofi di Cerda (quelli con le spine... divini) da cucinare con Voi. Vorrei però suggerire due tipiche preparazioni siciliane che sono certo potranno risquotere enorme successo:
- la prima, facilissima, e quella dell'insalata di arance e carciofi con olive nere e abbondante olio evo, sale e pepe... provatela, ad esempio, con maiale e salsiccia alla brace...
- la seconda, da non perdere, è la mitica caponata di carciofi, per molti, ed io sono fra questi, migliore anche di quella di melanzane...
Buona carciofata a tutti.

27 Feb 2009 | ore 15:19

Mi aspettavo che ci fosse chi suggeriva delle ricette.
Ovviamente non ricette ovvie o classiche ma della propria storia e tradizione familiare e personale da provare a fare nei nostri due giorni di gioco-incontro-cucina-scuola :-))

27 Feb 2009 | ore 16:32

Vorrei provare a iscrivere mia moglie Simona per puro egoismo:
perché è la cucina è una delle sue passioni, ma non ama i carciofi, mentre io li adoro. Magari se Preli ci mette una buona parola potrebbe finire l'embargo del carciofo a casa nostra.
PS per il pomeriggio del 16 marzo, in caso.
Grazie!

27 Feb 2009 | ore 16:46

da noi i carciofi si fanno in tutte le salse, quelli che preferisco sono al forno ripieni di salsiccia al coriandolo e formaggio, si mangiano sfogliandoli un uno ( ne potremmo fare li da colonna semplici ma buonissimi), altro modo fatti alla brace con un pinzimonio piccante mi ci lavavo letteralmente la faccia da bambino.
Poi si servono nei banchetti pasquali passati nell'uovo e frittti, una goduria; con le coratelline di capretto o di agnello; stufati con bietole o scarole e mille altri modi.

Pensando , così su due piedi, un piattino veloce e piacevole dalle diverse consistenze e con un bel gioco di colori:
Dei bei tortini di Tagliolini allo zafferano, croccanti, serviti su una crema di carciofi, con su un pò di polentina di riso ai formaggi e qualche ciuffetto di carciofi fritti.

27 Feb 2009 | ore 17:21

mio padre tagliava a pezzetti l'abbacchio alla cacciatora avanzato e ne faceva un ripieno, con il suo sugo e un pò di besciamella, che metteva nei carciofi, cuoceva al tegame e spolverava con parmigiano e pecorino. Una goduria...

27 Feb 2009 | ore 17:58

Una delle cose più buone che mangiavo a casa e mi macano adesso è la Frittella, piatto tipico della gastronomia palermitana, fatto con carciofi, fave e piselli. Da mangiare come piatto unico oppure come condimento della pasta. Adoravo sbucciare e mangiare le fave una alla volta e finite quelle attaccare il resto con tanto pane... Buonissimo!

27 Feb 2009 | ore 18:13

Ci sono una miriade di cose che vorrei capire su questo curioso ortaggio. Ne elenco tre:
1) Cosa si nasconde dietro a quel miracolo culinario comunemente noto come "Carciofo alla Giudìa"?
2) qual'è il giusto scarto? Cambia a seconda delle preparazioni?
3) Leggo che esistono circa 1800 tipi di carciofi, mi basterebbe saperne riconoscere 3 o 4...
Potrei lunedì 9 mattina, sarebbe un picere tornare sui luoghi del mitico "Risotto Day"

27 Feb 2009 | ore 20:13

non posso venire neanche questa volta :-(

però vorrei partecipare con uno dei modi migliori per cucinare i carciofi pugliesi (e solo con quelli, con i toscani non si può, e peggio ancora con i romani): si aprono un po' battendoli di punta e si mette aglio, prezzemolo, pepe, sale e un filo d'olio al centro. NON si tolgono le foglie esterne. Poi si mettono in una teglia in forno a testa in su, ben stretti. Sul fondo della teglia un po' di olio e pochissima acqua. Sono pronti quando le foglie esterne sono croccanti. Si mangiano con pazienza e lentezza, mangiando la parte morbida ala base, una foglia per volta: alla fine rimane il cuore morbido e saporitissimo, da mangiare in un solo boccone.

Vantaggi: 1) se ne possono preparare tanti in poco tempo; 2) sono buoni anche il giorno dopo; 3) non richiede grandi abilità in cucina.

28 Feb 2009 | ore 12:17

@new entry:
noi ,in provincia di latina li cuociamo al forno o alla brace senza privarli delle foglie esterne, inserendo al centro il gambo sminuzzato, e nel caso del forno anche salsiccia e formaggio , da sempre. Ma utilizziamo i nostri carciofi e vengono benissimo, non ho mai provato con i Romaneschi di Sezze .
@ bonilli nel caso m'inviti per il 9 porterei anche una pianta intera di carciofi cosi da mostrare la differenza da carciofo a carciofo, noi li distinguiamo tra Braccioli, quelli esterni e Fiore quello centrale, ma sono termini dialettali locali che poi si sono italianizzati.

28 Feb 2009 | ore 12:53

1) ...la disponibilità a sporcare d'olio mezza cucina... visto che il passaggio che conferisce eccezionale croccantezza alle foglie del carciofo consta nello schizzarci sopra un po' d'acqua verso la fine della cottura.
2)Certamente comanda il modo in cui devono essere cucinati. I due estremi potrebbero essere i carciofi, interi ed integri, da fare bolliti o da mettere dentro la brace (in questo caso le foglie dure esterne si bruciano e hanno la funzione di proteggere quelle tenere interne) e quelli, ben puliti, da tagliate finemente per un'insalata. Comunque noto con piacere che, forse anche perchè il carciofo non è più un prodotto economico, neanche in questa stagione, si vedono sempre meno cuori ben torniti e sempre più puliture che, magari con l'uso del taglio a spirale delle foglie, ne preservano tutto il buono.
3) In Sicilia le principali famiglie sono qualla dei mitici buonissimi carciofi di Cerda (ahimè con spine appuntitissime), i carciofi viola di catania (molto simili ma meno delicati e più duri come l'aromaticissimo broccolo viola catanese), i fantastici carciofini (pseudo-selvatici) quasi senza spine, dalla tipica forma a perina, che si possono trovare bolliti nei pentoloni esposti davanti ai fruttivendoli, e le "domestiche", dalle stesse caratteristiche dei carciofini ma molto più grandi, anche loro solitamente venduti già bolliti.

28 Feb 2009 | ore 15:15

sì, è vero, dimenticavo i gambi da mettere al centro.


poi volevo sottolineare che la ricetta viene bene solo con alcuni tipi di carciofo. Immagino che quelli di Latina siano del tipo giusto :-)

28 Feb 2009 | ore 15:57

Gentile Massimo, grazie per le risposte. Ho idea che il sig. Colonna non sia del tutto allettato dall'idea di prestare le sue cucine a un gruppo di invasati che intendono imbrattare tutto di olio, affumicare i locali con un braciere e trasformare il bancone in un vivaio per esporre piante vive!
Però se così fosse spero proprio di fare parte dell'allegra brigata..

28 Feb 2009 | ore 23:31

Carissimo, nel caso il direttore non mi scegliesse... potresti organizzare una supplenza? Ti sento bello preparato! :-)

01 Mar 2009 | ore 10:27

mi lusinghi.
Io mi rifaccio solo alla nostra tradizione contadina, a volte poi ci aggiungo anche un pò di tecnica che non guasta.
Sono appena uscito di casa , il tutto era invaso (piacevolmente) dal profumo dei carciofi che stufavano con verdure nel tegame. Sono i primi usciti dall'orto del suocero i più teneri , si può azzardare che erano ancora boccioli.
Comunque mi son raccomandato di tener da parte le piante più belle per il 9, così da poter avere dei belli esemplari.
Direttore ci faccia sapere.
Ora scappo che devo andare dal contadino che mi procura gli asparagi selvatici.

01 Mar 2009 | ore 10:39

Mi piacerebbe moltissimo partecipare.
Il giorno 16 alle 17:30 sarebbe perfetto (potrei uscire un po' pirma dall'ufficio).
A me i carciofi piacciono cotti al tegame con acqua e olio oppure tagliati a metà, sbollentati e passati in forno con mozzarella e alici.
Sarei felice di incontrare dal vivo Annalisa Barbagli, l'autrice del mio libro di cucina preferito.

01 Mar 2009 | ore 16:38

Scordavo nome e cognome: Massimiliano Manzetti

ps: certo che pure un carciofo romanesco crudo, tagliato sottile, con olio, sale e pepe appena macinato è una squisitezza

01 Mar 2009 | ore 16:51

Ciao a tutti, mi piacerebbe tantissimo partecipare il 16 marzo a questa lezione. Non ho mai partecipato ad un corso di cucina professionale ed acarezzavo da tempo l'idea di parteciparvi e questa mi sembra una buona occasione per vedere come funzionano e per decidere di iscrivermi successivamente ad altri corsi.
Grazie pe rl'opportunità. Spero di essere tra i fortunati.
Ciao
Alfredo Nunziata

02 Mar 2009 | ore 10:54

Io verrei davvero volentieri il 9 marzo se c'è ancora posto!
Adoro i carciofi, ma a parte le fettuccine ai carciofi, la coratella con i carciofi e i carciofi alla romana... non conosco altre ricette!
Pasqua è vicina e una ricettina da sfoggiare non mi dispiacerebbe! :D

02 Mar 2009 | ore 14:48

Perchè tra tutte le verdure è quello che amo di più e perchè vorrei tanto imparare da voi a sceglierli nel modo giusto e a prepararli nel modo migliore, perchè l'Open Colonna è una cornice perfetta. Preferirei (in caso) il 16 marzo.

Grazie comunque per l'iniziativa

Paola

02 Mar 2009 | ore 15:54

Perchè sono romana ma, sigh, i cariciofi non sono il mio forte. Quale migliore occasione/insegnante/luogo/promotore di questo incontro per imparare?
Data: Lunedì 9

Silvia Pietrangeli

03 Mar 2009 | ore 11:56

Ri-commento con il cognome:
Perchè tra tutte le verdure è quello che amo di più e perchè vorrei tanto imparare da voi a sceglierli nel modo giusto e a prepararli nel modo migliore, perchè l'Open Colonna è una cornice perfetta. Preferirei (in caso) il 16 marzo.

Grazie comunque per l'iniziativa

Paola De Paola

03 Mar 2009 | ore 14:56

E aggiungo anche una ricetta: carciofi campani chiamati "mammarelle", si mettono puliti e con le punte tagliate in una pentola capiente appoggiati con il fondo, ben stretti l'uno all'altro. Si aprono un po' le foglie e si inserisce all'interno salame napoletano a dadini, scamorza affumicata a dadini, trito di prezzemolo e aglio.Ci si versa sopra un battuto di uova con sale e parmigiano. Si cosparge con olio e un dito di acqua e si cuoce con il coperchio per 40 min.

Paola De Paola

03 Mar 2009 | ore 15:09

Perchè la scuola Bonilli mi ha aperto un mondo ... perchè sono cresciuto a Procida, dove i carciofi nascono sul bordo della strada ... e per far crescere il mio blog-ino (LUN 16).
Grazie

04 Mar 2009 | ore 18:43

Io provo ad iscrivere mia moglie alla lezione del 16 marzo.
Perchè?
Perche i carciofi già li sa cucinare bene i vari modi, ma noon si nfinisce mai di imparare.
Perchè non ha mai seguito un corso, sia pure breve, di cucina.
Perchè un pomeriggio così è un bellissimo regalo, e io ci farei proprio una bella figura.
Il nome è Stefania Stefani.
Grazie in anticipo...

09 Mar 2009 | ore 10:39

Rileggendo il mio commento mi sono resa conto di avere la testa un po' tra le nuvole...
Quindi rettifico le informazioni: Valentina Di Giacomo, per il 16 marzo.
E se va bene andrò molto più volentieri a comprare un bel po' di materia prima per esercitarmi alla sagra del carciofo a Sezze...
Scusate la sbadataggine!

09 Mar 2009 | ore 16:47

Il 18 avrò l'esame. Lunedi 16 sarà una giornata di intenso studio, ma con il cuore sarò con voi. Aspetterò la prossima, meravigliosa, iniziativa...

09 Mar 2009 | ore 22:54

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Matteo M. D. - Le microspie possono installarle tranquillamente anche di giorno, è...
  • Stefano Bonilli - Io non uso mai la logica lombrosiana e quindi...
  • Ambrogio - Perdonate ma davvero credete a queste affermazioni? Non vi...
  • Stefano Bonilli - Sarebbe interessante capire come fanno polizia, carabinieri e guardia...
  • annalisa barbagli - Ma i ristoratori sono d'accordo? Sennò come sarebbe possibile...
  • Tristano - Credo che molti ristoratori romani siano in imbarazzo, penso...

ultimi post

14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
26
Mar
San Carlo olet? - Non è uno spot pubblicitario ma...
25
Mar
Car sharing alla romana, quasi un'amatriciana - Dal 2008 io non possiedo un'automobile,...
21
Mar
Eataly Smeraldo, Milano vicino all'Europa - Sono stato a visitare Eataly Smeraldo...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed