04
Mar 2009
ore 09:12

L'accappatoio non c'è più, viva il B&B

< >

Alberghi_servizi.jpg

Negli alberghi a quattro e cinque stelle stanno sparendo gli accappatoi, dice La Repubblica.
Non li ruba nessuno, semplicemente non li mettono più come dotazione e anche stanno sparendo le mille boccette di shampo e sapone per la doccia e anche il cioccolatino serale e mille altre comodità.
Tagli anche sulle colazioni del mattino.
Americani e inglesi sono calati drasticamente e la clientela d'affari è quasi evaporata, quindi si licenzia - vedi Starwood - e si taglia su tutto.

Quello che sorprende, però, è che i nostri alberghi siano ancora tra i più cari d'Europa, che le colazioni del mattino costino in alcune catene 44 € per un mediocre buffet.
Ormai chi viaggia è meglio che usi la rete e si prenoti il B&B quando si sposta, sia in Italia che all'estero.

Voi quando viaggiate per lavoro e una breve vacanza dove dormite?
Funziona ancora la catena delle case degli amici?
E il B&B lo usate? Quali sono i migliori?

commenti 49

Io poichè abito a Parigi, quando mi sposto, uso il più possibile le "chambres d'hôtes", ovvero specie di B&B alla francese. Ce ne sono a una, due , tre e perfino quattro stelle. A 4 stelle dormi in un vero e proprio castelletto (In francia ce ne sono così tanti...)
Il rapporto qualità prezzo è imbattibile: camere arredate con gusto in un ambiente gradevole e colazioni che per qualità e quantità possono fungere anche da pranzo.
Cosi, non vado quasi mai in albergo che qui in francia (esclusa parigi) sono comunque molto meno cari che in Italia.

04 Mar 2009 | ore 10:08

C'è anche un'altra soluzione oltre ai B&B ed è quella delle "case vacanza". Abitazioni che vengono date in affitto per brevi periodi, anche solo qualche giorno, non prevedono il servizio di colazione ma sono dotate di cucine attrezzate e biancheria. Il rapporto è di solito diretto tra proprietario ed affittuario senza mediazioni.
Ne possiedo due a Roma e le pubblicizzo su due siti stranieri che funzionano bene perché si basano sul sistema dei feedback. Proprietario ed affittuario alla fine del soggiorno lasciano un commento reciproco.
www.homelidays.com
www.holidayrentals.co.uk

04 Mar 2009 | ore 10:26

B&B tutta la vita! Ma la mia è una scelta dettata dal fatto che ho sempre vissuto l'albergo come un luogo dove dormire quando si è via per lavoro, non mi piace, mi sembra sterile. Nei B&B che ho frequentato, invece, spesso si può fare colazione con la famiglia che lo gestisce e mi da' tutta un'altra idea di "accoglienza"..

04 Mar 2009 | ore 10:41

B&B, per quanto mi riguarda la maggior parte degli alberghi potrebbero fallire, altro che crisi del settore.

04 Mar 2009 | ore 10:43

Caro Bonilli,
sempre usati ostelli all'estero, perché in Italia sono bettole in confronto a quelle del nord europa, per esempio. Lì sono veri castelli!
Sui B&B sono d'accordo, ma bisogna usare il mitico Passaparola, secondo me, altrimenti si rischia di fare un salto nel vuoto.
Dunque in SArdegna sono capitata bene per caso, ma forse la Sardegna è un'isola felice? mi chiedo. Un'isola lo è di sicuro e, all'epoca, mi ero spiegata il tutto con: sono due donne (2 B&B diversi) che magari sono riuscite, facilmente, ad avere un finanziamento...
Mi piace questa modalità di soggiorno, perché si sta a contatto un po' con la gente del posto e si chiacchiera. Anche a NYC quest'estate sono stata in un B%B nell'EastVillage! Meraviglioso!!!
Tuttavia mi capita di incontrare gente perplessa sul fatto di stare a casa di qualcuno... ma è un fatto di mentalità italica, come al solito, temo, siamo indietro assai!

04 Mar 2009 | ore 10:59

Ovviamente b&b.
A Firenze ne gestisco 2 :-)))

04 Mar 2009 | ore 11:09

Vacanze degli ultimi 2-3 anni: se in una località un cui è disponibile una casa di amici o parenti, ovvio che si approfitta! ;-)
Altrimenti in Italia, tenda e campeggio (quasi sempre), barca a vela (affittata), agriturismo (1 volta in 3 anni).
All'estero per vacanze brevi b&b (in Francia sono generalemente carinissimi anche a prezzi discretamente bassi) oppure guardando sui siti di prenotazione via internet ordinati per prezzo, il più accettabile tra quelli più economici che compaiono nell'elenco. Per vacanze più lunghe e in stagioni discretamente calde, sempre campeggio. Perché a me il b&b o l'hotel piace solo se è qualcosa di memorabile, particolare, unico, con una sua personalità - allora diventa un'esperienza in sè e ha senso anche spendere qualcosa in più. Se no io preferisco di gran lunga la libertà di partire e spostarmi quando mi va, andare secondo l'ispirazione del giorni senza orari vincoli o prenotazioni; non a caso il mio ideale è...un VW California! :-)))

04 Mar 2009 | ore 11:18

Io i B&B li uso spesso, anche in italia. Prenotati sul Web, non ho quasi mai avuto problemi, da venezia alla sicilia.

Vedo comunque che la crisi comincia a farsi sentire anche negli alberghi "di lusso". Scommetto che a breve comincera' a vedersi qualche effetto anche nei ristoranti "di lusso" (gli stellati insomma), smentendo quelli che fino a qualche tempo fa dicevano che tanto loro, gli stellati, erano al di sopra della crisi perche' persone con i soldi da spendere si trovano sempre..

04 Mar 2009 | ore 11:48

Se il soggiorno è breve (diciamo un week-end), hotel. In questo caso il web è fondamentale perchè, anche in Italia, offerte low-cost e last-minute sono diventate frequenti.

Se il soggiorno è più lungo, appartamenti con uso di cucina (di solito, in Italia, li trovi sotto la voce agriturismo anche se spesso non lo sono).

All'estero, ovviamente, le cose vanno meglio. Catene con prezzi accessibili e stanze comunque dignitose, ostelli della gioventù (vabbè, ammetto che questa più che altra è una nostalgia), bed&breakfast (a luglio sto organizzando le vacanze in Scozia e l'idea di dormire ogni notte in un posto diverso, che in Italia mi preoccuperebbe per una lunga serie di ragioni, diventa in questo caso un plus).

Mi accodo, infine, a chi ha suggerito il sito di homelidays.

04 Mar 2009 | ore 12:28

per lavoro vado in albergo, soprattutto se devo stare una sola notte, ho selezionato un certo numero di alberghi e tendo a ritornarci, ma cerco anche di variare, specie se peggiorano nel tempo. Le cose a cui guardo sono: prima colazione adeguata (cibi freschi e non brioche congelate, frutta di stagione, varietà, vari tipi di pane fresco), buona biancheria (ho avuto l'avventura di 4 stelle a Roma con lenzuola bucate e rammendate!!), e gentilezza del personale.
In alternativa B&B, ho qualche buon recapito sparso in Italia: mi piacciono molto.

04 Mar 2009 | ore 13:21

Io utilizzo sempre e comunque, in Europa, la catena Accor. Dal modesto Etape al piu' oneroso Sofitel, sono 19 anni che mi trovo benissimo. Cortesia, simpatia, PULIZIA e qualita'/prezzo introvabili..Magari sono stato fortunato io.

04 Mar 2009 | ore 13:41

Io che adesso sto molto tempo in UK che posso dire? Qui i B&B sono assolutamente una istituzione (stavo quasi per comprarne uno e ancora non ho definitivamente rinunciato). Alcuni sono bellissimi, altri sono incubi. In questo caso basta prendere Trip Advisor, insostituibile come passa parola online. Leggendolo si leggono delle storie bellissime, a volte esilaranti, come quella a proposito di un B&B nella citta' dove vivo adesso in Somerset: il cliente si lamentava di aver trovato dei capelli, 5 per la precisione, sul letto e che avendolo fatto presente alla proprietaria questa aveva nient'altro che fatto uno sconto di 5 sterline. La cosa piu' bella e' stata la replica della proprietaria che dice: una sterlina per capello mi sembrava un sconto piu' che sufficente!
Per me il massimo!

04 Mar 2009 | ore 13:43

B&B e anche case di amici. Poco gli alberghi. Ultimamente a Firenze ho pernottato con la famiglia alla foresteria Valdese a due passi da Ponte Vecchio. Camere semplici e ambiente pulitissimo (senza colazione) : tripla a 75 euro.

04 Mar 2009 | ore 13:48

Prendendo spunto dal commento di Massimo Barbolini: quando scegliete le catene che ripropongono lo stesso modello in tutti i loro hotel è perché almeno non può essere peggio di tanto (dato che più o meno mantiene lo stesso standard ovunque) oppure perché vi piace?
A me è capitato occasionalmente di utilizzarle dovendoci fermare per caso in luoghi sconosciuti di sera tardi serviva una sistemazione e quelli erano accessibili ed economici.
Però di per sè sono una delle cose più lontane in assoluto dal mio ideale di vacanza, dato che io voglio che ogni luogo in cui mi fermo o mangio sia più diverso possibile da tutti gli altri che ho incontrato. Avere l'impressione di spostarmi ma svegliarmi sempre nello stesso posto per me è angosciante, mi sembra di stare in un racconto di fantascienza!
Però sicuramente altri hanno pareri diversi e sarei curiosa di sentirli.

04 Mar 2009 | ore 14:09

Qui da noi gli hotel fanno schifo, punto e basta... sono tristi quallidi senza servizi e costano un occhio della testa...
Tra un mese andrò qua un po di giorni http://www.shilla.net/en/jeju/index.jsp (è un 5*L) ed una camera matrimoniale la pago 120€! ok il cambio favorevole, ok la camera base ma insomma questo fa riflettere...

04 Mar 2009 | ore 14:27

Ne hanno parlato anche stamattina a Radio dj..
Io lavoro in un hotel 4 stelle, e posso dire con sicurezza che nessuno sta tagliando sulla linea di cortesia offerta agli ospiti (per lo meno nella catena in cui lavoro!).
Ci sono ancora gli accappatoi, le ciabattine, il kit da cucito, kit da unghie, spazzolino e quant'altro.
Mi auguro che se ci dovranno essere dei tagli questo non vada a scapito né del cliente né della qualità del servizio. Si cerca di ridurre al minimo gli sprechi, quello si, ma è il personale che si deve occupare di questo, senza che i clienti se ne accorgano.
E soprattutto spero che quello della crisi non sia solo uno spauracchio di cui approfittare per ridurre personale e servizi!

Per quanto mi riguarda poi, io amo viaggiare comoda, cerco di soggiornare in hotel o B&B di cui ho sentito parlare e che abbiano un minimo di personalità, mi piace tornare in hotel dopo una giornata passata in giro per città, musei, escursioni ecc..e mi piace che l'hotel sia una sorta di "rifugio".

04 Mar 2009 | ore 14:30

Nel mio caso, perche' non essere peggio degli altri. Ma in primis per il rapporto qualita'/prezzo e la pulizia. L'ultima volta 42 euro la doppia con colazione.

04 Mar 2009 | ore 15:08

torno ora da un piccolo viaggio di lavoro a sanremo, una notte fuori, passata nel solito albergo 4 stelle 4, squallido alquanto, dove spunto da anni 70 euri, colazione compresa. vado di norma in albergo per lavoro nel nord- centro italia, nei soliti posti per comodità e perchè appunto spunto prezzi interessanti. vado da 3 a 5 stelle( un caso solo e perchè un amico mi ha presentato). non ho notato ancora un ridimensionamento di accappatoi e cosette varie. per contro anche nel 5 stelle le brioches sono CONGELATE, il che è veramente uno scandalo. per le vacanze mi piace affittare una casetta e se si tratta di un fine settimana "romantico" un albergo nuovo con arredi attuali, una spa e molte coccole. in realtà mi piacerebbe sempre mangiare e dormire nello stesso posto ma in italia è difficile, a certi livelli. e ricordo con enorme piacere una due giorni passata nelle camere di Vissani. goduriosissime e , rapportate ai livelli del luogo, direi quasi regalate. E tenuto conto che in altri bi-tri stellati se vuoi dormire devi metterti un sacco a pelo in auto...

04 Mar 2009 | ore 16:23

B&B o piccolo hotel. I casermoni mi spaventano anche se a 5 stelle. Non ne faccio una questione di stelle appunto ma di grandezza della struttura, la comodità di entrare in stanze senza percorrere chilometri e corridoi, hall con 6 ascensori...no non mi piacciono. Oltre alla pulizia è fondamentale la colazione e l'arredo accogliente. I B&B all'estero sono spesso deliziosi e i proprietari disponibili. La scelta viene efftuata sempre dopo aver letto recensioni di altri viaggiatori.

04 Mar 2009 | ore 16:56

Ho letto proprio oggi che un albergo Cinque stelle spende circa 60.000 euro per saponette e shampoo, 40.000 per ciabattine, 18.000 per carta intestata, in tutto circa 500.000 euro all'anno per le varie amenità. Mi chiedo se sono questi i criteri per ottenere una stella in più o in meno: perchè in effetti non ce n'è alcun bisogno. Infatti toglieranno tutte le amenities per risparmiare.
Quanto a me, ho seguito Chambre d'hote e Logis in Francia per soggiorni itineranti: ma non è più il tempo. Facendo brevi soggiorni preferisco l'albergo, magari se prevede pacchetti (gourmet, benessere.. a prezzi vantaggiosi). Paradossalmente cerco hotel abbastanza confortevoli, anche se poi in vacanza in albergo non ci sto mai, non uso bar, sale o quant'altro: ci dormo e basta.

04 Mar 2009 | ore 17:09

Vorrei aggiungere che concordo con quanto scritto prima di me da Paola circa la preferenza per hotel piccoli e confortevoli: per direanche però,che uno dei meriti e pregi dei blog, è proprio quello di far conoscere piccoli tesori nascosti, non cari, anche nelle città di grande turismo. Io annoto, porto tra i "preferiti" e aspetto l'occasione, che magari non verrà mai.

04 Mar 2009 | ore 17:16

Nel mese di gennaio l'hotel Ritz di Parigi ha segnato un bel -38 di stanze vendute e in un banalissimo febbraio nel ristorante c'erano solo 2 tavoli a cena, un tavolo da 3 ed uno da 2.
Tuttavia alla crisi hanno risposto investendo nel fitness innaugurando 2 piani sotto l'albergo una pisicna olimpionica ed una palestra e aprendo le attività sportive anche a chi non soggiorna nell'albergo.."l'abbonamento base" semestrale per la palestra costa 6.000,00 euro e la cosa curiosa è che sia la palestra che la piscina sono divise per sesso; i maschi da una parte e le donne dall'altra...ed ha riscontrato un bel successo di pubblico esterno..
Quanto ai B&B il più bello per i miei gusti è questo: http://www.veneto-traveller.com/it/c/maison-matilda

Mucca

04 Mar 2009 | ore 18:49

Quando nacquero i B&B erano sommariamente molto spartani. Occupandomi di forniture alberghiere, proponendo prodotti per hotel 4/5 stelle, non ricordo per il passato di essere stato mai contattato da un solo B&B. E' successo poi, credo anche per la crisi dei 3 stelle, che i B&B hanno cominciato ad avere più attenzione e cura negli arredi così come nell'ambiente bagno.
Non a caso oggi comincio ad avere sempre più frequenti richieste di materiali da questo tipo di strutture, segno tangibile di un'evoluzione estetica che in tanti casi li porta a competere anche con dei 4 stelle, soprattutto quelli che le 4 stelle ce l'hanno solo sulla carta intestata.

04 Mar 2009 | ore 19:00

saresti forse disponibile a condividere qualche indicazione di albergo? Io magari, in piccolo, potrei contraccambiare con qualche mia esperienza.

04 Mar 2009 | ore 19:15

p.s. il mio commento era diretto in particolare a new entry, ma naturalmente ogni indicazione da parte di altri e´ piu´ che gradita ... Penso infatti che l´unico segreto per trovare un bell´albergo sia conoscerlo direttamente o tramite passaparola.

04 Mar 2009 | ore 19:18

nel mese di gennaio mi sono recata a Lodi per lavoro, ero nuova della città ho trovato alberghi con prezzi esorbitanti e non erano un gran che poi mi sono fermata in un B&B a conduzione familiare con 70€ anche la prima colazione con prodotti freschi, biancheria nuova e pulitissima, ambiente raffinato, ci tornerei volentieri un saluto

04 Mar 2009 | ore 19:28

Carmen sulla biancheria pulitissima non ci metterei la mano sul fuoco..domenica scorsa alle Iene hanno fatto vendere le lenzuola all'occhio del Lumen e c'erano macchie invisibili di sperma, sangue e pipì..

04 Mar 2009 | ore 19:35

Ma...di che genere di hotel? Quando vagavamo per gli Stati Uniti per vedere la vera America, finivamo in motelacci molto...uh uh...funky o vecchi grandi hotel decaduti popolati di personaggi stravaganti. Preferisco non sapere cosa si sarebbe visto con il Luminol - mi risulta che si chiami così, io guardo sempre CSI. Però le stanze costavano pochissimo. Sarebbe fastidioso scoprire di spendere un occhio della testa e trovarsi comunque a dormire sui residui biologici altrui. :-D
p.s. l'abbonamento alla palestra di cui parli è quello che hai fatto tu, giusto?

04 Mar 2009 | ore 20:42

Ah dimenticata: in Italia un albergo (o b&b?) in cui andrei sicuramente se non fosse troppo vicino a dove abito è: http://www.casabaladin.it/
E' moltomoltomolto vicino ai miei gusti.

04 Mar 2009 | ore 20:55

Cito l'ultimo che mi è piaciuto: B&B Garnì Le Ortensie alle porte di Roccaraso (località sciistica in Abruzzo). Magari in abbinamento con il ristorante "Reale" di Niko Romito.

04 Mar 2009 | ore 21:40

ecco giusto..il Luminol, il Lumen sarà quello che si porta al camposanto :D
Io non ho fatto l'abbonamento per la palestra del Ritz..mica vivo a Parigi però se dovessi trasferirmi penso che andrei li almeno a giudicare dal popolo che la frequenta :D

04 Mar 2009 | ore 21:50

Mi ha telefonato Grissom, arrabbiato perché con tutte le puntate che ho visto mi sono dimenticata che il Luminol serve solo per il sangue; per le altre macchie ci vuole la lampada ultravioletta. Insomma il Lumen, volendo, era una via di mezzo! :-)
(l'abbonamento del Ritz era una battuta perché mi sembrava l'avessi già citato in qualche commento su questo blog ma non ricordo dove)

04 Mar 2009 | ore 22:05

si, perché quella palestra mi è rimasta nel cuore :D

04 Mar 2009 | ore 22:23

beh trovo che molto dipenda dal paese in cui vai e da una discreta dose di fortuna... insomma se vai alla cieca in un b&b scelto a caso su una guida o su un sito devi essere soprattutto fortunato.. ad esempio due anni fa siamo capitati per puro caso in questo http://www.leshautsdeboulogne.com/
che mi ha convinto non tanto per il sito che già promette molto bene, ma per la deliziosa disponibilità della padrona di casa con cui ho avuto diversi scambi telefonici e via email per organizzare il nostro soggiorno. il b&b delle fiabe, proprio come te lo immagineresti, con tanto di sala di lettura, impeccabile padrona di casa che ti fa trovare la mattina torte fresche, pane caldo, marmellate fatte in casa..
ma non mi dimenticherò mai di quella volta a londra nel b&b di paddington dove ho trovato in bagno la saponetta usata con tanto di peli attaccati... eccheschifo!! insomma, o fai conto sul passaparola di persone affidabili, oppure ti deve dire bene.. e molto!
francamente, mentre cerco di godermi l'unica vacanza che in genere mi concedo durante l'anno, se non ho un indirizzo già sperimentato di qualche hotel de charme o b&b di qualità, preferisco evitare spiacevoli sorprese a costo di spendere qualcosa in più e ricorrere al più algido hotel di una buona catena dove le stanze saranno certamente più anonime ma almeno sai cosa asspettarti, a parigi come a hong kong..
e poi se la colazione negli hotel costa dai 20 euro a persona in su, specialmente per me che non mangio più di una cappuccio e brioche, mi faccio due passi nei dintorni e la faccio in un café pagando meno della metà della metà.

04 Mar 2009 | ore 22:24

Continuando l'elenco...tra le "chambres d'hôtes" mi sono trovata molto bene (anche considerando prezzo e zona) alla href="http://www.cybevasion.fr/chambres/france/chambres-hotes_uzes_12618.html"Maison des Arts di Uzès.
In Italia conto di andare prima o poi all'Ankhura perché tra ricerche e consigli ricevuti mi sembra uno dei più belli per i miei gusti. Se per caso qualcuno conosce posti e li vuole rivelare...possono sempre tornare utili! ;-)

04 Mar 2009 | ore 22:50

Mah, nelle grandi citta' o negli US a me piace andare nei grandi alberghi anonimi. Trovo che anche loro abbiano le loro personalita' e individualita'. Le rare volte che mi sono potuto permettere un 5 stelle ho sempre trovato colazioni buone, nei 4 stelle la qualita' variava molto (sono comunque sempre molto parco con le colazioni per quanto generoso sia il buffet perche' per me la cena/pranzo fuori al ristorante quando sono in viaggio e' fondamentale). Negli US trovo un servizio in media piu' professionale che in Europa. Il migliore hotel per lavoro di recente e' stato il Park Hyatt a Tokyo, una vista davvero spettacolare (ha anche un Gordon Ramsey retsaurant all'interno che non ho provato). Quando vado in macchina nel tratto Londra-Italia mi fermo sempre in Alsazia in piccoli alberghi scelti essenzialmente sulla base della cucina. Negli UK ha ragione Paolo: la qualita' dei B&B varia molto e bisogna investigare con attenzione!
Ah, gli accappatoi non mi vanno mai bene perche' sono troppo alto, quindi mi fa piacere che li tolgano ;-) .

05 Mar 2009 | ore 10:44

Di solito scelgo un albergo con camera e colazione e lo scelgo sul web contattandolo via email (faccio selezione pure sulle capacità che hanno di usare la posta elettronica). Non mi interessa il lusso ma esigo ordine e pulizia. Nella scelta a volte, mi avvalgo dei commenti trovati sui forum e siti vari. Odio gli hotel ipocriti ad esempio quelli che con la scusa dell'ecologia tendono a non cambiare gli asciugamani.

05 Mar 2009 | ore 11:26

La proprietaria di Maison Matilda-Treviso, Elena Cinel, felicemente ringrazia.

24 Mar 2009 | ore 20:12

sono stato a Parigi al Sezz vicino alla torre Eifell, ottima posizione, poche camere... e con accesso alla SPA gratuito, ma il letto per la terza persona scomodissimo. Son passato per una visita trevigiana al Canaletto, ho scelto di pernottare a Maison Matilda... riservatezza, cortesia e una colazione home made veramente home made! le marmellate fatte in casa, ricercate nei gusti ( vi consiglio fichi e noci), la spremuta fresca fatta al momento, e la pasticceria ricercata e fragrante. ma soprattutto ho apprezzato il dolce dormire fra lenzuola di lino e il silenzio... un'oasi in città.

25 Mar 2009 | ore 00:19

Grazie di cuore Paco!
Elena Cinel www.maisonmatilda.com

31 Mar 2009 | ore 19:19

Ciao! Ho visto che avete parlato di B&B.
Volevo segnalarvi, per i prossimi viaggi, un portale che forse puo' esservi utile. Si tratta di un progetto al quale stiamo lavorando e che raccoglie tutte le 18.000 strutture di B&B in Italia.E' facilissimo da usare, basta inserire la cittá o il nome del b&b per ricevere le prime info. Siamo anche su FB!!!

www.regalamiiltuosogno.it

Spero che vi sia utile questa informazione.
A presto e buona estate.

16 Lug 2010 | ore 20:19

Ciao!
Volevo segnalarvi, per i prossimi viaggi, un portale che forse puo' esservi utile. Si tratta di un progetto al quale stiamo lavorando e che raccoglie tutte le 18.000 strutture di B&B in Italia.E' facilissimo da usare, basta inserire la cittá o il nome del b&b per ricevere le prime info. Siamo anche su FB!!! E per tutti coloro che gestiscono un B&B il consiglio è di attivare il proprio profilo e di aggiungere foto ed informazioni per avere piu' visibilitá.
www.regalamiiltuosogno.it
Spero che vi sia utile questa informazione.
A presto e buona estate.

16 Lug 2010 | ore 20:21

Leggo solo ora questo articolo e mi fa piacere segnalare un B&B molto speciale, gestito da un amico anch'esso speciale, alle porte di Firenze ma comunque comodissimo anche per raggiungere il centro.
http://www.casabartolini.it
Vi suggerisco di vistare il sito e vi assicuro che la realtà supera la poesia in esso espressa.
Provare per credere!

09 Dic 2010 | ore 19:11

Ti consiglio clickbed per trovare una lista variata di bed and breakfasts

Saluti

16 Mar 2011 | ore 21:03

Ce ne uno bellissimo a Roma Ostiense
www.romeinaroom.com
Coppia giovane e molto preparata sulla movida romana e le "chicche" della citta' eterna!

24 Mag 2011 | ore 14:53

Devo dire che sono di parte, ma lavorando in un paradiso terrestre come la Coutntry House TRAMONTO Su ASSISI concordo che vale veramente la pena ricercare di stare il più possibile lontano dal caos e consentirsi un momento di intimità. L'UMBRIA offre spettacoli naturali che in Italia, ma anche in Europa, solo gli amanti del bello e del sano sanno godere.
Fabio

07 Giu 2011 | ore 16:53

In Francia opto per le chambres d'hôtes, in Italia ed in altri paesi per i B&B, poi ovvio, gli amici sono sempre utili ed io ricambio sempre con immenso piacere. E' vero che in Italia gli alberghi sono cari rispetto a quello che offrono. Non c'è un equilibrio. E la stessa cosa vale spesso per i B&B italiani..., BB22 di Palermo escluso (lo cito perchè ci sono stato da poco) Qualche settimana fa sono stato a Berlino, in un Hotel 5 stelle, l'accappatoio in camera era presente ma c'era anche un biglietto che diceva più o meno così "l'accappatoio è a disposizione della clientela all'interno dell'Hotel, per chi fosse interessato lo stesso è in vendita alla reception...." . Una volta, parlando con un manager di un Hotel americano ho appreso che in un anno in un Hotel di grandi dimensioni (per i loro parametri, immense dimensioni) i furti causano perdite per centinaia di migliaia di dollari... alla faccia!!

21 Ott 2011 | ore 16:37

Sono un amante dei B&B. Sono spesso a Bologna per lavoro e ne ho trovato uno fantastico. Il B&B Benelli www.bb-benelli.it Ha solo una camera matrimoniale e la colazione é super, per non parlare dei consigli sempre ottimi su ristoranti ed eventi in città.

16 Feb 2012 | ore 15:47

Gli hotel sono molto cari, evvero. ma penso che la tendenza di oggi sia trovare un posto un po' più personale, con dei proprietari con cui fare magari 2 chiacchiere e no una persona scocciatissima a cui non frega niente di te. Penso che stia vincendo il lato umano come qualità, incredibile ma vero; e ben venga se è semplicemente una conseguenza della concorrenza. Io personalmente ne consiglio uno a Roma veramente carino a un prezzo giusto: B&B Cristiana. I dolci della proprietaria ottimi!

25 Mar 2014 | ore 21:34

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed