28
Giu 2012
ore 16:17

La classifica delle citta del mondo dove si vive meglio

< >

monocle-porter-b-yoshida-magazine-strap-japan-0.jpg
The Monocle Quality of Life Survey è ormai una classifica importante che definisce le 25 città del mondo dove si vive meglio.
La classifica 2012

1)  Zurigo
2)  Helsinky
3)  Copenhagen
4)  Vienna
5)  Munich
6)  Melbourne
7)  Tokyo
8)  Sydney
9)  Aukland
10) Stockolm
11) Kyoto
12) Fukuoka
13) Hong Kong
14) Paris
15) Singapore
16) Hamburg
17) Honolulu
18) Berlin
19) Vancouver
20) Madrid
21) Barcelona
22) Portland
23) San Francisco
24) Montréal
25) Geneva

Nessuna città italiana è nella classifica Monocle che prende in esame una serie di parametri quali la popolazione, la criminalità, il sistema educativo e sanitario, il clima, i trasporti, la cultura, la tolleranza, i voli internazionali, le piste ciclabili.

Io sono stato una o più volte in quasi tutte le città, me ne mancano tre, e devo dire che la mia personale classifica è un'altra perché, tanto per capirsi, io a Zurigo non ci vivrei mai tanto è noiosa, Helsinky è bella ma per una visita turistica, a Copenhagen ci sto andando in questi giorni, è città elegante e capitale della Cucina del Nord ma il clima non è dei migliori.

La mia classifica è:
1)  Sydney
2)  Aukland
3)  Barcelona
4)  San Francisco
5)  Melbourne
6)  Singapore
7)  Tokyo
8)  Paris
9)  Berlin
10) Hong Kong
11) Kyoto
12 Madrid
13) Hamburg
14) Vienna
15) Copenhagen

Il resto a pari merito comprendendo anche le tre città dove non sono mai stato.
Avrei voluto mettere anche Roma ma anche se ci vivo non credo che regga il confronto quanto a pulizia, criminalità, assistenza sanitaria, piste ciclabili, voli internazionali e amministrazione.

Magari voi fareste un'altra classifica.


commenti 28

Per fare una classifica bisogna avere girato molto e di sicuro lei in questi anni ha raccontato in questo blog i mille viaggi che ha fatto e capisco perché pone Sydney al primo posto, deve essere molto bella sia per un turista che per viverci.
Vedo che ha messo al terzo posto Barcellona e al quarto San Francisco, due città che conosco molto bene, e quindi credo di capire la logica secondo la quale lei ha stilato la sua classifica.
Conosco anche Zurigo e come lei dico che non ci vivrei mai, mentre amo molto Berlino.
Mi piacerebbe visitare Kyoto e Tokyo, chissà.

28 Giu 2012 | ore 18:03

a me piace da morire Vancouver che per anni e' stata in cima alle classifiche, tornato da poco e gia mi manca, il resto è condivisibile.

28 Giu 2012 | ore 18:26

Andrei ad abitare a Sydney, la baia è la più bella del mondo e il ritmo della vita di tutti i giorni un vero sogno.

28 Giu 2012 | ore 19:19

Oggi invecchiando penso con grande nostalgia alla campagna... Invece la mia città, Roma, la vedo sempre più inospitale...
Però anche Parigi...
Ciao A

28 Giu 2012 | ore 20:57

Manca Torino....

28 Giu 2012 | ore 23:24

Manca Venezia...

29 Giu 2012 | ore 09:21

I motivi dell'assenza di tante città italiane, visti i paramtri di riferimento usati per stilare la classifica, sono lampanti e purtroppo dimostrativi del perdurante declino del Bel Paese.
.
Delle grandi città dell'asia non so dire, non le ho mai visitate. Su quelle europee, avrei messo davanti alla bellissima Parigi sia Berlino che Copenhagen.
.
Ciao

29 Giu 2012 | ore 12:14

Mi sembra una lista di mete turistiche. Perché insomma, Helsinky sarà bellissima, vivibilissima e tutto quello che volete, ma d'inverno non ha più di 4 ore di luce. E lasciamo perdere il clima.

29 Giu 2012 | ore 19:00

La classifica rispecchia la realtà! Non si vive solo di divertimento (come da turista) ma anche di sicurezza, sanità, stabilità, qualità dell'aria e così via... La noia e relativa a quello che ci aspetta.

01 Lug 2012 | ore 14:02

da entrambe manca Londra...effetto olimpico? :-)

01 Lug 2012 | ore 19:15

Salve, manca Ginevra, la citta' dove vivo è dove sono nato. Qui il lavoro si trova piu' facilmente che in altri posti, c'è il lago, i parchi, buoni ristoranti, la montagna, siamo nel cuore dell'europa, vicino a Francia (solo 2 km) Italia è Germania. Le scuole pubbliche sembrano scuole private, gli ospedali super, la sanita' anche, i bambini giocano a calcio su campi verdi meglio del campo di San Siro...che dire di piu ? ah si, l'amministrazione è gestita ad arte, alla Svizzera !!

02 Lug 2012 | ore 09:43

veramente Ginevra è al 25 posto...

02 Lug 2012 | ore 12:49

Io ho pubblicato solo i primi ma andando sul sito di Monocle si trova tutta la classifica

02 Lug 2012 | ore 14:23

Chissà come mai a Zurigo e Copenhagen bruciano i rifiuti nei loro inceneritori eppure sono al primo e terzo posto.
Essendo abbastanza palese l'incapacità di numerose amministrazioni locali italiane, non si potrebbe pedissequamente copiare le soluzioni adottate dai migliori?

02 Lug 2012 | ore 15:25

Forse lassù realizzano inceneritori di ultima generazione, li pagano il giusto e controllano che funzionino bene e brucino ciò che devono bruciare.
Da noi invece è capitato che acquistiamo modelli vecchi e superati da decenni, pensiamo di pagarli 10 mentre alla fine li paghiamo 250 e probabilmente dentro ci bruciamo tutto l'indifferenziato.
.
Oh, la mia è un'ipotesi, mica la verità......
.
Ciao

02 Lug 2012 | ore 18:26

Ciao Marco, a me della guida non interessa, io a Ginevra ci vivo è devo dire che c'é una qualita' di vita molto buona. Io adoro Barcellona per esempio ma la situazione del lavoro è catastrofica è questo conta tanto ! Anche in altri posti (salvo l'Australia) è molto duro se vuoi lavorare per uno stipendio decente. Ultimamente ho parlate con dei ragazzi napoletani che lavorano in una pizzeria di Ginevra è mi hanno detto che uno stipendio come qui se lo sognano in altri posto..malgradi i prezzi alti, un cameriere puo' mettere da parte un po di soldini. Mia suocera che faceve le pulizie nell'ospedale di Ginevra ora prende una pensione all'incirca di 2500 euro e vive ora in Spagna molto bene...puoi qui le strutture per i bambini, ragazzi sono eccellenti..per esempio un campo sportivo di un quartiere ha delle attrezzature di primo ordine che magari in un altro paese troveresti solo in un club privato

03 Lug 2012 | ore 10:31

Non è una guida quella che pubblica la classifica, è la più nuova, moderna e interessante rivista in circolazione, si chiama Monocle e tratta di varia umanità tipo turismo, cucina, artigianato, moda ecc... e ogni anno stila una classifica molto argomentata delle 25 migliori città del mondo quanto a vivibilità.
Capisco che tu viva bene a Ginevra ma secondo questi parametri la città è agli ultimi posti nell'ambito delle Top 25, Zurigo invece è al top e, spostandosi di continente, anche Sydney è al vertice.
Detto questo siamo contenti che tu viva bene a Ginevra, io quando ci passo mi fermo il meno possibile perché è una delle città più care del mondo.

03 Lug 2012 | ore 10:47

Io mi divido fra la campagna/mare di St Andrews e Londra e per me questa combinazione e' il luogo migliore del mondo :)

Seriamente, queste classifiche vanno prese un po' con le molle: a chi si applicano? Per me il principio fondamentale che esse oscurano e' la varieta' infinita dei gusti e l'impossibilita' di una ricetta che vada bene per tutti.

Zurigo (e Londra) sono molto care ma per chi ha i soldi (e interessi collegati) evidentemente vanno magari meglio di una citta' come Copenhagen che invece e' piu' gradevole per altri. Per uno come me che ama la natura montana niente batterebbe il Trentino/Alto Adige come qualita' di vita, e i servizi sono anche molto buoni, ma dal punto di vista professionale sarebbe un buco nero.

Poi, ricordiamoci sempre, naturalmente, che un conto e' dire che una citta' e' ottima per chi ci sta e condivide da sempre la cultura del luogo, un conto e' dire che e' desiderabile spostarsi li'. Ad esempio, Kyoto va bene per chi? Io ho fatto un soggiorno gradevolissimo a Kyoto, ma abitarci, davvero non lo so. In misura minore, lo stesso vale per le citta' australiane di cui e' cosi' di moda parlar bene: tutto meraviglioso quando ci si sta per qualche settimana, ma per viverci un europeo deve avere uno spirito di adattamento ad una cultura diversa (e alla lontananza dall' Europa) che e' solo di una minoranza: piu' di un collega e' andato, ha visto, gli e' piaciuto, ha ringraziato per l'ospitalita' (e i soldi), ma dopo un paio d'anni e' tornato all'abbraccio della cara vecchia sgangherata Europa.

03 Lug 2012 | ore 14:55

Sono all'aeroporto di Copenhagen dove sono stato 4 giorni. Ci abiterei? No per via del clima. Le classifiche vanno interpretate, questa in particolare indica le città meglio organizzate e per questo Roma non c'è.
Abitereste a Roma? Molto risponderebbero no, perché turisticamente è il massimo ma per viverci ci vuole adattamento e per certi vizi romani neppure basta.

03 Lug 2012 | ore 15:52

Allora la prossima volta che viene a Ginevra la invito a cena, Saluti

03 Lug 2012 | ore 16:07

Ci conto :-))

04 Lug 2012 | ore 12:27

Ecco, Roma e' proprio un bell'esempio: ci andrei sempre, non ci abiterei mai :)

04 Lug 2012 | ore 21:04

Che dire.
Io mi sono trasferita a Roma, a mio avviso la città più bella del mondo, ma non riesco ad abituarmi al degrado al quale la si sta portando.
L'inefficenza dei servizi, i mezzi pubblici che sono un insulto e una mancanza di rispetto allucinante verso coloro che oltre che pagare ogni mese un abbonamento, si sono visti aumentare i costi e diminuire i già pochi e stremati servizi.
Impossibile camminare in certi marciapiedi ( e non parlo di vie periferiche, ma pieno centro blasonato) senza fare slalom tra cacche , sporcizia e cemento rotto e divelto.
Ho vissuto in Svizzera, li abiterei.
Sono stata a Tokyo, incomprensibile per me resistere per più di dieci giorni.
Berlino, efficientissima, ma non credo riuscirei mi a viverci.
L'Australia mi manca.
In America, dove sono stata moltissime vokte e per lunghi periodi anche a San Francisco, vivrei.
Le classifiche sono ovviamene di due tipi: quelle statistiche e con parametri ben calibrati dalle guide in oggetto, e quelle personali e soggettive, vuoi anche per le esperienze avute.
Barcellona per esempio è stupenda, ma che sia così vivibile nonostante una criminalità altissima ( e lo scrivo con cognizione di causa) non saprei.
E comunque, guide o meno, soldi o meno, lavoro o meno, se si sta bene dentro se stessi, si può abitare ovunque.

05 Lug 2012 | ore 09:51

Molte città italiane tra cui Trento, Pienza, Pordenone, Malles Venosta, Sondrio. Svizzera – Losanna, e Salisburgo – Austria. Per chi ha tempo e voglia di "camminare" - Wellington - Nuova Z.

06 Lug 2012 | ore 17:21

Vivo a Siena e sono un agente di viaggio. Sarà che viaggiare è parte del mio lavoro ma tornerei in ogni posto che ho visitato. Ovviamente ci sono luoghi che ti legano per sempre come nel mio caso Parigi, e nonostante sappia che vivere a Parigi, tra il dire ed il fare c'è di mezzo la banlieue, forse preferirei altri posti, come il Canada. Girato in lungo ed in largo è uno dei paesi più civili al mondo e ancora oggi terra di opportunità, così come l'Australia. Inoltre ho un ricordo particolare di Amsterdam, mi è sembrata una città a dimensione bambino. Mi dispiace che l'Italia non compaia nella lista ma non è una sorpresa. Purtroppo anche una città come Siena rischia di tornare nel Medio Evo a causa del caos in cui è piombata dopo l'affaire Monte dei Paschi. Viene voglia proprio di andarsene, e non solo per gioco.
Complimenti per il bellissimo blog. Pat

16 Lug 2012 | ore 19:04

Sono un fedele lettore di Monocle, che compro sin dal numero 01.
Lo trovo interessante e ben fatto, soprattutto per quanto riguarda
l'impianto grafico e tipografico. Trovo pero' sempre stucchevole e parecchio snob la loro classifica. E' possibile che in questi anni non ci sia mai e dico MAI entrata una città italiana? Quando penso alla qualità della vita in Italia, non penso a Milano/Roma, che per motivi diversi trovo difficili da inserire. Ma torino? Trieste? Ferrara? Sono così piu' scadenti di Vienna o Copenaghen? Io credo molto nella provincia italiana, nella sua bellezza paesaggistica, nella sua ricchezza storica, nella sua capacità di sorprendere e di rendersi attuale. Ferrara ha non so quanti km di piste ciclabili, è a due passi dal mare, ha un castello bellissimo in pieno centro. Lo stesso dicasi per altre mille città (cittadine) italiane. Io abito a Modena.Abbiamo trattorie e ristoranti stellati, un sacco di storia, arte, cibo ottimo, potenzialità enormi. Insomma, un consiglio a Tyler Brulé, venerato direttur della rivista: esci dal tuo hotel 5 stelle di tokyo, vieni qui in italia e giratela un po'. Vedrai che qualcosa di buono trovi (oltre agli abiti sartoriali che pubblicizzi in ogni numero....).

18 Lug 2012 | ore 12:27

Piuttosto sfottente nei confronti di Tyler Brulé, ma condivisibile

18 Lug 2012 | ore 17:02

Seguo Tyer Brulè fin dai tempi di Wallpaper, e l'ho sempre trovato interessante. La sua classifica però lascia un po' il tempo che trova, per tanti motivi già elencati da altri. Poi, per esmpio, non ha mai messo nella sua classifica Anversa, che è una città magnifica dove si sta benissimo, un po' colpita dalla crisi, ma neanche tanto. Ho vissuto 5 anni ad Anversa e ho dovuto andarmene per andare a Singapore, ma se potessi tornerei ad Anversa subito. Singapore è carissima, caldissima (a parte al chiuso, dove fa sempre un freddo becco), ci sono anche posti molto belli ma certo non è una città da classifica mondiale. E' grande, cacofonica, una specie di enorme luna park costosisismo, dove paghi anche l'aria che respiri. Piacermi mi piace, ma solo se puoi andartene spesso. Non può essere paragonata a una città europea, per qualità della vita.

21 Lug 2012 | ore 08:47

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Alessandro - Lo stato italiano dovrebbe finanziare le banche ancor piu'...
  • piermiga - Quando Antonella entrò nel camerino lui era seduto e...
  • Raffaele - Mi tocca essere d'accordo con Gumbo Chicken!!!...
  • Roberto Bentivegna - :( Non più tardi di qualche mese fa ti...
  • gumbo chicken - Vista l'insensibilità del commento di Tristano - che condanna...
  • Tristano - Che strana gente è quella che si occupa di...

ultimi post

20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
09
Gen
Aprire è un po' morire - Lo sai che Piripicchio ha aperto...
07
Gen
Spaghetti alla bolognese made in New Zealand - Venti giorni senza cucina italiana a...
04
Gen
15 giorni da Valerio M. Visintin senza passamontagna, occhiali e guanti neri - Lo sognavo da tempo ma in Italia...
04
Gen
Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina - Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed