05
Ott 2012
ore 14:54

Marchesi racconta la sua storia lunedì 8 a Eataly Roma

< >

Marchesi_10.jpg

Lunedì  prossimo Gualtiero Marchesi sarà il protagonista del quinto capitolo del Romanzo popolare dell'alta cucina italiana, dopo le serate dedicate a Cantarelli, Cesarina, Morini e il suo San Domenico di Imola, Guido di Costigliole d'Asti.
La serata inizia alle ore 20 al terzo piano di Eataly Roma dove Marchesi sarà intervistato da me per ripercorrere passo passo una carriera iniziata all'inizio degli anni Settanta nel ristorante di famiglia ma diventata di successo nazionale e internazionale con l'apertura nel 1977 del ristorante Marchesi di via Bonvesin de la Riva, a Milano, primo tre stelle Michelin italiano nel 1985.
Marchesi è stato un grande maestro e ha creato una vera scuola visto che dal suo ristorante sono usciti molti cuochi che sono oggi protagonisti a livello nazionale e internazionale: Adolfo Arcangeli, Brendan Becht, Andrea Berton, Gianluca Branca, Massimo Branchi, Paola Budel, Filippo Costa, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Daniel Drouadaine, Stefano Gariboldi, Antonio Ghilardi, Karsten Heidsieck, Ernst Knam, Pietro Leemann, Paolo Lo Priore, Michel Magada, Patrick Massera, Fabrizio Molteni, Davide Oldani, Ernst Rothenberger, Marco Soldati, Paolo Visconti.

Marchesi_classifica.jpg

Marchesi è un giovanotto che il 19 marzo del 2013 compirà 83 anni.
Arriva lunedì a Roma per questa conferenza seguita da una cena con i suoi piatti più famosi e poi riparte per Parma dove all'Università di Parma riceverà la Laurea Magistrale Honoris Causa in Scienze Gastronomiche.

Il menù della serata di lunedì 8 ottobre:

Insalata di capesante allo zenzero e pepe rosa
 
Penne al miele d'acacia cannella e pecorino romano
 
Guancia di vitello de "La Granda" in salsa verde alla piemontese
 
Zabaione al Pinodisè

 
In abbinamento:
Pigato Doc Riviera Ligure di Ponente - Durin 2011
Chardonnay "Formigar" - Colterenzio 2010
Barolo Serralunga - Fontanafredda 2007
Malvasia Passita "L'ora Felice" - La Tosa



Ecco qui le ricette di due dei suoi piatti più famosi che ormai sono nella storia.


Ricetta del Raviolo aperto
Si usano due strati di pasta all'uovo, una al naturale e una unendo gli spinaci all'impasto. Il foglio di pasta che copre il piatto ha impressa una grande foglia di prezzemolo.
Per ottenere questo risultato si mettono tra due fogli di pasta molto fini una fogliolina di prezzemolo e si fa passare più volte la pasta attraverso la macchina per renderla sottile in modo che la foglia di prezzemolo si allarghi e risulti come una filigrana.
Tra un quadrato di pasta e l'altro si mettono delle capesante saltate in un po' di burro e bagnate con del vino bianco e succo di zenzero
.

Ricetta del Riso, zafferano e oro
Il riso - può essere un carnaroli ma anche un semifino padano - tostato nel burro va bagnato col vino e portato a cottura con un brodo molto leggero e aromatizzato nella fase finale con lo zafferano. Al momento della mantecatura si aggiunge il burro acido.
Il burro acido si ottiene facendo appassire la cipolla nel burro, bagnando col vino, facendo ridurre la parte alcolica per far rimanere solo quella acida ed emulsionando con piccoli fiocchi di burro. Filtrare il burro emulsionato attraverso un colino finissimo per eliminare i frammenti di cipolla. Ultimata la cottura del riso si aggiunge il burro acido e si lascia riposare per cinque minuti. Mantecare con grana e stendere su un piatto piano.
Aggiungere una foglia d'oro, una lamina di metallo commestibile per alimenti, quella che si usa anche per i confetti.


Una serata da non mancare - la cena costa € 80 - perché ho il fondato sospetto che tutti conoscano il nome di Marchesi ma pochi ne abbiano provato la cucina.


Foto di S. Bonilli

commenti 12

Marchesi è vecchio e non simpatico.

05 Ott 2012 | ore 17:07

Mi sembra una assoluta cavolata, basta ascoltarlo per capire che Marchesi è un fenomeno, lucido, curioso, pieno di progetti, senza età :-))

05 Ott 2012 | ore 17:26

La simpatia è una virtù mafiosa, diceva qualcuno.
Marchesi è un monumento e se fai il cuoco di mestiere dall'ascoltarlo puoi solo trarre profitto.

05 Ott 2012 | ore 17:57


Poi com'è finita col sig.re Natale? mantiene fede al nome... o ha vinto l'Oscar?

(mi riferisco al post eventi a 40€ o 80€)

05 Ott 2012 | ore 20:10

Questa volta ci sarò, finalmente, e sono felice che capiti proprio con il maestro Marchesi che a Milano, mentre ero all'università e mi appassionavo di enogastronomia, rivoluzionava la cucina italiana. E non solo.

06 Ott 2012 | ore 00:03

si ma ha bisogno di qualcuno che lo consigli su come scrivere i suoi libri, ne ho letto uno; già il titolo " oltre il fornello " fa venire in mente i titoli dei convegni di 30-40 anni fa...e anche la prosa mi pare un pò spocchiosa.

06 Ott 2012 | ore 09:27

Marchesi è vecchio e non simpatico
E allora? Soprattutto la prima caratteristica mi sembra un motivo in piu' per andarci, se si puo'.

06 Ott 2012 | ore 09:37

La prima edizione di Oltre il fornello è del 1986 se non sbaglio. Non sono i 30 anni che dici tu, ma sono comunque 26. Comunque, proponiti per i titoli, se sai fare di meglio. Marchesi ha dimostrato di saper coltivare i talenti, magari coltiva anche il tuo.

06 Ott 2012 | ore 13:26

eh ma che risposta piccata!,comunque un po' il talento concedimelo visto che ho azzeccato il carattere demode' del titolo,dai rilassati, non discuto Marchesi come chef, ci mancherebbe, però il mio giudizio sul ibro rimane tutto intero :).

07 Ott 2012 | ore 01:01

Un monumento della cucina italiana . Essendo vivente e pensante , come dice il direttore , un peccato Non poter far parte della serata . Peccato .

07 Ott 2012 | ore 14:25

anche Coco Chanel era vecchia e non simpatica, volendole trovare difetti ad ogni costo.

07 Ott 2012 | ore 16:44

Caro Bonilli,
Questa sera ero seduto accanto al Maestro Marchesi, al suo tavolo. Vorrei ringraziarla per la serata, una esperienza che porteró nel cuore per il resto della mia vita. Cercheró di essere a Roma per i prossimi incontri.
Saluti
Lucio Colizzi

09 Ott 2012 | ore 00:08

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

  • caterina migliocco - Bisogna aspettare ancora alcuni giorni per l'apertura ma la...
  • Paolo Parma - Le chiedo scusa, avevo mal interpretato un passaggio del...
  • gumbo chicken - In disaccordo rispetto a chi? Mi pare che nessuno...
  • PAOLO PARMA - Che in Italia ci siano prodotti e materie prime...
  • gumbo chicken - A me pare che una differenza fondamentale sia che...
  • Raffaele - Ma allora perchè rosica?...

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed