14
Gen 2013
ore 12:17

Quando Pierangelini, il Maestro Chung e le sorelle Lebéque...

< >


auditorium.jpg

L'Auditorium Parco della Musica festeggia i dieci anni di vita.
Il 21 dicembre 2002 il Maestro Myung-Whun-Chung diresse nella Sala Santa Cecilia, 2756 posti, il concerto inaugurale alla presenza del Presidente della Repubblica, Ciampi.
I lavori per la costruzione delle tre sale, per complessivi 7600 posti a sedere, su progetto dell'architetto Renzo Piano, erano iniziati nel settembre del 1995.

2676891214_f9fe428e8b.jpg

Il Gambero Rosso - che io dirigevo - nel biennio 2002/2003 è stato sponsor dell'Auditorium e questa partecipazione e vicinanza ha prodotto tanti momenti spettacolari e unici, e qui ve ne voglio raccontare alcuni.

Il primo riguarda il Mestro Chung e Luciano Berio, che era allora il Presidente e Sovraintendente dell'Accademia di Santa Cecilia.
Ricordo che vennero entrambi negli studi di Gambero Rosso Channel, alla Città del Gusto, nel febbraio del 2003, per registrare un'intervista molto a ruota libera, si parlò di musica, del nuovo Auditorium, di cucina e di vino.
Va subito detto che il Maestro Chung, figlio di ristoratori coreani, era un grande appassionato di cucina mentre Berio produceva vino e ne andava molto fiero.
E' stata una bella intervista, l'abbiamo fatta Fabio Rizzari e io, una vera rarità, perché avere Chung e Berio insieme, era quasi impossibile, ma quel giorno Berio, famoso per il carattere difficile, era rilassato e durante l'intervista continuò a fumare un sigaro - che io inutilmente gli chiedevo di spegnere - mentre Chung sorseggiava del vino. Dopo pochi mesi, il 27 maggio del 2003, Luciano Berio morì.

luciano-berio.jpg
Luciano Berio

La seconda storia è molto bella e quasi incredibile.
Della passione di Chung per la cucina ho detto ma la si sarebbe potuta immaginare come la passione di un gourmet privilegiato che gira il mondo per il suo lavoro di direttore d'orchestra e può permettersi di andare a mangiare nei migliori ristoranti e invece il Maestro Chung ama profondamente  cucinare e per questo chiese di poter visitare la cucina della Città del Gusto mentre Fulvio Pierangelini stava preparando la cena organizzata per l'Accademia di Santa Cecilia, con il nuovo Sovraintendente, Bruno Cagli.

889378-595x344.jpg

Pierangelini stava tagliando un carciofo, piccole listarelle, un tocco di olio e sale e Chung era lì pronto con la forchetta per assaggiare.
Subito dopo tolta la giacca e messo il grembiule anche Chung era alle prese con i carciofi.
Erano le 17 e da quel momento il Maestro Chung si mise al lavoro come uno della brigata di cucina di Pierangelini.
Alle 21 nella sala dell'ultimo piano dove si svolgeva la cena dell'Accademia di Santa Cecilia tutto era pronto, gli ospiti erano a tavola, solo un posto era vuoto, quello del Maestro Chung, che aveva continuato a lavorare in cucina fino all'uscita della prima portata.
Era nata un'amicizia con Pierangelini ed era chiaro che a Chung quella serata stava piacendo molto, tanto che, dopo avere momentaneamente occupato il posto a tavola, era tornato in cucina fino al termine della cena per uscire solo alla chiamata di Pierangelini e tutta la brigata per l'applauso finale.
Lui, vestito da cuoco e in mezzo a tutti i cuochi, con un sorriso di felicità, era uno spettacolo unico.
Peccato non ci fossero ancora gli iPhone, sarebbe stata una bella foto da guardare e invece vi dovete accontentare di questo racconto.

marielle_labeque_left_and_katia_lab.jpg
Katia e Marielle Lebéque

La terza storia riguarda l'Auditorium e un concerto organizzato dal Gambero Rosso per i produttori di vino, una serata veramente indimenticabile.
Il 25 ottobre del 2003, dopo la premiazione dei migliori produttori di vino con i Tre Bicchieri, fu organizzato nella Sala Sinopoli dell'Auditorium un concerto con due pianiste d'eccezione, Katia e Marielle Lebéque.
Le avevo conosciute quando nel 2002, grazie al nostro rapporto con l'Accademia di Santa Cecilia e l'Auditorium, erano venute a vedere la Città del Gusto e, all'ultimo piano, nel ristorante, avevano visto con piacere e un leggero stupore che c'era un pianoforte.
Tutte due avevano suonato alcune note per conoscere lo strumento, nulla a che vedere, ovviamente, con i pianoforti a coda ai quali le sorelle erano abituate.
Ci eravamo lasciati con la promessa di risentirci e così verso primavera dell'anno successivo contattammo il loro agente per vedere se era possibile organizzare un concerto.
L'occasione era la giornata dedicata alla presentazione della Guida dei Vini.
Trovammo la data libera nel loro carnet internazionale di concerti e si decise il programma: George Gershwin - Tre preludi per due pianoforti; Leonard Bernstein - West Side Story: danze sinfoniche e canzoni.
Avrebbero accompagnato le pianiste Julio Barreto e Colin Currie, due percussionisti.
L'idea era bella ma totalmente nuova per un mondo variegato come quello del vino.
La sera del concerto la Sala Sinopoli era piena, io facevo il presentatore, sul palco i due pianoforti a coda posti uno di fronte all'altro erano magnifici.
Katia e Marielle furono travolgenti, una serata incredibile, un ricordo molto bello.

Poi ci sono state anche le lezioni di musica & vino fatte dal maestro Giovanni Bietti, ma questa è un'altra storia.


commenti 8

Quando leggo questi tuoi racconti mi rammarico di non averti conosciuto prima. Credo di essermi perso tanto.

14 Gen 2013 | ore 14:09

In compenso io mangiavo pizze più cattive e non scendevo mai in Costiera :-))

14 Gen 2013 | ore 15:33

Quante storie interessanti e affascinanti ci sono nel passato del suo gambero rosso.
Quel mensile, prima all'interno del manifesto, poi come rivista e infine come televisione, ha segnato in positivo la ristorazione, la gastronomia e il mondo del vino ed è stato fondamentale come guida per noi lettori.
Ne parlo al passato perché dopo l'ottobre del 2008 è rimasto solo il marchio.

14 Gen 2013 | ore 17:17

Mi ricordo anche il bellissimo servizio, sull'allora GR Channel, del Maestro Chung e Pierangelini che cucinano (direi triglie, sfidando la memoria...). A proposito di altra televisione.

14 Gen 2013 | ore 17:20

Caro direttore, un'intervista così càpita una volta ogni 95 anni nella vita di un giornalista. Del che le sono grato in speciale misura. Sono rimasto in contatto con un tecnico che all'epoca lavorava per il canale: ha gentilmente ripescato la relativa registrazione (un cosiddetto "girato") dal suo archivio e l'ha caricata sul "tuo tubo". Il suddetto incontro con Berio è quindi ora visibile al seguente indirizzo:

http://youtu.be/7rSkbPkR3E0

Un saluto cordiale.

14 Gen 2013 | ore 18:14

Bonilli, lei dovrebbe scrivere un libro.

15 Gen 2013 | ore 12:44

... ora invece "lei è una schiappa"... "lei ha detto un cazzata"...

16 Gen 2013 | ore 08:40

è una vita che ti chiedo di scrivere un libro e fallo finalmente,tu hai il dovere di farlo.Nessuno ,come te, è miglior testimone della storia della cucina e del costume Italiano degli ultimi quarant'anni.ACCONTENTACI ,vedrai ti divertirai anche tu.

18 Gen 2013 | ore 22:47

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

  • devis assurance auto gratuit - Cette situation ne fort que moi Oegsameilleur assurance autouo,...
  • Poker - Hi my family member! I wish to say that...
  • Matteo M. D. - Le microspie possono installarle tranquillamente anche di giorno, è...
  • Stefano Bonilli - Io non uso mai la logica lombrosiana e quindi...
  • Ambrogio - Perdonate ma davvero credete a queste affermazioni? Non vi...
  • Stefano Bonilli - Sarebbe interessante capire come fanno polizia, carabinieri e guardia...

ultimi post

14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
26
Mar
San Carlo olet? - Non è uno spot pubblicitario ma...
25
Mar
Car sharing alla romana, quasi un'amatriciana - Dal 2008 io non possiedo un'automobile,...
21
Mar
Eataly Smeraldo, Milano vicino all'Europa - Sono stato a visitare Eataly Smeraldo...
Pici_1.jpg Pici con le briciole

Dopo tanto sud torniamo nell'Italia Centrale, in Toscana, per raccontare una bella ricetta semplice e popolare,...


ultime letture

IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


IMG_0522.jpg Gianni Brera, il grande padano

Ho ripreso in mano La pacciada, il...


Twitter
Friendfeed