13
Mar 2012
ore 19:17

Le Pergole Torte 1990

< >

IMG_1208.jpg

La bottiglia è lì, pronta per essere aperta.
Una doppia magnum Le Pergole Torte 1990 della Fattoria di Montevertine, acquistata  a un'asta nel 2003 dopo un accanito testa a testa con un enotecario.
La bottiglia è lì, ha perso un po' dal tappo mentre era coricata, speriamo che non si sia guastata perché questo è forse uno dei migliori Sangiovese da decenni.
Sergio Manetti era una persona molto riservata e un vero genio del vino e Montevertine era il suo buen retiro da dove sono usciti per anni vini unici e inimitabili.
E' morto nell'aprile del 2002 e pochi mesi prima avevo fatto con lui un viaggio in treno tra Roma e Firenze, lui era molto malato, faticava a deglutire, eravamo seduti al vagone ristorante e mi raccontava dei suoi progetti.
Montevertine era un Museo del Chianti dove Manetti aveva raccolto tutti gli oggetti che aveva trovato nelle cascine e nella campagna, ma era anche una cantina famosa nel mondo, i vini di Montevertine erano quasi sempre buoni o buonissimi ed erano anche molto cari.
La vigna delle Pergole Torte è stata piantata nel 1968 e il 1990 è stato l'anno di un Sangiovese monumentale, ora non resta che berlo con un cibo degno di tanto vino.

commenti 13

Dio mio Dio mio Dio mio l'ho bevuto anni fa, una bottiglia, una grande esperienza degustativa, vino e un po' di formaggio, in due è finita in fretta.

13 Mar 2012 | ore 21:13

E' un vino introvabile, beato lei.

14 Mar 2012 | ore 00:48

Ho avuto l'onore di conoscere Manetti, un industriale intelligente che aveva scelto la campagna per vivere meglio ma aveva avuto il coraggio di diventare produttore facendosi un vino come sarebbe piaciuto a lui e che piaceva tanto a noi.
Se la goda questa rara bottiglia perché una doppia magnum di Pergole Torte 1990 oltre che essere molto buona teoricamente è anche molto costosa e una vera rarità.

14 Mar 2012 | ore 09:07


A me è successo di avere bottiglie che rapprensentavano ricordi importanti; quei ricordi che ti sembra di poter cancellare bevendo il contenuto, poi alla fine ti rendi conto di avere atteso troppo e il vino non è più in forma. Le auguro maggiore fortuna anche se il livello alla spalla preoccupa un po'. In bocca al lupo!
Grazie a Manetti che ha creato un'azienda che continua a stupire anno dopo anno!!!

14 Mar 2012 | ore 10:58

Direttore, la curiosità adesso sta nel conoscere il cibo che abbinerà.
ci faccia sapere.
Buon tutto (TheSopranos in attesa del grembiule :-) )

14 Mar 2012 | ore 11:11

Ma visto il livello di liquido rimasto, che si vede dalla foto, non è molto probabile che non sia più bevibile? Attendiamo aggiornamenti!
Raf

14 Mar 2012 | ore 11:15

..inviadia ;-)

14 Mar 2012 | ore 13:22

Caro direttore, spero possa andare in porto il nostro prossimo evento in uno dei ristoranti più prestigiosi della nostra riviera, sarebbe nostra intenzione presentare la cantina Montevertine, potrebbe essere l'occasione per bere ottimi vini, gustare un pranzo di livello e soprattutto ascoltare quel Koholon Concert di Jarret nella giusta maniera, mi butto avanti e la invito con molto piacere...

14 Mar 2012 | ore 13:27

Ho ricordi bellissimi di questo vino.
Bellissimi e personali.

16 Mar 2012 | ore 11:02

un pensierino anche a Gambelli...

18 Mar 2012 | ore 01:00

http://divini.corriere.it/2012/03/17/il-vino-migliore-del-mondo-un-porto/
Al 63° posto è stato inserito Le Pergole Torte 2007 (direi un bel riconoscimento esserci) dopo una sfilza di francesi e con un Porto al 1° posto.
Non sono un addetto ai lavori quindi prendo solo atto della classifica ( cioè mi fido ma non troppo).

18 Mar 2012 | ore 08:55

Stavo leggendo dal feed reader ma non ho potuto fare a meno di commentare dopo aver visto l'immagine. Com'era il vino? Completamente ossidato immagino considerato che dalla foto sembra che 1/3 del liquido manchi dalla bottiglia. Un tappo che perde una quantità del genere di vino in "soli" vent'anni non lascia molto spazio al dubbio e invece? Com'era? Buonissima?


Filippo

18 Mar 2012 | ore 10:00

Giovedì prossimo lo sapremo...

18 Mar 2012 | ore 13:21

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed