15
Mar 2011
ore 13:17

I tre moschettieri

< >

Taste_01.jpg
 
Lunedì 14 marzo si è chiuso il Taste, a Firenze. A giudicare dall’affluenza e dalla qualità degli espositori anche questa sesta edizione è sembrata ben riuscita.
Per me è stata anche l’occasione per assistere all’intervista che Davide Paolini ha fatto a sei degli undici cavalieri della nostra cucina, presentati, fra gli applausi, sul "ring" del Taste in ordine alfabetico.
Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, Moreno Cedroni, Gennaro Esposito, Giancarlo Perbellini e Ciccio Sultano. Sono mancati all’appello Massimo Bottura, Errico Cerea, Norbert Niederkofler, Niko Romito e Mauro Uliassi. In pratica, fra presenti e assenti, l’èlite della cucina italiana.
Intorno al ring c’era tanta gente, finanche sulle due scale laterali che portano al piano superiore. M’incuriosiva ascoltarli, anche perché finora, ai più, non è parso ancora chiaro il motivo della loro unione, “aperta a tutti”, come più volte hanno detto. Si sono soffermati a lungo sui valori della nostra cucina, sulla necessità di fare sistema, però, nonostante tutti i buoni propositi, non s’intravedono ancora gli effetti pratici di questa loro unione. Manca, per esempio, un calendario degli eventi e soprattutto, alla base, c’è un evidente problema di comunicazione.

Taste_02.jpg

Dopo qualche ora pochi e fortunati avventori si sono ritrovati al ristorante Ora d’aria, in Via dei Georgofili, sul Lungarno, invitati dalla cantina toscana Cecchi.
In cucina, al fianco del padrone di casa Marco Stabile, altri due chef toscani, Filippo Saporito, del ristorante La leggenda dei frati, e Cristiano Tomei  de “L’imbuto”.

Taste_03.jpg

Ora non vorrei scomodare Alexandre Dumas e il suo celebre romanzo ma più degli undici cavalieri, in fervida attesa del dodicesimo, sono piaciuti molto questi “Tre moschettieri” della cucina toscana. Con il loro entusiasmo hanno contagiato i presenti e più di ogni altra cosa hanno saputo perfettamente comunicare con i loro piatti. Deliziosa l’entrée con dei piccoli panini d’autore e soprattutto i loro primi piatti si sono rivelati all’altezza delle cucine dei loro più blasonati colleghi “cavalieri”. Uno spiedino di rognone di coniglio con cipollotto, degli gnocchi di patate affumicate in carpione di mare e un sublime petto d’anatra al pepe lungo con purè di patate alla senape, quest'ultimo cucinato dal padrone di casa e perfettamente abbinato al “Coevo” di casa Cecchi.

Taste_04.jpg

Anche i dessert hanno seguito lo stesso schema, una creazione per chef. Stracchino, albicocca secca e caffè, una créme brulée alla birra con caprese e infine un cacio e pere.
La dimostrazione che se si vince la pigrizia giornalistica di parlare sempre degli stessi cuochi e la pigrizia del cliente che va sempre negli stessi posti, già ora in Italia sono possibili decine di buone e buonissime esperienze gastronomiche.
Come è stata questa cena.

TESTO DI MAURIZIO CORTESE
FOTO DI ELISIA MENDUNI


commenti 18

Pensa che ti facevo napoletano ;o)

15 Mar 2011 | ore 14:03

Misteri degli accreditamenti :-))

15 Mar 2011 | ore 14:06

Anche i miei mi hanno sempre raccontato così :-)

15 Mar 2011 | ore 14:12

Sarà stato assegnato automaticamente per il cognome. Sapete, no, che si diceva? Torinese, falso e... :-D

15 Mar 2011 | ore 15:45

Ricollegandomi anche al post precedente di Bonilli, più voce ai giovani. In cucina e in politica!

15 Mar 2011 | ore 16:15

E anche nei blog! :-)

15 Mar 2011 | ore 16:21

Non conoscevo questi tre giovani cuochi e appena scenderò a Firenze andrò sicuramente a provare Ora d'aria.

15 Mar 2011 | ore 16:46

@Serena
Marco Stabile è lo chef de l'Ora d'Aria di Firenze
Cristiano Tomei è lo chef de L'Imbuto di Viareggio in provincia di Lucca
Filippo Saporito è lo chef de La Leggenda dei Frati che a brevissimo si trasferirà a Castellina in Chianti

devi girare un po' di bei posti per provarli tutti ma ne vale la pena
:)

15 Mar 2011 | ore 17:50

maurizio sei andato via troppo presto, ti sei perso il terzo tempo ;-)
http://www.youtube.com/watch?v=HS36RU7_xZI

15 Mar 2011 | ore 18:06

Grazie, Andrea, bel contributo. Comunque il terzo tempo l'ho fatto il giorno dopo da Burde :-P

15 Mar 2011 | ore 19:54

Quanto mi piace Ora d'Aria!

15 Mar 2011 | ore 22:26

Sono felice per Marco (and others, too). Dopo essere stato sottoposto ad una immeritata gogna mi sembra giusto valutare i molti pregi della sua cucina.

Maurizio, l'indicazione Piemonte deve essere un problema degli accreditamenti Taste. Anch'io l'anno passato avevo Piemonte; pensa se trovavamo scritto "Padania" :-))

16 Mar 2011 | ore 11:58

grazie Stefano per questo articolo. l'Italia è piena di promesse della cucina; si può mangiare divinamente in molti posti anche meno blasonati dei "soliti".

non è più bella l'immagine di un'Italia in cui i grandi cuochi (grandissimi), anzichè "mangiare" lo spazio dei piccoli, diventano maestri per la nuova generazione?

ci vuole solo il coraggio di "scoprire" e lasciare spazio.

16 Mar 2011 | ore 12:18

Dalla foto dei tre "giovani" moschettieri, noto con piacere che rispetto a un paio di anni fa si è elevata l'età media con la quale ci si riferiva ai giovani ;-)
Visto che si parla della toscana, segnalo che a Firenze presso l'Hotel Salviatino è approdato Carmine Calò (http://salviatino.com/home-hotel-di-lusso-firenze)

Una curiosità, ma perché il Papero Giallo non organizza una bella intervista ai Cavalieri della Cucina Italiana con domande fatte dai lettori dei blog?

Mucca

16 Mar 2011 | ore 13:24

E' vero, ormai in Italia un giovane è un individuo di 35 anni, negli States è un individuo di 25 anni, nei paesi arabi è un individuo di 20 anni.
Fai una proposta giusta, mi attiverò per sentire i Cavalieri ma mi sembra che faranno melina.
Calò non lo conosco e lo andrò a trovare.

16 Mar 2011 | ore 14:09

beh, qui credo che in molti siano curiosi di sapere qualcosa in più sui cavalieri, se i Power Ranger dei fornelli d'Italia fossero disponibili a rispondere a qualche domanda dei lettori del papero giallo non sarebbe male, sicuramente qualche interessante spunto di riflessione ne uscirebbe fuori..

17 Mar 2011 | ore 19:38

Direttore,grazie per questo articolo. devo andre a Firenze, chi mi dà qualche indirizzo di ristoranti oltre a questo e a parte L'Enoteca?

21 Mar 2011 | ore 19:11

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed