20
Nov 2012
ore 15:17

Enologica e Povero Diavolo, bighellonando in Romagna

< >

IMG_2256.JPG
Daniele Bendanti, cuoco dell'Osteria Bottega

Ero andato in Romagna per partecipare a Enologica, che si svolge a Faenza.
Dovevo presentare due ristoranti, il sabato La Fefa di Finale Emilia nel cuore del terremoto, il locale di Giovanna Guidetti e la domenica Osteria Bottega di Daniele Minarelli, uno dei mie ristoranti preferiti.
Giovanna, che ha da poco riaperto il ristorante, che affacciava sulle mura del Castello delle Rocche, ora tutto è crollato, ha una forza incredibile e anche se il suo albergo e la scuola di cucina sono lesionati e chiusi ha ripreso a cucinare e a viaggiare per mantenere viva l'attenzione sulle zone terremotate dell'Emilia e a Enologica ha presentato due piatti ma soprattutto ha raccontato di quanto sia difficile per tutti la ripresa.

Daniele Minarelli non è venuto, venerdì è morto suo padre, "il Vecchio" come lo chiamava lui con affetto quando ti presentava la salsiccia cruda - "Questa l'ha preparata il Vecchio, senti che roba" - diceva con gli occhi che brillavano.
Daniele non è venuto ma è venuta la sua squadra, Daniele Bendanti, il cuoco, e Angela, quella che dà ordine ai conti.
Enologica è una bella manifestazione,nessun gigantismo, con tanti piccoli produttori del territorio romagnolo e emiliano, molti cuochi più o meno famosi ma tutti bravi e molti addetti ai lavori e pubblico giovane.

IMG_0191.JPG

Dormire a Faenza mi sembrava troppo facile e poi perché perdermi il Povero Diavolo, e così la sera prendevamo il regionale fino a Santarcangelo dove Fausto Fratti ci veniva a prendere per salire a Torriana.

IMG_0195.jpg

Il Povero Diavolo è quell'omarino col tabarro nero appiccicato alla porta della cucina dove lavora Pier Giorgio Parini, il Povero Diavolo sono Fausto e Stefania, ma anche è la cena dei mille nuovi piatti ma anche la colazione del mattino.

IMG_0209.JPG
IMG_0212.JPG

I nuovi piatti di Parini, siano essi di verdure o la costolette di agnello, sono sempre belli e precisi nelle cotture e nella nettezza dei sapori ma ci sono anche i classici per chi ha la tradizione come sola bussola e allora ecco i passatelli e i cappelletti.

IMG_0221.JPG
IMG_0223.JPG

Dormire lì e svegliarsi con la nebbia è bello e tranquillizzante, ci torneremo a fine mese per la "maialata" giornata dedicata al maiale dalla sua lavorazione nelle molte salsicce, cotechini, zamponi, ciccioli, lombate, strutto ecc... fino alla cena, questa volta nel convento di Santa Croce di Villa Verucchio dove c'è il cipresso piantato da San Francesco nel 1213.
La Romagna, terra di piaceri e sapori, dove il turismo della costa non ha saputo seguire il mutare dei tempi ma dove la piadina e la tagliatella sono tradizione e dogma.

IMG_2250.jpg


Foto di S. Bonilli

commenti 2

Sarà perchè conosco quei posti, sarà che sai raccontarli così bene, sarà che sono settimane che non riuscivo più a seguire il blog, ma questo post è proprio bello!

20 Nov 2012 | ore 19:03

Cavolo! Ci siamo sfiorati. Anche a me Enologica è piaciuta molto: ce ne fosse una in ogni regione sarebbe molto comodo e bello.
Sono rimasto a dormire a faenza perché l'indomani dovevo rientrare. In compenso ho scoperto una pizzeria fantastica di cui mi aveva parlato Franco Pepe, 'O Fiore mio. Se ci ripassi facci una puntata, ne vale davvero la pena.

20 Nov 2012 | ore 21:26

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • Stefano Bonilli - Tranquilla Valentina, siamo ancora in fase di organizzazione....
  • Stefano Bonilli - La magistratura ha dato in gestione ogni locale a...
  • David - Beh, faccio presente che Pizza Ciro e tutti gli...
  • valentina - ehm.. non sono sicura che l'email inserita prima non...
  • valentina - Salve Stefano, desidererei avere maggiori informazioni a riguardo.. mi...
  • beppe - Il calcio come metafora della vita: la nazionale italiana...

ultimi post

07
Feb
Un bel romanzo di cuochi, piatti arcaici e provincia - Stelle Starlet e Adorabili Frattaglie è...
04
Feb
Benvenuti negli hotel di Roma di proprietà della camorra - Benvenuti negli hotel della camorra, in...
29
Gen
Voglio imparare a fare la sfoglia, riscoprire la manualità e divertirmi - Una scuola per insegnare a fare...
23
Gen
A Roma si va a pranzo dalla camorra - Siamo in Piazza della Maddalena, alle...
20
Gen
Una rosa bianca per il Maestro Abbado - Foto ANSAE' morto alle 8,30 del...
18
Gen
Prendere esempio da Ducasse? No, l'esempio sono i fratelli Roca - Avevano già le tre stelle Michelin...
16
Gen
Fool racconta l'Italia del cibo. Un po' come te l'aspetti, ma anche no - E' uscito Fool n. 4 dedicato...
14
Gen
La grande bellezza di Roma che piace agli stranieri e non agli italiani - La grande bellezza è un bel...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed