12
Ago 2011
ore 07:28

Niko Romito e Casadonna, l'albergo, il ristorante Reale e la Scuola di cucina

< >

casadonna.jpg

Era un convento abbandonato e in due anni è diventato Casadonna, albergo di sei camere da, come minimo, quattro stelle, nuova sede del ristorante Reale, che prima stava a Rivisondoli e sede di una Scuola di cucina che farà molto parlare.
Ce n'è a sufficienza per salire sulla vecchia Lupo verde - di e con Elisia - e dirigersi, anche se ancora sotto gli effetti di un fuso orario che scambia il giorno con la notte, da Roma a Castel di Sangro a vedere la novità.
Nel frattempo da Sant'Agata, i suoi ozi campani, anche Maurizio Cortese dirige la prua verso l'Abruzzo.
Da Roma, in due ore e mezza, la Lupo ci porta a Castel di Sangro facendo Elisia attenzione, nei tratti di maggiore salita, a spegnere l'aria condizionata per andare "più veloci".
Lungo una strada asfaltata nuova di zecca arriviamo nel parcheggio di Casadonna e ci troviamo di fronte a un edificio bello e luminoso e a due grandi alberi di castagno che sono un po' il simbolo di questa storia tutta italiana, due alberi che a un certo punto si uniscono e crescono insieme e con i loro duecento e più anni di vita dominano un edificio cresciuto con loro, poi abbandonato e oggi risorto a nuova vita.
Due anni fa Niko e Cristiana Romito fanno il grande passo, acquistano questo ex convento e avviano i lavori per trasformarlo in albergo, ristorante e scuola.
Una scelta imprenditoriale molto coraggiosa, fatta senza finanziamenti o aiuti esterni nè tantomeno soci di capitale.
Racconta Elisia, mentre sfrecciamo verso Castel di Sangro, "era tutto abbandonato, un'ala era crollata e i lavori di ristrutturazione erano così complessi che nessuno credeva sarebbero stati ultimati nei tempi previsti.
Ma Niko è proprio abruzzese, sa fare bene i conti e ha le idee chiare
".

casadonna 2.jpg

Elisia ha seguito il cantiere fin dall'inizio e darà una grossa mano a Niko nel progetto della scuola di cucina, una scuola per giovani cuochi, sul modello Ducasse, ma qui siamo in Abruzzo, a Castel di Sangro, 5000 abitanti, e anche se hanno avuto una squadra di calcio che è arrivata fino alla serie B, sempre in Abruzzo siamo e tutto sembrerebbe più difficile.

Quando arriviamo incrociamo, preciso come un orologio, Maurizio Cortese arrivato dal sud e determinato a fare la sua prima degustazione nel Reale nuova sede dell'assoluto di cipolla, parmigiano e zafferano, uno dei piatti storici e simbolo del Reale e della cucina di Niko Romito.
Casadonna, a noi che la visitiamo per la prima volta, risulta essere molto meglio di come Elisia ce l'aveva descritta.
E' un luogo luminoso dove i materiali usati sposano l'ambiente, un design interno rigoroso e di grande pulizia e gusto, la sala da pranzo del Reale con una vetrata alta e affacciata sul prato e un'altra vetrata che dà sull'ingresso. 

Il Reale si è trasferito in questa nuova, bellissima sede e a cena abbiamo fatto un percorso della sua storia, della cucina di Niko Romito, attraverso i suoi piatti classici.

Infuso di capra, dragoncello e lamponi  € 25 anno 2006
Gel di Vitello, porcini secchi, mandorle,timo e tartufo nero, € 35 anno 2011
Melanzana arrosto glassata € 26 anno 2011
Assoluto di cipolle, parmigiano e zafferano tostato € 25 anno 2010
Tortelli piselli liquidi e basilico € 26 anno 2010
Croccante espressione della lingua € 30 anno 2008
Capellini al pomodoro € 25 anno 2011
Anatra croccante laccata € 30 anno 2010
Essenza € 15 anno 2010


piatti.jpg
Assoluto di cipolla, Parmigiano e zafferano tostato \ Emulsione fredda di manzo con maionese di lamponi \ Acciughe, scampo, cicorietta di campo e patate

Che dire, i giudizi, le analisi, le descrizioni sono superflue perché si è in presenza di una grande cucina, intelligente, molto personale, assolutamente godibile.
Niko Romito inizia un nuovo percorso e credo che questo nuovo Reale, l'albergo e la scuola lo proietteranno ancora di più nel ristretto gruppo dei grandi cuochi a livello internazionale.
Dopo un rodaggio agostano per chi vuole venire a pranzare o cenare i prezzi sono € 80 per un menù 4 piatti a modo mio e € 100 per un menù di 8 piatti.
L'albergo aprirà a dicembre, la scuola inizierà a gennaio.

Foto S. Bonilli, Elisia Menduni, VisioniFuture                                          
 
Ristorante Reale a Casadonna
Piana Santa Liberata
Loc. Casadonna
Castel di Sangro (AQ)
Indirizzo per il navigatore:
41° 46' 48,50" N
14° 5' 41,35" E

Tel. 0864 69382

info@ristorantereale.it

Chiusura settimanale lunedì e martedì
ad agosto e Natale: sempre aperto   
Carte di credito: tutte
                                                                                                                                           logo_gazzetta2.jpg
                                                   

commenti 99

un pochino mi dispiace che abbia cambiato sede, ero così affezionata alla vecchia! sicuramente sarà fantastica anche questa!

12 Ago 2011 | ore 17:11

che buffo!!
da stamattina leggo solo post di Niko Romito.
Non sono mai stata da lui, ma il progetto è davvero grandioso e pare interessante.

12 Ago 2011 | ore 17:43

Mai stata nella prima location ma , a giudicare dalla sua descrizione questa seconda una tappa la merita di sicuro....provvederò quanto prima ad arricchire il mio panorama culinario!
Una domanda: ma una foto del dessert??

12 Ago 2011 | ore 18:19

Niko sei Grande Grande Grande!!!
Non vedo l'ora di arrivare!!!!!!!!

12 Ago 2011 | ore 18:34

Ma che brutto che è! Fuori il nome del geom. responsabile.

12 Ago 2011 | ore 23:10

Concordo.
Sembrano gli stabilimenti delle colonie dei tempi del Duce.

13 Ago 2011 | ore 09:55

Credo sia che sia un architetto e penso molto molto in gamba.perche' innanzitutto segue il trend del momento ... Linearita',pulizia,semplicita',essenza.tutto molto studiato e in secondo luogo ha capito chi e' Niko .sono molto felice per Niko e come molti provo della sana invidia :))complimenti Elisa, per il lavoro che fai con lui ..sono contenta che gli stai accanto!

13 Ago 2011 | ore 10:29

Una bella storia di giovani coraggiosi! Bravi!

13 Ago 2011 | ore 11:06

Per un commentatore sembrerebbe ovvio ragionare su una scelta imprenditoriale così controcorrente o sulla cucina di Niko Romito e invece c'è chi ha la capacità di analizzare più in profondità la situazione e cogliere nell'estetica del restauro il vero punto da analizzare.
Sembrano le vecchie colonie estive e l'architetto ha delle colpe?
Fortunato il blog che ha tra i suoi commentatori l'esteta stucchi e il raffinato luca che in colonia si faceva la popó addosso.

13 Ago 2011 | ore 11:31

Ho visto Casadonna quando era un rudere e ho seguito passo passo i lavori di questo restauro. I materiali, le forme, le proporzioni sono quelle originali di un convento del 1500. Leonardo De Carlo, l'architetto che firma il progetto, ha seguito il cantiere con dedizione e non ha mai sconvolto l'anima del posto, recuperando antiche pietre, caminetti e soglie.
Il progetto è bellissimo e invito chi giudica un lavoro di anni da qualche foto sul web di rendersi conto di persona del fascino del posto e della qualità del restauro.
Un'architettura religiosa di tardo '500 ben restaurata non ha niente a che fare con lo stile fascista, mi dispiace dissentire.

13 Ago 2011 | ore 12:02

Il cretino Tancredi solo capace a offendere, non capisco perché di fronte ad un parere peraltro condiviso da altri vi sentite subito offesi e partite con le offese come i bambini (delle colonie), poveri sfigati.

Preciso altresì per i miei fans che in colonia non ho mai messo piede.

13 Ago 2011 | ore 12:12

Ormai superfluo dire che Niko, oltre all'eccezionale bravura in cucina, ha davvero realizzato un progetto di ampio respiro che, sono certa, eleverá lo stato della cucina italiana. Glielo auguro sinceramente e noi tutti faremo gruppo per supportarlo in qualsiasi maniera possibile.

13 Ago 2011 | ore 12:30

Quoto in toto.

13 Ago 2011 | ore 14:11

Ma se ti scagazzavi e frignavi, povero Ciccio di mamma

13 Ago 2011 | ore 14:40

Non dubito della bontà della cucina, e chi sono io per permettermi di criticare il sig. Romito, però anche l'esofago vuole la sua parte santiddio, se uno spende una settimana lì in una camera, con quelle porzioni esce morto di fame.

Capisco che la grande cucina sia anche scultura e arte, però 'ste porzioni da dieta da 250 calorie giornaliere mi sembrano abbastanza offensive per uno che si suppone vada al ristorante per mangiare equilibratamente oltre che per degustare.

O no?

13 Ago 2011 | ore 16:36

Credo che il suo esofago sia veramente Enorme....io ho mangiato piu' volte da Niko e con fatica sono arrivata al dolce ....ma credo che lei non frequenti molto l'alta cucina .... meglio continuare a mangiare in buone trattorie dove potra' colmare quel vuoto infinito ...oppure faccia un menù degustazione e vedrà che oltre a colmare il Vuoto potra' anche far gioire l'animo....

13 Ago 2011 | ore 16:51

ma Tlaz... o chi sei, ma ci hai mangiato? hai mai fatto una cena da lui? stiamo ancora a parlare di porzioni? siamo ancora qui? siamo ancora a chi non distingue la cucina di trattoria da un percorso di ricerca?

13 Ago 2011 | ore 16:53

Io baso la mica critica RIGOROSAMENTE NON GASTRONOMICA sulle fotografie mostrate, se un pranzo si compone delle 4 portate qui raffigurate, credo sia arduo sostenere che uno arriva a malapena al dolce, poi se oltre a queste, ne arrivano altre 10, beh, allora mi immagino che sia un lungo percorso di degustazione al termine del quale uno è sazio sia nel corpo che nella mente.
Però se il pranzo si ferma a quanto mostrato, credo ci voglia un bel po' di fantasia per sostenere il contrario.

Io non ho niente contro la ricerca culinaria d'avanguardia, però forse anziché chiamarli ristoranti, andrebbero chiamati "gallerie del cibo contemporaneo" in maniera che uno non si illuda di "ristorarsi" nel senso latino del termine.

E comunque nel mio intervento, nonostante tutto, non c'era un'intenzione offensiva gratuita, come invece traspare dalle vostre sarcastiche risposte.

13 Ago 2011 | ore 17:18

vostre?
io ho detto la mia e sono una dentista appassionata di cibo. Non so di chi stai parlando...
e poi credimi nella mia risposta non c'era nessun "sarcasmo"..

13 Ago 2011 | ore 17:47

Però è bello leggere i tuoi interventi; è come viaggiare nella macchina del tempo che mi fa tornare ancora più giovane, quando decenni addietro tutte le porzioni mini erano "nouvelle cuisine" e per molti lo sono ancora. Quando certa cucina è considerata e giudicata dalle foto come contemporanea, quando invece, spesso, affonda le proprie radici nella più profonda delle tradizioni.
.
Insomma, noi abbiamo un bel parlare, milioni di persone ancora ci devono ascoltare, leggere. Mi chiedo se lo faranno mai.
La discussione, l'eleborazione potrnno mai fare un passettino in avanti ?
.
Leggendo certi interventi c'è da essere profondamente pessimisti.
.
Ciao

13 Ago 2011 | ore 19:02

Quoto in toto.

13 Ago 2011 | ore 19:21

ammazza quanti Web Rosiconi!!!...ci si riempie la bocca di cose non fatte, non vissute, tanto per tener allenati i polpastrelli sulla tastiera e vivere di luce altrui...E' tipico ITALIANO quello di giudicare tutto e tutti a prescindere. Ancor più tipico è giudicare senza sapere nulla sull'argomento, qualsiasi esso sia. In questo caso GIUDICARE senza aver avuto il modo di Toccare, Odorare, Assaggiare, Ascoltare, Assaporare, Osservare, VIVERE (decisamente IMPOSSIBILE in foto) e specialmente PAGARE un'esperienza in un Locale...questo purtroppo è valido sia verso uno Stellato che verso una Trattoria dei quartieri con tutto rispetto per le Trattorie e i Quartieri ovviamente...Consiglierei ai polpastrelli precoci, sia quelli che scrivono articoli superficiali che quelli che li commentano senza effettuare alcuna sinapsi, più UMILTA' e maggior RISPETTO per chi lavora veramente con sacrifici e orari disumani (ragionate solo su cosa c'è dietro ad una portata servita al vostro tavolo...STRUTTURA,CUCINA E SALA) Reale,quanto prima tornerò percorrendo i 200 km che mi separano per ri-vivere nuovamente con la mia inseparabile compagna un'esperienza gastronomica di altissimo livello. IN BOCCA AL LUPO NIKO e CRISTIANA; siete da prendere come esempio per il Coraggio, la Professionalità, la Determinazione e l’Umiltà, doti queste che vi contraddistinguono da sempre. Tutto il resto è solo WEB. Saluti

13 Ago 2011 | ore 21:39

Scusa Vignadelmar,
potrebbe gentilmente mostrarmi la frase o le frasi in cui ho criticato la qualità o l'originalità o la cura nella preparazione dei piatti o in cui ho espresso un giudizio negativo sull'arte culinaria del sig. Romito o ho fatto riferimenti impropri al suo modo di interpretare la tradizione?

Senza fretta, ci mancherebbe, capisco che la ricerca richieda del tempo.

Grazie

13 Ago 2011 | ore 23:27

Conosco la cucina di Niko Romito da tempo e la cosa che mi ha più meravigliato e che ho detto anche a lui trovandolo d'accordo è che la sua cucina ha avuto da un anno all'altro una crescita impressionante.
Al Reale si è sempre mangiato discretamente bene, ma non ricordo fino a quattro anni fa circa, di queste cene che rimanevano impresse nella memoria.
Aggiungo che la sua cucina in alcuni realizzazioni, come l'Assoluto di cipolle, un piatto che da solo mi ha ampiamente ripagato dei 400 km percorsi in un giorno, può sembrare solo apparentemente semplice invece nasconde una tecnica incredibile. Credo sia proprio questo il principale punto di forza di Niko.
Vorrei aggiungere un'ultima cosa. Stefano ha sottolineato nel suo post che l'intera opera è stata realizzata senza il supporto di finanziamenti né di aiuti esterni. Ecco, la nostra classe politica è spesso miope quando ci sono imprenditori che attraverso la loro attività qualificano un territorio. In questo caso l'intera giunta, nonchè il sindaco Umberto Murolo, che solo per caso abbiamo trovato a cena nella stessa serata, si sono tutti stretti intorno a Niko, non intralciando il suo progetto con la solita odiosa e stupida burocrazia che spesso scoraggia gli imprenditori a investire bensì aiutandolo e incoraggiandolo.
Hanno semplicemente capito che questa è una buona occasione anche per Castel di Sangro, relegato a luogo di passaggio per le più rinomate mete sciistiche come Rivisondoli e Roccaraso. Mi faceva piacere sottolinearlo.

14 Ago 2011 | ore 08:35

Chi grida e dice cacchiate, usando toni e termini sbagliati, è un disturbatore, un "rosicone". Hai ragione Testaccio on the road!!!

14 Ago 2011 | ore 10:55

;-P

...non avrei mai immginato che quel "buco" in rivisondoli potesse sviluppare una così solida potenza economica...

complimenti!

14 Ago 2011 | ore 11:30

Niko e Cristiana: due esempi di giovani imprenditori caparbi e testardi...
Sono curiosissimo.
Arrivo prestissimo!

14 Ago 2011 | ore 13:12

Premetto che sono fra quelli che fanno praticamente sempre fatica ad arrivare al dolce. Però, dai, sinceramente, se ogni pasto fosse composto solo dai piatti nelle foto, esattamente come si vedono nelle foto...morirei di fame pure io!

Dal post peraltro io ho capito che le portate erano quelle elencate sopra in grassetto. Quindi almeno 9, che per me andrebbero già più che bene.

Sempre dalle foto, il locale a me sembra bello tenendo conto del fatto che da un ex convento, una certa austerità mi sembra anche naturale!

14 Ago 2011 | ore 22:01

Assoluto di cipolle voto: 10+

15 Ago 2011 | ore 18:02

Uscito ora dal Reale e son sazio di pancia però un abbastanza deluso nella testa la cucina non mi ha mai emozionato (ho fatto il menù grande a piacere dello chef )
mentre la location è di impressionante bellezza!! appena riesco posto una foto-rece completa sul forum del gambero...avevo prenotato prima che andasse il direttore quindi la storta l'ho presa da scatti di gusto che diede la notizia dell'apertura e mi son fidato -(
ma sono incappato nel classico caso di supervalutazione mediatica e ci son cascato !!...ma va be' l'Abruzzo è bello e ci son materie prime incredibili si potrebbe far fuoco e fiamme, pensavo un locale top ci stesse!ma siamo ancora indietro peccato...se ci. Fosse una regione del genere in Spagna non so quanti Rist ci sarebbero da provare..ma questa è un altra storia ..chi al pane non ha denti..managgia

15 Ago 2011 | ore 23:49

oddio ora il geometra è diventato un grande architetto e niko un aiuto cuoco.
ho deciso regalo un corno rosso a tutto il reale.
sono stato al reale un anno fa e credo che sia stata una delle cene ppiu' emozionanti di sempre.
ma poi questo mondo di internet è bello proprio per questo.

16 Ago 2011 | ore 02:35

Profondo rispetto per ogni valutazione ma assoluto dissenso sul giudizio.
Parlare di supervalutazione mediatica a proposito di Niko Romito suona tanto come sottovalutazione personale di chi ha scritto.
In due pranzi ho provato quasi tutto il menù e trovo che alcuni piatti siano di eccellenza internazionale.

16 Ago 2011 | ore 09:08

Ognuno ha i sui gusti ma sinceramente non ho trovato la cucina del Reale i livelli assoluti di tecnica e sapori che si posso assaggiare ad un Poblet giusto per fare un nome,li si che sei in un altro pianeta e nessun piatto puoi minimamente pensare di riprodurlo farò una recensione dettaglita e spiegherò passo per passo dove e cosa non mi ha convinto Romito,per esempio l'assoluto di cipolle che anche qui qualcuno parlava di piatto memorabile è un brodo di cipolla acidulato con mini raviolini ripieni di un comune parmigiano che copriva anche il sapore dei pistilli di zafferano aggiunti allora mi chiedo ma perché visto che siamo in Abruzzo non usare un formaggio locale??ci sono prodotti di capra o pecora che ti innondano il palato d'Abruzzo,non penso ci voglia molto per capirlo
ho trovato tanti "error"i tipo la granita alla mela rossa con l'ostrica che era stata zuccherata..ma che cavolo c'entra il glucosio!! la mela ha già i sui zuccheri..son errori che da una cucina di livello internazionale come dite non dovrebbero accadere,comunque massimo rispetto x le considerazioni altrui ma quello che conta è il propio giudizio e io di reale ho trovato solo la location!!

16 Ago 2011 | ore 10:33

L' Assoluto di cipolla, piaccia o meno, non è un banale brodo di cipolla, ma un piatto che, come ho già scritto, nasconde una gran tecnica per realizzarlo.
Ora non so se la cucina di Niko Romito sia migliore o peggiore di quella di Poblet, questo è un problema che non ci siamo posti, ma a noi è piaciuta molto. A lei no, mica è un problema.
Sarei curioso di leggere la sua recensione, se mi dice dove potrò farlo, credo che un sano confronto aiuti a crescere e a capire

16 Ago 2011 | ore 11:26

mi ha toccato l'assoluto..nooooooo
con questo intervento ho capito i suoi commenti e il suo palato ..
ci vuole del tempo.. piano piano..
torno al reale la prossima settimana.. non vediamo l'ora.

16 Ago 2011 | ore 11:31

sono stato nelle cucine del reale per un po di mesi. rispondo per il commento dell'ostrica.
non esiste il glucosio in quel piatto ma solo la pectina del centrifugato naturale di mele per la granita. pero' al gusto è evidente la differenza. e poi l'assoluto non puo' banalizzarlo cosi'. è un piatto di una modernita' e di una concentrazione assoluta..

16 Ago 2011 | ore 11:40

Ok qui siete tutti troppo di parte ed è evidente che volete farmi passar per il solito ca..cacchio che spara a zero senza sapere io vi dico che di chef in Italia di talento ne abbiamo tanti e bravi che a volte nessuno ne parla.e questo mi da fastidio
non mi piace questo concetto di lodare a priori sempre le stesse persone le mie critche sono costruttive e basta..la granita dolce con l'ostrica non ci sta e posso farmela in casa da solo meglio punto e basta!poi ci sarà a chi piace daltronde a quanti piace prosciutto e melone?che per me è un orrore

16 Ago 2011 | ore 14:49

Io sono stato al Poblet.
Ma non scherziamo, quella non è una cucina stratosferica come la presenta Hansen, ma appunto, ognuno ha i suoi gusti.

16 Ago 2011 | ore 15:09

OK ho capito il mio palato non è in linea con i vostri gusti,però ripeto a breve posterò una foto recensione dei piatti mangiati ieri e dei quali nessuno mi ha impressionato forse il più celebrale era lo spaghetto bianco all'essenza di pomodoro
grande sapore però non mi ha convinto la textura del piatto quando provavo a prenderli mi si appalottavano tutti insieme all'Alberto Sordi e non si staccavano e anche questo mi ha dato fastidio un piatto bisogna riuscire anche a gustarselo e mangiarlo in modo corretto,
ma mi fermo qui xchè tra poco ci saranno mille persone a contraddirmi e quindi la critica costruttiva che sto facendo forse non serve a nulla

16 Ago 2011 | ore 19:55

capellini o spaghetto..troppa superficialita..
sento sapor di gelosie..
tutto sbagliato.
la critica nazionale e internazionale ha sopravvalutato il reale e lei non ha salvato un piatto.
che strano..

16 Ago 2011 | ore 22:00

Non è vero, a me interessa molto la tua critica e quindi mi piacerebbe leggere la tua analisi.
Credo sia utile anche a Niko Romito

16 Ago 2011 | ore 23:09

Ma celebrale (o cerebrale che sia) come lo intendi tu significa "abbastanza complesso da essere interessante per me" oppure "troppo elaborato, tanto da non essere più godibile"?
Tanto per capire meglio i tuoi parametri eh!

16 Ago 2011 | ore 23:55

;-)))...commenti confusi e inesatti...spaghetto appallottolato, brodo per assoluto, comune parmigiano,ostrica con lo zucchero...altro che critica costruttiva, questa è fantozziana..la Cantina del Reale la ricordo molto ricca di buon vino che leggendo ha sicuramente apprezzato...Mappet Show...una curiosità le foto le sta sviluppando in camera oscura?!!!...incredibili WEB rosiconi...ho chiamato un pò di amici e stò organizzando una serata qui da me dedicata alla sua rece in uscita, collego il mio pc al tv lcd in salotto,pop corn e na'biretta...tipo quarti di finale champions...Hansen contro il resto del mondo ;-))) è già leggenda!!!

17 Ago 2011 | ore 11:38

Tanto tuonó ma poi non piovve :-))

18 Ago 2011 | ore 08:07

son tornato oggi dall'abruzzo datemi tempo di far la recensione con le foto che come detto la posterò sul forum del Gambero però dalle vostre risposte piccate quasi da "ultrà" capisco che siete troppo di parte e in fin dei conti visto che abbiam palati troppo diversi è un confronto che non m'interessa più

18 Ago 2011 | ore 12:47

...maa io però avevo solo chiesto se cerebrale per te ha una valenza positiva o negativa - anche perché più sopra dicevi "deluso nella testa" e "non mi ha mai emozionato" - che per me sono due cose quasi opposte e non capisco cosa cerchi nella cucina.
(Si accettano risposte anche inglobate nella rece)

18 Ago 2011 | ore 13:36

...se mangiaste meno (in trattoria) e imparaste a scrivere correttamente?

La vostra ortografia grida vendetta.

18 Ago 2011 | ore 15:11

Deluso nella testa sta per non aver avuto emozioni
mentre i piatti erano di per se semplici e di buon saporema niente più, per darti l'idea dei piatti che mi hanno fatto sobbalzare dalla sedia
da quando frequenti ristoranti d'alta cucina potrei citarti così su due piedi:
il cyber egg di scabin quando era fatto con il
Beluga
il mosaico di minestrone di verdure di Miguel
Romera
lo spaghetto burro e Beluga di Bottura omaggio a Robuchon
il bosco e la foschia di DaCosta
le linguine di canavacciuolo alla salsa di pane di coimo
fino ad un mortadella piselli e gambero rosso o la cappasanta al the bianco della Mazzuchelli in provincia di Bologna
Questi sono piatti che ho trovato cerebrale che nutrono la mente che è la cosa che m'interessa
quando vado in locali del genere

18 Ago 2011 | ore 15:18

X gli errori ortografici chiedo venia!è vero rileggendo a volte saltano vocali o consonanti a casaccio ma tra lo schermo touch la fretta ecc..ci può stare non siam a scuola anche se noto che ci son molti mestrini del gusto -) che vorrebbero aver sempre ragione ed insegnare agli altri l'arte della gastronomia
e poi forse son quelli che tutti i giorni mangian cose "finte" e fanno spesa ai grandi magazzini con i palati foderati di zucchero,sale e conservanti

18 Ago 2011 | ore 15:33

Dopo avere smosso mari e monti per dire che Romito non ha piatti emozionanti e dopo avere fatto il bel elenchino di quello che hanno emozionato, uno che viene qui per dire che non è più interessato a mettere la sua recensione ma che andrà a metterla sul forum del gambero o è un villano o un provocatore.
Comunque è gradita la sua non-presenza.

18 Ago 2011 | ore 16:36

Hansen, non dirci che alla fine sei uno dei tanti chef "rosiconi," che davvero mi deludi...
ti prego!!! sfoggia le tue armi, tira fuori questa cazzo di memory card, scaricala su un qualsiasi PC e fai questa cacchio di recensione....
altrimenti NON sei credibile....


18 Ago 2011 | ore 19:54

Villano sarà ...... Non provoco assolutamente rispondevo solo a Gumbo che chiedeva spiegazioni sul piatto cerebrale ed ho fatto un elenchino x fargli capire cosa intendevo che c'è di male? o citato chef di non suo gradimento?
la recensione l'ho detto subito che l'avrei messa sul forum del gambero xchè li posso inserire foto e poi non mi sembra coretto metter un intera recensione sul suo blog,riguardo alla mia non presenza non si preoccupi che tolgo il disturbo e mi spiace solo xchè perderà un abbonato alla sua nuova rivista digitale e il suo comportamento mi ha fa pensare alla mala fede ( è socio a CasaDonna non penso?) o si è offeso perché non la penso come lei?
Peccato la reputavo una delle persone più in gamba del panorama e super partners ma forse mi sbagliavo.

18 Ago 2011 | ore 20:04

Frequento il gambero forum fin dai primi esordi non sono uno chef il mio lavoro non c'entra con la cucina il mio campo è l'equitazione che non c'entra affatto visto che era curiosa di saperlo, il mio nik è sempre quello del gr mi conoscono quasi tutti i forumisti storici e abbiam fatto maree di incontri e belle serate perfino la verticale di La Muline da Pierangelini dove c'era anche il direttore..sono solo un appasionato che si fà il mazzo x andare( quando posso permettermelo)in ristoranti top altrimenti sto a casa che mangio bene tutti giorni e se devo andare solo per mangiare non vado più

18 Ago 2011 | ore 20:18

quante chiacchiere.

cercavi lo scoop????
una domanda il pane ti è piaciuto o è troppo acido..?

18 Ago 2011 | ore 20:44

Il pane servito era buonissimo l'ho già detto (pasta acida sta x pasta madre anche qui trovate malizia dove non c'è) come giusto che sia in Abruzzo ci sono grani strepitosi come il solina o il saragolla!!è un pò il discorso che facevo sul ripieno al parmigiano con in formaggi potenti che ci sono in Abruzzo perchè non usarli??
Allora avrei capito il piatto.. Questa è solo una considerazione che tanto prenderete x provocazione o chissà quale sotterfugio sto tramando contro il povero Niko

18 Ago 2011 | ore 21:07

ridicolo..
addio

18 Ago 2011 | ore 21:10

Che uno venga a scrivere sul mio blog che la recensione non la farà qui ma sul gambero, conoscendo me e la mia storia, se non è una villania è solo una provocazione.
Oppure uno è così superficiale da pensare che in questi anni il gambero non sia leggermente cambiato.
Se aggiungiamo che io ho scritto che la recensione mi interessava penso che la scortesia sia palese.
Quanto a perdere un abbonato, visto che non faremo abbonamenti, la perdita mi sembra solo sul piano umano ma me ne farò una ragione :-))

18 Ago 2011 | ore 21:34

spero che la visita sua al reale non sia stata la prima. perche se fosse cosi' un normale prima di scrivere cosi' avrebbe fatto altre riflessioni.
c'e' sempre la sua l'ippica.
ma attenzione ai cavalli l'arroganza non piace..

18 Ago 2011 | ore 21:40

Ok ok pensavo non ci fosse nulla di male nel dire dove avrei postato la recensione il forum gr è un forse l'unico frequentato in Italia anche grazie al lavoro fatto dal direttore che come detto ho sempre stimato(fin ad'ora) e non pensavo di offendere nessuno queste gelosie sono patetiche,
sullo stesso forum ho sempre sostenuto che l'attuale gestione del gr è penosa sia x il mensile che x il canale tv e nessuno mi ha insultato è una mia opinone come che i piatti del reale per me sono cosa normale
p.s.
i veri villani non li conoscete forse son quelli che pensate siano vostri amici fate attenzione
e se volere m'inginicchio sui ceci e mi scuso se
ho citato il gr

18 Ago 2011 | ore 22:16

Certo che a non voler rispondere sei bravo. Ti ho chiesto di fare la recensione e visto che sei intervenuto con tanta sicurezza il minimo era scriverla e morta lì.
Fare numerosi interventi spiegando a noi com'è il mondo ma la recensione non la meritavamo, che senso ha?
Sul gambero le mie non sono patetiche gelosie, quella è gente che mi ha sfilato l'azienda e c'è ancora in ballo una grossa causa.
Per quel che mi riguarda argomento chiuso.

18 Ago 2011 | ore 22:34

il forum del GR è morto da anni..
non te ne eri accorto?
la formula dei forum è morta


Hansen manco posso dirti "datti all'ippica"...
mannaggia

19 Ago 2011 | ore 00:24

Non si è mai visto di fare una recensione completa su un blog che non sia il proprio
e poi senza foto risulterebbe poco scorrevole, che i forum siano morti a discapito dei blog anche questa mi è nuova ma ora ho capito molte cose grazie per avermele insegnate

19 Ago 2011 | ore 08:41

Senti Hansen, da come scrivi io personalmente credo che tu sia genuino e non un vero troll (e ti concedo anche che il tuo richiamo al GR qui sia solo un clamoroso ma ingenuo faux pas).
E pare che che tu abbia pure una ottima esperienza di gourmet, per cui guarda, ti dico che la tua opinione di cliente non troppo vicino allo chef mi interessa tanto quanto quella degli 'insiders', e comunque dalla diversita' di opinioni c'e' sempre da imparare.
MA QUESTA CAPPERO DI 'RECENSIONE' CHE E' DAL 15 DI AGOSTO CHE PROMETTI LA VUOI FARE SI' O NO?? Altrimenti ti rendi solo ridicolo. Per "recensione" intendo scrivere in maniera precisa, esauriente e ragionata, qui, non solo sul gr, senza foto che va bene lo stesso, cosa esattamente non ti e' piaciuto, cosa esattamente non ti ha entusiasmato. Dico commenti come quello che hai fatto sullo "spaghetto":
"spaghetto bianco all'essenza di pomodoro
grande sapore però non mi ha convinto la textura del piatto quando provavo a prenderli mi si appalottavano tutti insieme all'Alberto Sordi e non si staccavano e anche questo mi ha dato fastidio un piatto bisogna riuscire anche a gustarselo e mangiarlo in modo corretto"
Questo non vincera' il Nobel per la letteratura ma l'ho trovato interessante. Non e' possibile accontentare tutti perche' i gusti variano, e quindi sarebbe perfettamente normale se, per dire, Romito piacesse a 9 gourmet su 10 invece che a 10 su 10, e se ne puo' discutere civilmente.
Persone come me che spendono molto in viaggi e ristoranti cercano di scegliere in maniera oculata, si formano un'opinione scorrendo sull'internet, e son contenti di avere una vasta gamma di pareri, e anche il padrone di casa prima di essere irritato dal tuo faux pas aveva espresso interesse. Quindi, VAI!

19 Ago 2011 | ore 10:38

Siamo tutti in attesa di leggere 'sta recensione! Poi che si sia d'accordo con il suo punto di vista è tutto da vedere... :-D

19 Ago 2011 | ore 11:04

vedi, Hansen, un po' conosco Stefano Bonilli e posso dirti che aldilà di una solo apparente rudezza caratteriale è persona buona e tollerante, al punto che avrei ritenuto probabile, senza avergli parlato, che la tua recensione corredata di foto l'avrebbe pubblicata anche qui, sul papero, magari come esempio di come si può giudicare un ristorante senza averne cognizione di causa :-)))
peccato però che tu ce l'abbia messa tutta per non fare emergere il meglio del suo repertorio....a questo punto, considerate le tue titubanze, e soprattutto perché ultimamente del Casadonna e di Niko Romito se ne è scritto fin troppo, aiutaci a capire meglio la tua idea di cucina e dicci pure dove pubblicherai quella di Poblet.....

19 Ago 2011 | ore 12:33

Hansen mi avevi appassionato ma, andare alla ricerca di un post nella rete, addirittura del 2010, a cui agganciarsi per promuovere questa tua pseudocrociata proprio la trovo una mossa di pessimo gusto...conferma dei tuoi, ovviamente.
Calcisticamente parlando, il classico simulatore in area di rigore (cartellino rosso)...non sei l'unico ad aver capito tante cose.
E' bello vivere esperienze,raccontarle e condividerne i pareri (positivi o negativi che siano), la forza del WEB è questa.
Ognuno ha i propri gusti ed è libero di esprimere le proprie opinioni, anche quelle controcorrente che sono le più vivaci e costruttive ma, mantenendo assoluto rispetto delle persone e del loro lavoro.
Quelle costruite con il solo scopo di infangare per me sono da BANDIRE. Saluti

19 Ago 2011 | ore 12:55

Per la non particolarmente interessante diatriba collaterale, in quanto ex frequentratrice del forum del GR dico: penso che Hansen (che lo frequentava da prima di me e non conosco di persona) faccia semplicemente parte del gruppo di abitudinari che continuano a scriverci anche se ormai è quasi solo spam. Forse perché non è mai stato sostituito da nulla di paragonabile (a meno che uno non si mettesse in proprio o si spostasse su altri forum più defilati).
Inzomma - litigi a parte, se riusciremo a leggere 'sta opinione da qualche parte bene se no pazienza!

19 Ago 2011 | ore 13:39

esatto!! è l'unico forum dove c'è l'abitudine di scrivere poi ho gia detto che l'attuale gestione del gambero è penosa 8ci sono altri forum interessanti??), direi sta sera posto la "famosa" rece con foto,siccome mi son sempre dato all'ippica -) come molti mi hanno consigliato simpaticamente ho pochi minuti da permettermi davanti al pc e la sera e in vacanza mi collego con il telefono quindi abbiate pietà,per il maestrino Maurizo cortese penso che da come scrive abbia solo lui la cognizione di causa e Bonilli non penso abbia bisogno di avvocato difensore lecchino come traspare dai sui interventi

19 Ago 2011 | ore 16:50

Hansen, epperò che ti costa un copia- incolla?! Almeno se si deve discutere si discute dell'argomento principale. Rispondere qui alla rece lì mi sembra ridicolo!

20 Ago 2011 | ore 10:04

Ditemi un forum alternativo al gr che sia frequentato dove posso postare recensione io non ne conosco? c'era quello di Vg ma è da tanto che non lo guardo
qui c'è gente troppo di parte che vogliono farmi passar per un troglodita del gusto ops che non si offenda anche il grande Adriano del Pegaso non mi riferisco a lui -)
questi " partitismi " non mi piacciono son giochi che non mi riguardano

20 Ago 2011 | ore 14:18

Gentile Hansen io rispetto la tua opinione in quanto ospite pagante al ristorante del sig Romito ti sei conquistato il diritto di esprimere liberamente la visione del menù da te provato e gli altri possono dissentire ma la tua opinione vale come la loro.Detto questo vorrei chiederti ma perchè non posti sto cavolo di recensione e non la finiamo con sta rottura ti ringrazio sentitamente per la tua certa comprensione.ps anche il conto se possibile saluti

20 Ago 2011 | ore 14:52


ho letto il forum del gambero..

lingua piatto dell'anno gambero rosso (non ricordo l'anno) e tu dici " compitino ben svolto"

assoluto piatto dell'anno gambero rosso e bolasco gli dedica un pezzo sulla guida espresso insieme a vizzari..e tu?

essenza uno dei dolci piu riusciti in italia a detta di tutti
ed altro...

e' vero tutti possono scrivere ma poi il pubblico non perdona le " stronzate " che dici..

mi domando ancora ma quante volte sei stato al reale per scrivere cosi'.
e poi cremona, marchi, la michelin.. tutti sopravvalutano il reale..
ci sta che non ti sia piaciuto ma non ci sta come scrivi e come argomenti..

20 Ago 2011 | ore 15:52

Fortunatamente stato una volta sola ed ho mangiato i grandi classici quindi ritengo di poter quello che penso ..senza filtri non come voi che siete degli amiconi di Romito io non l'avevo neanche mai visto questo Romito ma leggendo migliore di qua migliore di la ho detto andiam a provare...e poi c'era il locale nuovo i suoi classici in menù e mi ero convinto,basta ho sbagliato io a gifarmi di gente che non ha i mie gusti e gli basta poco x emozionarsi un pò come chi dice che zucchero o Ligabue son dei gran cantanti basta il discorso si chiude li ora saprò so come tarare
i giudizi che leggo in rete mi spiace solo per la reazione che ha avuto Bonilli offeso dalla mia intenzione in buona fede di postare sull'innominato forum
poi mi è venuto in mente Baltazar forum filo Emiliano dove si parla di gastronomia
che si presterebbe x discutere su questo scottante tema -)

20 Ago 2011 | ore 22:06

letto sul forum del GR l'inutilità e la banalità della recensione di Hansen
vabbè lasciamo perdere

21 Ago 2011 | ore 10:54

Altro che Beck, come primadonna Elton John ti fa un baffo! Però la pazienza di chi legge, non essendo amici, ad un certo punto si esaurisce e dubito che molti abbiano intenzione di iscriversi a un forum solo per discutere la tua rece.
Io a questo punto ho capito due cose: una, che la cucina che ti emoziona e ha buone probabilità di piacerti deve fare colpo sul cervello, deve essere complessa, elaborata, ricca di effetti speciali e stranezze, raccontata nei dettagli (il piatto definito anonimo perchè non ti hanno detto la razza del manzo scusa ma mi ha fatta rotolare dalle risate!)
Non c'è niente di sbagliato, è un punto di vista come un altro, ma vedendo le foto dei piatti di Romito un dubbio che non sia tanto in quello stile non ti è passato per la testa?
Due, quello che cerco io è più o meno l'opposto - dato che per me il massimo della tecnica sta dove non la noti; gli effetti speciali strabilianti una volta su 100 mi divertono ma di solito mi lasciano indifferente (stessa cosa per i concerti). Quindi ora so che è molto probabile che la cucina di Romito a me piaccia! :-)

21 Ago 2011 | ore 11:40

E che veramente «colto» è tutto ciò che ha la capacità di farsi capire, farsi mangiare, nutrire. SERRA

21 Ago 2011 | ore 11:57

Avete dato troppo credito a un ignorante che non sa nemmeno scrivere e a un maleducato!

21 Ago 2011 | ore 12:26

Per me la recensione di Hansen e' stata interessante. Ma, come nel caso di Gumbo, mi ha detto qualcosa non solo sul recensito ma anche sul recensore. Penso che abbia gusti diversi dai miei e quindi mi ha involontariamente invogliato a provare Romito (un dubbio me lo ha messo, a dire il vero, quella pasta che si attaccava non e' promettente). Pero' ripeto, l'ho trovata una critica utile e (a parte il padrone di casa legittimamente offeso) non mi sembra giusto usare certi toni contro l'autore.

21 Ago 2011 | ore 13:13

Mi dispiace che la discussione abbia preso questa piega perché Hansen, che conosco virtualmente da tanti anni, è persona pacata e competente. Credo che in questa vicenda il fatto di essere "solo contro tutti" gli abbia un po' preso la mano e che al tempo stesso in troppi, non conoscendolo, lo abbiano preso per un troll o un provocatore, cosa che non è, e si siano accaniti.

Personalmente non condivido minimamente il suo giudizio su Romito, ma penso che possa succedere che si abbia su un locale una opinione radicalmente diversa da quella della maggioranza, in maniera del tutto legittima.
Quello però che ho trovato sgradevole nell'atteggiamento di Hansen è la conclusione che ne trae: siccome non è piaciuto a lui allora vuol dire che tutti i critici (e con tutti intendo proprio tutti, perché su Romito c'è unanimità) non hanno capito niente o, peggio, parlino bene di Romito perché sono suoi "amici". Con il corollario conseguente che tutti i lettori che parlano bene di Romito lo facciano perché plagiati come ebeti boccaloni dai suddetti critici. Ecco caro Hansen, permettimi di dirtelo, mi sembra un atteggiamento un po' presuntuoso
Un abbraccio a tutti

21 Ago 2011 | ore 19:24

Secondo me il sig Hansen ha ecceduto perché attaccato in maniera piuttosto forte da tutti o quasi i frequentatori del blog come era successo con Raspell su Adria il che dimostra in maniera abbastanza chiara una certa intolleranza verso chi non la pensa in maniera omologata poi che Hansen abbia esagerato ci sta ma ciò e abbastanza normale sentendosi accerchiato l'unica cosa che mi chiedo e che sono certo che Hansen sicuramente ha fatto e di aver esternato al sig Romito la sua delusione perché ritengo che le critiche vadano fatte prima di tutto al diretto interessato anche come possibilità di crescita per il ristoratore

22 Ago 2011 | ore 09:10

Mi domando se in certi monenti di piena discussione ed esaltazione di uno chef, come Niko Romito negli ultimi giorni per l'apertura di CasaDonna che a mio modesto avviso va oltre i piatti proposti al Reale... è proiprio un nuovo modo di concepire e diffondere l'arte, qualcuno non approfitti per fare bastian contrario per saltare all'occhio!!! Il che se fondato e debitamente spiegato ed argomentato lo trovo veramente produttivo...

22 Ago 2011 | ore 10:24

Incredibile... passano gli anni e qui si respira la stessa aria stantia!
Proverò a ripassare tra qualche hanno nell'attesa che Gumbo semtta di perorare cause non sue e l'ex direttore capisca cosa è la comunicazione.
Buon proseguimento

22 Ago 2011 | ore 17:41

Ma tu guarda, ricompare dal nulla uno di quelli che nel paperogiallo delle origini sparavano a zero sul titolare.
A proposito di stantio :-)) :-)) :-))

22 Ago 2011 | ore 18:34

fiuuuu!
per un attimo ho avuto paura di essere d'accordo col dott. cav. lup. mann. scuteri antonio.
ma forse sì.
confesso di non aver letto tutto (m'annoio presto) e di non aver mai provato questa cucina.
quindi potrei tacere.
e taccio.
vorrei solo si pensasse che un'idea discordante è solo tale.
che avrò voluto di'?

22 Ago 2011 | ore 20:27

Ma non mi sembrava fosse solo un'idea discordante quella di Hansen, c'era anche il disprezzo per chi si trovava d'accordo su un giudizio positivo. Dire che sono tutti amici di Romito non mi sembra il tono di uno che vuole discutere.
E poi venire qui e dire a bonilli che lui Hansen la recensione la fa solo nel forum del gr mi sembra una vera cosa da stupidi che ha fatto giustamente incavolare bonilli e poi continuare a menarla così a lungo, ma basta.
Un'opinione diversa è una legittima opinione diversa ma venire anche a fare le pernacchie mi sembra brutto.
E comunque chiudiamola qui, chi sarà mai questo Hansen se non uno che ha un'opinione diversa.
Punto

22 Ago 2011 | ore 21:03

confermo di non entrare in argomento per carenza di lettura.
sarà un portato degli studi coatti?
boh?
però già avere un'idea, di questi tempi...., è qualcosa.
diversa poi, quasiquasi mi spingerebbe ad approfondire.
ma no.
mi sa di no.
al massimo vado lì, magno e mi faccio un'idea pure io.
porga comunque i miei ossequi ad isolde.

22 Ago 2011 | ore 21:17

Condivido, è la scelta più saggia.

22 Ago 2011 | ore 21:19

Posso dire la mia?
La cucina di Romito è molto tecnica, intelligente, equilibrata. MA NON SPAKKA. È una cucina, ahimé, "borghese". Certo, borghese colta, borghese intelligente. Ma pur sempre borghese. NON È AVANGUARDIA. L'avanguardia è, per definizione, quella che dà "festidio". È questo l'unico difetto della cucina di Romito: è pensata, ma non dà problemi. Non pungola. Non scandalizza. È una cucina terribilmente FEMMINILE.

Giovanni

24 Ago 2011 | ore 13:58

Tra l'altro, pensavo di tornarci. Sperando non mi avvelenino a causa delle mie "simpatiche" critiche! :-P
Ma adesso si può pernottare in queste sei camere del Casadonna? (E dagli co' 'ste donne... :-p)

Giovanni

24 Ago 2011 | ore 14:01

Cucina "terribilmente FEMMINILE" da intendere come grave difetto non l'avevo ancora sentita. :-D
Peraltro femminile e borghese (=reazionaria? "seduta"? scontata?media e priva di slancio?) per me non sono sinonimi...

24 Ago 2011 | ore 14:27

è che non tutti usano i vocaboli che frequentano.

24 Ago 2011 | ore 18:14

No no: io uso eccome!


Giovanni

25 Ago 2011 | ore 11:06

Gumbo, basti pensare al fatto che i grandi cuochi maschi si chiamano Adrià, Aduriz, Lopriore, mentre le grandi cuoche femminile si chiamano Ruscalleda, Santini, Piccini... Le differenze di "stile" fra la prima categoria e la seconda sono evidenti.
"Borghese" non nel senso di "reazionaria", ma nel senso di "non avanguardista", "non scandalosa", "non disturbante", "con i piedi ben piantati per terra".

Giovanni

25 Ago 2011 | ore 11:10

anche questa volta non era difficile.
usi, ma non frequenti.

25 Ago 2011 | ore 14:33

Ma alla fine è aperto? Sito del ristorante (www.ristorantereale.it) ed albergo (www.casadonna.it) non sono ancora utili poi “faticano” a rispondere alle mail… Oggi ho telefonato e nulla… boh!

06 Set 2011 | ore 17:04

quali sarano i migliori giochi pc del 2012? sapete qualcosa? ciaoo

09 Mar 2012 | ore 17:37

se niko e' uno chef i grandi cuochi di VILLA SANTA MARIA .......Ho fatto un matrimonio al REALE ma di reale vi e' solo la parola vergognati" chef mediatico"

08 Ago 2012 | ore 18:38

Mi scusi Mario, perché dice così? Stavo valutando l'ipotesi del matrimonio lì,
me lo sconsiglia quindi?

28 Feb 2014 | ore 02:02

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed