28
Mar 2012
ore 15:17

Prendete una testa di cinghiale, disossatela...

< >

cinghiale.jpg

La ricetta recita così : "Dopo aver rasato, disossato e ben lavato la testa del cinghiale, la si taglia in più pezzi a seconda delle dimensioni iniziali..."
Sento già i lamenti - Dio che schifo, nooo... una testa di cinghiale...!?! - di chi non sa che questa è una delle ricette più antiche, rare e anche buone della tradizione maremmana e in particolare di Castagneto Carducci.
Per questo quando ho trovato la ricetta tradizionale e la scheda del ristorante Da Ugo di Castagneto Carducci, dove in questo periodo la potete ordinare, a pag 209 della Cucina ritrovata, sottotitolo - I piatti della tradizione spariti dai menù, i locali dove è ancora possibile gustarli - ho pensato che valeva la pena recensire il libro curato da Andrea Guolo, direttore responsabile de ilmangione.it, perché il lavoro era frutto della ricerca e della collaborazione dei lettori del Mangione, il portale 2.0 che dà ai lettori la possibilità di recensire i locali dove mangiano e raccontare le ricette della cucina regionale.
Un bel libro che ogni appassionato deve avere e che non avevo visto in libreria dove montagne di ricettari ingorgano ormai gli scaffali.
Avevo letto del libro in uno dei molti quotidiani che mi spupazzo ogni mattina e non avendolo visto nella solita Feltrinelli l'ho ordinato su Amazon ricevendolo, con lo sconto, dopo tre giorni.

IMG_1280.jpgPensavo fosse uno dei tanti libri che ingolfano la mia libreria e già maledicevo il fatto che non fosse in edizione Kindle o per iPad quando sono arrivato a leggere della testa del cinghiale di Castagneto e poi, continuando a sfogliare, della Coscia della Zita, piatto nel quale, storia, sesso e leggenda si mescolano in un piatto che, a quel che ho letto, dovrebbe essere molto buono.
Così ho studiato il libro a fondo e mi è piaciuto perché affonda nelle nostre ricette più regionali della cucina italiana, alcune quasi scomparse, altre famosissime ma con molte varianti, come per il caso della cotoletta alla milanese.
Ogni ricetta è preceduta dalla storia e, come nel caso della cotoletta alla milanese, si racconta che il maresciallo Radeztky... tranquilli, non l'abbiamo copiata noi dall'invasore austriaco ma loro da noi ribattezzandola Wiener schnitzel.
Quanto alla testa di cinghiale, quella si l'ho mangiata molte volte perché per anni ho avuto una casa sulla Bolgherese, prima che la zona diventasse cara come Via Montenapoleone e ci arrivasse Angelo Gaja a metter su cantina.
Fino a quando c'era solo la vigna della Sassicaia affacciata sulla Bolgherese e i cavalli della Dormello Olgiata, il viale dei cipressi era solo un verso di una poesia scritta da un signore al quale piaceva molto mangiare.
Anche la testa di cinghiale.

La cucina ritrovata
a cura di Andrea Guolo
Morellini Editore
pag. 344
€ 17,90

commenti 7

E' sempre un piacere leggerla perché il papero non è mai banale.
Il libro mi incuriosisce e lo comprerò.

28 Mar 2012 | ore 18:19

Ho avuto il piacere di conoscerti sabato scorso da Don Alfonso e di sentirti parlare di cucina con una passione e una competenza a me sconosciuti. Da sabato ti seguo su questo blog xche' credo di poter apprendere molto dai tuoi scritti, mai banali o tecnicistici. Il libro di cui parli mi appare in linea con ciò. Mi metto subito alla sua ricerca.
Nino Longobardi

28 Mar 2012 | ore 23:09

Recensione inaspettata e graditissima. Grazie davvero, anche da parte dei tanti recensori de ilmangione.it che hanno contribuito a questa piccola testimonianza su come si può difendere la tradizione in cucina.

Andrea Guolo

29 Mar 2012 | ore 09:16

Direi che lo aggiungiamo volentieri nella lista degli acquisti.

29 Mar 2012 | ore 17:01

Buongiorno a tutti, sono Roberto Adami, socio fondatore de ilmangione.it.
Volevo ringraziare Stefano per aver citato e recensito il nostro primo libro. Inoltre un ringraziamento va ad Andrea, responsabile della parte editoriale de ilmangione, che ha messo a fattor comune le testimonianze degli utenti de ilmangione che, con le proprie testimonianze, hanno contribuito alla difesa della tradizione enogastronomica italiana.

A presto rileggerci
Roberto Adami
Presidente ilmangione.it
http://www.ilmangione.it

30 Mar 2012 | ore 11:11

Ammettiamo di essere un po' di parte ma rinnoviamo i complimenti ad Andrea e Roberto per l'idea e agli amici mangioni per le recensioni.
E' stato un piacere poter dare un contributo alla stesura di qualche scheda.
Luca Formenti e Alberto Lorenzini.

31 Mar 2012 | ore 05:11

Sig. Bonilli,riconoscere e dare visibilità anche agl'altrui meriti, è un palese segnale della propria intelligenza intellettuale.
Complimenti.

(donAttilio, recensore de "IL MANGIONE")

01 Apr 2012 | ore 07:51

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed