26
Set 2012
ore 21:29

Burj Khalifa, Everest del deserto

< >

IMG_2025.jpg

Se ci passi sotto e guardi in alto praticamente non ne vedi la cima perché è alto in un modo diverso da tutti gli altri grattacieli, sembra un ologramma, non sembra vero.
Burj Khalifa è alto 828 metri, non c'è altro edificio nel mondo che abbia superato gli 800 metri, Burj Khalifa si vede da lontano, Burj Khalifa si vede dall'aereo quando si decolla, si vede dal mare e si vede dal deserto.

IMG_2011.jpg

Quando esci dalla metropolitana alla fermata Dubai Mall della linea rossa e ti avvii a piedi anche se ci sono 39°, ma meglio a piedi che nel bus navetta stracolmo, quando ti avvii verso il grande magazzino, anche questo tanto tanto grande, direi immenso, non so se il più grande del mondo ma di sicuro parte di un complesso che quando sarà terminato avrà drenato 20 miliardi di dollari, solo Burj Khalifa ne è costati 1,5 di miliardi di dollari, quando ti avvì a piedi, dicevo, non smetti di guardare in alto fino a che non arrivi sotto e allora non ne vedi più la punta.
Per salire all'osservatorio che sta in cima Il Burj Khalifa, così ti vendono il biglietto, si prende il più veloce ascensore al mondo che si muove a 18 m/s (64,8 km/h). Gli interni sono arredati da Giorgio Armani, il quale ha già comprato anche alcuni piani del grattacielo e ha aperto al 37° piano un Armani Hotel.
L’osservatorio ‘At the Top’ si trova al 124° piano, cioè non al vero top visto che i piani sono 163. Per entrare al Khalifa Burj e’ necessario pagare una somma di 400 AED ($ 109) e io non credo proprio ne valga la pena, comunque era sold out e quindi suona tanto la volpe e l'uva.

commenti 27

Direttore, fatta la Metro Silver Card?

26 Set 2012 | ore 23:22

no, ma intuisco dalla domanda che dovrei :-))

27 Set 2012 | ore 05:36

forse questo può essere d'aiuto :-))
http://www.gazzettagastronomica.it/2012/laltra-dubai/

27 Set 2012 | ore 11:50

direttore, le posso offrire un caffe' qui a dubai?

27 Set 2012 | ore 13:38

Provocatoriamente mi chiedo perchè si senta la necessità di andare in un paradiso artificiale costruito per far divertire ricchi (o quantomeno benestanti) sulla pelle di migliaia di schiavi (perchè di schiavi si tratta)

27 Set 2012 | ore 13:55

Perché scadevano i punti Emirates e il solo posto dove potevamo andare col volo pagato con i punti era Dubai e di regalarli non ne avevo proprio voglia.

27 Set 2012 | ore 14:16

Anche stavolta il direttore deve giustificarsi di dove va a spendere i suoi soldi.
Non so dove trovi la pazienza tutte le volte che arriva la predica: i benestanti, gli schiavi, il conto pagato ecc.

27 Set 2012 | ore 20:03

infatti non dovrebbe giustificarsi ma semplicemente prendere atto di dove è stato.
invece la giustificazione " mi scadevano i punti e potevo andare solo lì", fa un pò ridere, oltre a fare molto coda di paglia. senza offese.

28 Set 2012 | ore 10:28

Da maestrino sul dove andare o meno mi aspetterei più scioltezza, io non mi giustifico - c'è qualche cosa da giustificare, forse? - ma spiego a chi solitamente legge questo blog perché tra le decine di viaggi fatti in questi ultimi anni sono capitato anche a Dubai, cosa che si legge sui vari tw quotidiani.
Ma insistere e fare più interventi su questo viaggio, questo si che è ridicolo.
Con lo stesso metro di misura anche un viaggio in Cina non andrebbe fatto, e che dire della libera Cuba dove è appena morto in carcere un oppositore?
Però potrei anche rispondere in modo più breve: ma farsi i cazzi propri, no?

28 Set 2012 | ore 11:31

Nel momento in cui uno decide di viaggiare "prende atto di dove è stato", mi sembra. Se poi valutiamo i posto in cui andiamo in base a criteri di purezza e rispetto dei diritti, togliamo davvero una bella fetta di mondo.

28 Set 2012 | ore 14:26

a parte la maleducazione e l'assoluta insensatezza di pubblicare un articolo su un proprio viaggio in un blog pubblico e poi rispondere "ma farsi i cazzi propri, no?" a chi decide di commentarlo (e già questo basterebbe per chiudere qui il discorso), noto che lei non ha proprio capito il senso della mia critica.
è infatti lei che si è giustificato, ma sono io che ho detto prima di lei che non avrebbe dovuto farlo. infatti non c'è nulla di male a visitare un posto del genere, anzi, e io i moralismi sul lusso e gli schiavi per un viaggio proprio non li accetto, così come non accetterei quelli su cuba o sulla cina. ed è proprio questo tipo di risposta che mi sarei aspettato da lei, e non "Perché scadevano i punti Emirates", che alla fine suona tipo "lo so che non bisognerebbe andare in questi paradisi per ricchi, ma mi scadevano i punti e allora ci sono andato lo stesso", è proprio questa finta giustificazione che trovo ridicola.

28 Set 2012 | ore 15:06

@direttore: avevo premesso come si trattasse di una "provocazione" in quanto ognuno è liberissimo di andare dove "c...o vuole" e di raccontarlo in un pubblico blog. a questo punto però rilevo che Cina e Cuba hanno quantomeno una storia e una cultura millenaria che potrebbe, comunque, valere la pena di scoprire.

@ginger: proprio limitando i nostri rapporti con una buona fetta di mondo si potrebbe contribuire a migliorarlo.

28 Set 2012 | ore 15:29

Caro Gianluca, il blog non é pubblico ma mio e io lo apro ai commenti e ci scrivo quel che mi pare ma se devo stare ad ascoltare una pedante lezione ripeto che sarebbe meglio farsi i cazzi propri, per esempio astenendosi dal fare questi commenti ovvero, facendoli, accettare il fatto che io li trovi inutili e ridicoli.
Mai andrei a Dubai se non per via dei punti, se poi arriva uno a parlar i di schiavi lo trovo ridicolo.
Ma quell'uno continua e io, che sono il padrone di casa, giudico da pedante tutto questo.
Saluti da Dubai e dal post successivo.

28 Set 2012 | ore 15:35

Si io sono al Park Hyatt

28 Set 2012 | ore 15:42

non vorrei essere pedante ma mi sembrava ovvio che "pubblico" non nel senso che è di proprietà pubblica ma che, essendo su internet, è ovviamente aperto al pubblico utilizzo, così come un locale pubblico è ovviamente di proprietà del suo titolare ma è comunque aperto al pubblico.
se vuole che la gente si faccia gli affari propri non commentando i suoi vaggi potrebbe semplicemente evitare di pubblicarli su internet.
ma noto che lei nell'ipocrisia ci sguazza, tra 'vado a dubai solo perchè ho vinto i punti' e 'questo blog è mio e voi fatevi i cazzi vostri', non so cosa sia più patetico.
basterebbe ammettere che anche a lei il lusso può piacere, come piace a tutti. non è un peccato mortale e nessuno la condannerà a morte.

28 Set 2012 | ore 16:35

La voglia di dare lezioni, signor Gianluca, deve essere per lei superiore al ridicolo.
Un locale é pubblico in quanto ha una licenza e non può rifiutare i clienti, se non i molesti, un blog invece... Comunque lei comincia ad essere un po' pedante e noioso.
Ma che c'entra il lusso, adesso?
Lei deve avere avuto un'educazione repressiva.
E poi perché dovrei evitare di pubblicare i miei viaggi sul blog, lei li eviti e sará un uomo felice, forse :-))

28 Set 2012 | ore 16:59

come cosa c'entra il lusso? è quello di cui stiamo parlando. se non ha capito questo, mi chiedo a chi stia rispondendo......
e le sue deduzioni sulla mia educazione sono quantomeno inopportune, si dovrebbe limitare a commentare ciò che si scrive invece di parlare a vanvera di ciò che non conosce.
e un blog pubblicato su internet è un blog pubblico, ossia un diario condiviso con il resto del mondo. potrebbe mettere delle passoword ma sarebbe comunque pubblico con accessi controllati.
l'unico blog non pubblico sarebbe il suo diario privato, chiuso nel cassetto della sua scrivania.
allora si che potrebbe permettersi di dirse "fatevi i cazzi vostri".
non voglio dare lezioni a nessuno ma se lei scrive cose ridicole e io ho la possibilità di commentarle, è lecito che io lo faccia. se poi lei vuole rispondere maleducatamente, per me lei resta un maleducato.....e vissero comunque tutti felici e contenti (cioè non è che sia vitale per me, non è così importante).
bypassiamo poi sulla velata minaccia "un locale pubblico non può rifiutare i clienti.....un blog invece....", i ban - per una serie di motivi che non mi dilungo qui a spiegare - non funzionano più da circa 20 anni, se non forse con i neofiti della rete. da lei che si vanta sempre di essere sull'hype dell'ultimo iphone e ipad mi aspettavo come minimo qualche conoscenza tecnica in più, non tanto, ma le basi magari si.
cordiali saluti

28 Set 2012 | ore 17:19

Caro direttore, questo gianluca è uno nu' poco disturbato e quindi andrebbe lasciato nel suo angolo a mormorare frasi sconnesse come quelle che ha scritto.
Lei viaggi e scriva che c'è chi apprezza e la legge.

28 Set 2012 | ore 17:24

... e allora continui a farsi i cazzi miei e vada avanti ad libitum caro saccentello.

28 Set 2012 | ore 17:28

ma no, si figuri. dei cazzi suoi non mi interessa proprio nulla, ho solo commentato quello che lei ha deciso di pubblicare, sveglia.

28 Set 2012 | ore 17:41

commentato? direi pontificato con una sicumera raramente vista ma, lo ammetto, con argomentazioni profonde e convincenti.

28 Set 2012 | ore 17:50

Lavoro a Dubai da due anni e rientro in Italia quattro volte l'anno.
Chi come me è in cantiere il mattino e il pomeriggio in ufficio la sera è di relax a casa.
Il petrolio ha portato una ricchezza a tutta la popolazione degli Emirati Arabi Uniti di cui Dubai è uno dei sette emirati e ha attirato anche migliaia di lavoratore asiatici, legali e clandestini.
Il turismo è una delle voci di bilancio importanti e lo shopping una componente del turismo.
Io lavoro qui ma se dovessi venirci come turista non mi fermerei certo a Dubai ma piuttosto visiterei Abu Dhabi e il deserto che, detta così, potrebbe sembrare un'assurdità per un europeo e invece il deserto sono le oasi, le albe e i tramonti, un'esperienza unica.
Della vostra discussione ho capito poco, certo una vacanza qui costa meno che a Capri o Cortina,si fanno buoni acquisti e, ultimo consiglio, a Dubai meglio viaggiare in Metro che usare i taxi, piuttosto noleggiare auto con autista, si trovano a prezzi abbordabili.

28 Set 2012 | ore 21:08

Direttore,lei lo sa che non si puo giudicare da fuori, bisogna andarci nei posti, preferibilmente con qualcuno che gia ci abita e poi, solo poi, parlare, lei ha visto, ha camminato, ha annusato e ascoltato,
e' questa la differenza..
hey! ha addirittura assaggiato la pizza italiana a dubai! :-)

30 Set 2012 | ore 11:57

Scusa, ma perchè non " bisognerebbe " andare in questi posti per ricchi?,anche se dovessi pagare non ci andrei,avendo altre priorità però se mi capitasse occasionalmente, cioè non ci impegno soldi beh, allora se'po' fa'...è cosi semplice....

01 Ott 2012 | ore 16:16

già, così qualcuno come te avrebbe avuto l'occasione di ricamare sul perchè il Direttore non ha còlto la provocazione di Giovanni....il Direttore la còlta e allora ci ricamate in senso inverso....

01 Ott 2012 | ore 16:34

non hai capito, non c'è nulla di male ad andare in quei posti ed è proprio per questo che ho trovato la giustificazione priva di senso. non c'è niente da giustificare, questo è quello che penso.
ma direi che io e il sig. stefano bonilli ci siamo già chiariti e capiti, pur rimanendo sulle nostre posizioni.

02 Ott 2012 | ore 07:10

Solo una piccola correzione. Salire su Burj Khalifa costa 100 AED se acquistato in prevendita via Internet e non 400 AED. E... sì, ne vale la pena :)

I particolari qui:
http://www.burjkhalifa.ae/observation-deck/ticket-information.aspx

04 Ott 2012 | ore 18:19

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed