25
Ago 2010
ore 00:23

Carlino, il ristorante invisibile

< >

Carlino_1.jpg

Ho mangiato un piatto di paccheri, coccio e olive veramente buono accompagnato da una bottiglia di Fior d'uva di Marisa Cuomo e come chiusura una insalata di pomodori e basilico, di quello che ti sembra di non avere mai assaggiato.

Carlino_2.jpg

Un pranzo in riva al mare, in un ristorante che, si potrebbe dire, non esiste.
Sulle guide non c'è, non è possibile prenotare, apre alle 12 e chiude alle 16.

Carlino_3.jpg

Eppure il Carlino ha una sua affezionata clientela, una Molteni nera, arrivata fin qui via mare dato il peso e le dimensioni, che troneggia in cucina e un personale numeroso, attento e gentile che vi serve.
Carlino è il nome del ristorante in riva al mare dell'Hote San Pietro, è aperto da tre anni e contrariamente a quello che si immagina dei ristoranti di spiaggia qui si mangia bene e si beve bene.

Carlino_4.jpg

Certo, a dare sapore ai piatti contribuiscono il panorama e il clima, ma anche prendendo un panino col salmone affumicato in casa e un bicchiere di Fiano ci si può rifocillare all'ombra e passare una splendida oretta di intervallo tra un bagno e l'altro.
Per arrivare fin qui si prende un ascensore che scende per 80 metri nella roccia e si arriva su una spiaggia tra le pochissime esistenti in questa parte della Costiera.

Carlino_5.jpg

Per chi ha timore o soffre di claustrofobio c'è una lunga discesa a mare che attraversa orti coltivati a pomodori, insalate, frutta e fiori di tutti i colori e varietà.
Il San Pietro è uno degli alberghi più belli del mondo, ha un ristorante "ufficiale" molto buono dove si può tranquillamente prenotare e gustare la cucina di Alois Vanlangenaeker, un signore che quando lavorava al Don Alfonso ha preso tre stelle Michelin.
La sera al tramonto la vista che c'è sulla baia di Positano vale, come si suol dire, il viaggio e la spesa che non è certo proibitiva, sui 90 € se non si beve troppo alto.

FOTO S. BONILLI

commenti 6

bellissimooooo!!!!!!

25 Ago 2010 | ore 08:41

Piccola critica, bonaria.
A meno che tu non voglia dedicare un post a parte, credo che hai liquidato il ristorante del San Pietro, quello "ufficiale", con fare troppo veloce.
Le tanto vituperate cucine d'albergo....
In questo caso, nonostante l'ampia carta e un elevato numero di coperti, devo dire che sono rimasto davvero sorpreso dalla "mano" di questo chef fiammingo dal cognome impronunciabile.
L'avevo perso di vista dai tempi del Don Alfonso ma l'ho ritrovato in forma smagliante, nonostante, come ho detto, operasse in condizioni più difficili.
La "vellutata di cozze allo zafferano", "l'uovo con granchio fellone e purea di cavolfiore", la "zuppa di pomodoro fredda, anguria e bruschetta al finocchio" mi sono parsi piatti d'altissima scuola.
Unico neo, comprensibile, l'assaggio di pizza margherita, ma questa è un'altra storia.

25 Ago 2010 | ore 09:38

Purtroppo leggo sul sito che il Carlino è accessibile solamente ai clienti dell'Hotel!!
Un vero peccato!!

25 Ago 2010 | ore 10:14

sono io caso da lei citato, bella la discesa passando nell'orto, bella la ricompensa dell'affaccio sul mare..........................ma la risalita xxxxx
disposta comunque a rifarlo presto!

25 Ago 2010 | ore 10:34

Le foto del ristorante sono bellissime, ma direttore perbacco, per non scrivere altro, il Carlino è inaccessibile, l'hotel costa un botto e chi se lo può permettere...

25 Ago 2010 | ore 11:36

La risposta a questa domanda è stata
-Vogliamo evitare la Conca del Sogno 2, la vendetta-
Una battuta molto efficace che mi trova d'accordo
Al ristorante d'albergo, molto buono, può accedere chiunque, qui solo la clientela che soggiorna
Non potrebbe essere diversamente a questi livelli

25 Ago 2010 | ore 12:27

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed