14
Dic 2011
ore 12:30

Cantina vendesi

< >

Bottiglie.jpg

Te lo dicono quasi sussurrandolo "guarda che in Toscana ci saranno almeno una ventina di cantine importanti in vendita ma non le compra nessuno"
Naturalmente coloro che scrivono di vino non scrivono di economia e quindi fingono di non sapere notizie come questa che tutti sanno.
Aggiunge l'amico che ha seguito la conversazione sussurrata "guarda che anche in Piemonte le cantine alla frutta sono molte, piene di bottiglie e di debiti".
Invano cercheresti qualche notizia sulle riviste gastronomiche mentre grazie allo scandalo Finmeccanica si è potuto scoprire che a Montalcino c'era un'azienda acquistata come tangente.

commenti 15

o queste notizie sono un pochino più approfondite e spiegate o sembrano peggio dei discorsi da bar

Invano si cerca approfondimento vero ...

14 Dic 2011 | ore 14:37

Adesso esco, faccio un bancomat e mi compro una cantina toscana.

14 Dic 2011 | ore 14:40

interessante sarebbe parlare anche di questi fatti; dell'imprenditorialità legata al mondo dell'enogastronomia. troppo poco spazio si concede in tutti i blog, come invece fu fatto nella primavera 2010 al bel ciclo tenuto alla triennale a Milano in cui si analizzava il rapporto sempre più necessario fra i due universi.
perchè se le cantine chiudono e i ristoranti sono vuoti parlare delle farine con cui sono fatti i panettoni da 35 euro, diventa un inutile esercizio di stile...e, permettete, ancor più fastidiosamente autoreferenziale di quanto già non stia succedendo.

14 Dic 2011 | ore 15:56

Naturalmente non si possono fare osservazioni su chi scrive di vino perché da sempre vige una certa spigliatezza per cui o ti accapigli sul disciplinare del Brunello o se c'è da fare giornalismo di inchiesta allora niente.
Forse è meglio se lei non tratta questi temi che poi ci sono i soliti che si risentono.

14 Dic 2011 | ore 19:33

Ma la Gancia in profondo rosso e contrazione di quote di mercato che viene venduta ai russi cosa è se non un sintomo evidente di crisi?

14 Dic 2011 | ore 19:42

Solo cantine? Chiedete come se la passano a quegli appassionati che molte volte hanno lasciato carriere affermate e stipendi sicuri per andare dietro a un sogno. Mi riferisco a quegli imprenditori illuminati che hanno lasciato lo smog cittadino e gli affari per allevare cinte senesi, chianine, maiali grigi, creare agriturismi veri e quindi con pochi posti letto e via dicendo. Ne conosco uno che era un manager di certa fama, per andare dietro ai suoi sogni si é mezzo rovinato. Quest'anno resiste, ma l'hanno prossimo chissá. A volte é piú facile vivere con uno stipendio fisso, che con i prosciutti di cinta, anche se biologici e tirati su come Dio comanda...

15 Dic 2011 | ore 00:33

eh eh...certo " A volte é piú facile vivere con uno stipendio fisso, che "...se lo stipendio è da menager....rischi dell'imprenditoria e dei mercati...a volte bisogna sapersi ridimensionare.
Buona Giornata
Silvia

15 Dic 2011 | ore 09:38

ieri al serissimo e molto affidabile telegiornale nazionale francese (che come tutti i telegiornali seri si occupa di 1) notizie internazionali 2) notizie nazionali 3) cronaca e spettacolo... in questo ordine e con questa rilevanza) hanno parlato all'inizio di patriotismo e del Made in France... poi dopo un paio di altri servizi invece la bella notizia, l'export di vino e liquori francesi registra crescite record grazie soprattutto al mercato cinese...

e se in cina iniziano a fare vino su larga scala, visto che su piccola scala gia lo fanno, ed iniziano a parlare loro di patriotismo? automobili?

come la mettiamo?

in italia si sentono le stesse castronerie.

e intanto leggo che i costruttori d'auto giapponesi in USA danno lavoro a 400,000 persone nell'industria pesante, escludendo pertanto concessionari e meccanici.

meditate gente meditate, le norme protezionistiche sono un artificio il cui prezzo lo paga il cliente.

forse sono OT, ma mi chiedo se le fiat costassero come le DACIA magari la gente avrebbe un po piu di euro in tasca da spendere in cantina...

15 Dic 2011 | ore 10:12

Un post un po' inutile, un sasso gettato nello stagno e basta. Come se nessuno sapesse delle cantine in vendita Piemonte e Toscana. saluto

15 Dic 2011 | ore 21:25

per me è un po' tutto meno spesa da parte dell'alta borghesia, fine spesa da parte della classe media che era stata trascinata a rotear bicchieri dalla moda, il sistema di ricarichi che fa si che chi produce vino non guadagni a sufficienza, a gente che pensava di fare speculazioni allargando il giro ed ora si ritrova a doversi ridimensionare ed infine anche il "sistema vino" che in italia non è mai decollato a partire dalla tutela e così abbiamo chianti classico fascettato che all'eurospin è venduto a 2.29 la bottiglia.

16 Dic 2011 | ore 12:20

Vocine di bene informati che non fanno neppure un nome. E poi una frasetta gratuita (e poco informata) su chi scrive di vino e (non) di temi economici.
Notizie utili, niente?

Saluti

18 Dic 2011 | ore 00:13

Avete mai visto Tre bicchieri, il quotidiano dedicato solo all'economia del vino, pubblicato dal Gambero Rosso? Tra tante cose negative di quel gruppo, questa è una piacevole realtà. E il direttore, per onestà intellettuale, potrebbe ammetterlo.

18 Dic 2011 | ore 08:30

La crisi economica che stiamo vivendo tutti almeno un merito ce l'ha, quello di far saltare gambe all'aria tanti progetti fondati su nulla, o peggio ancora sulla tardiva rincorsa di mode, come molte catine toscane della penultima ora, nate sulla scisa del supertuscan. Che poi non si riesca a leggere nulla sui blog dei giornalisti del vino direi che è cosa nota e che non appartiene solo al mondo del vino ma anche del cibo e di altri. Quando un critico è a libro paga (mica parlo solo di soldi) ma anche di vini regalati, inviti cene, gite in montagna in elicottero, cosa volete che scriva dopo...
Buon Natale a tutti.

24 Dic 2011 | ore 10:49

sono molto ma molto d'acccrdo con te......mi sembra di ascoltare le parole di un politico che parla senza dire niente

06 Gen 2012 | ore 16:59

leggendoti mi viene a mente un commento apparso su gastronauta di un certo...non dico il nome ...che fa polemica con i ristoratori che quintuplicano il costo delle bottiglie e concordo con Giovanni P qui sopra .
Sembra che se produci o vendi qualcosa al di sopra del prezzo che vale,non sei nessuno,non appari...ok ma col tempo e ne basta poco per le verifiche sei FUORI !!!!!

06 Gen 2012 | ore 17:06

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

12
Mag
Doctor Wine, I presume? - Un bel libro da leggere assolutamente...
29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed