12
Dic 2013
ore 16:17

Pranzi indimenticabili - Parte prima 1968-1992

< >

Ho pranzato o cenato in una serie di ristoranti che hanno fatto la storia della cucina italiana e internazionale.

1) Cantarelli - Samboseto 1968
2) San Domenico - Imola 1975
3) Marchesi - Milano 1980
4) L'Oasis - La Napoule 1980
5) Lucas Carton - Paris 1982
6) Michel Guérard - Eugénie-les-Bains 1983
7) L'Espérance - Saint-Père-sous-Vézelay 1983
8) Georges Blanc - Vonnas 1983
9) Jamin - Paris 1983
10) Alain Chapel - Mionnay 1987

11) Girardet - Crissier 1988
12) Da Guido - Costigliole d'Asti 1988
13) Gambero Rosso - San Vincenzo
14) Le Cirque - New York 1992
15) Daniel Boulud - New York 1992
16) Dal Pescatore - Canneto sull'Oglio 1992
17) Trigabolo - Argenta 1992
18) Vissani - Baschi 1992
19) Pinchiorri - Firenze 1992
20) Don Alfonso - Sant'Agata sui Due Golfi 1992


commenti 11

San Boseto indimenticabile sento il sapore ancora oggi a 40 anni circa di distanza.
San Domenico favoloso, il Pinchiorri non ci sono mai riuscita sempre tutto occupato. Ovviamente parliamo di tanti anni fa....
Bell'elenco una storia nella ristorazione.
Buona serata

12 Dic 2013 | ore 19:16

possibile che fino al 1992 non vi sia nessun posto in asia o cmq in quella parte di mondo ad est dell'italia? Considerando la sua esperienza e le cose che ha visto (che noi umani) la cosa mi incuriosisce... hanno raggiunto le alte vette solo negli ultimi 20 anni?

13 Dic 2013 | ore 09:41

Io nel 1968 avevo 11 anni e cominciavo le scuole medie. In campo culinario frequentavo la mensa della scuola (un SI&SL), la mia mamma (buona cucina e tre/quattro piatti imperdibili), la mia nonna (il nido ed una cucina da ricordo con in testa insalata russa e tajarin e fasö), la mia bisnonna ovvero il gusto potente del vecchio piemonte con sballo per il coniglio in casseruola con patate, la sfoglia tonda tirata a mano e tutti i suoi derivati al coltello, la salsa di cipolle, le grive ed i batsoà. Era ella una cuoca di casa e di tutte le case del circondario quando c'erano ricorrenze che un tempo mai si festeggiavano al ristorante. Morì nel '72 quando io avevo 15 anni, in tempo per instillarmi il tarlo della gola, l'amore per le mie tradizioni e la curiosità per l'oltre. Dagli anni 80 però sì: cominciai con qualche grande, con moderazione ma cominciai. Ora 15 di questi (assieme a tantissimi altri) costituiscono parte del mio bagaglio culinario/culturale in tema cibo. Sono loro riconoscente. Almeno quanto alle donne della mia vita compresa l'ultima, mia moglie, che, oltre ad essere insostituibile compagna ed ottima cuoca, rappresenta per me un punto di riferimento in ogni nostra esperienza gastromonica passata e, speriamo, a venire.

13 Dic 2013 | ore 10:18

cioe' negli ultimi 21 anni niente di notevole?

13 Dic 2013 | ore 10:58

....Parte prima...

13 Dic 2013 | ore 11:15

camillako: riporto il titolo
Pranzi indimenticabili - Parte prima 1968-1992

Dovrà aspettare la Parte seconda…….

13 Dic 2013 | ore 12:16

Prima parte.
Aspettiamo i venti ristoranti degli ultimi 20 anni.

Apprezzabile che Cernilli li abbia messi in ordine cronologico.

13 Dic 2013 | ore 12:16

Cernilli?

13 Dic 2013 | ore 12:43

Sintomatico di una visione quantitativa è il fatto che questa lista ha scatenato su FB commenti in cui si evidenziavano quanti di questi locali si era visitati, trascurando che i citati sono alcuni (gli indimenticabili) fra le migliaia dove S.Bo. ha mangiato.
.
Nessuno ha notato poi che l'unico ristorante senza anno è il Gambero Rosso? come dire "ogni pranzo è stato indimenticabile". E come dargli torto?

13 Dic 2013 | ore 12:54

Nei miei ricordi Girardet di quelli che conosco, su tutti, primi anni 90, unico neo, non accettava carte di credito. Di Cantarelli mi mancano le merende estemporanee e i suoi racconti, per non parlare dei piatti di Mirella.

13 Dic 2013 | ore 14:39

Gambero Rosso senza anno perché i pranzi memorabili sono stati molteplici ?

13 Dic 2013 | ore 22:39

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Risotto_barbera.jpg Risotto alla barbera

Il cielo è più grigio e la temperatura è calata, è tempo di piatti caldi e...


ultimi commenti

ultimi post

29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
14
Apr
Le vite degli altri, cioè di tutti noi, spiate anche al ristorante - Una scena tratta dal film "le vite...
12
Apr
Assunta Madre, un ristorante di pesce fresco e "cimici" - Assunta Madre, Il ristorante di attricette tv,...
09
Apr
Panino, dove hanno venduto una tonnellata di pane di Matera - Fatti 50 metri, forse meno, dall'ingresso...
02
Apr
Josean Alija, il Guggenheim di Bilbao, il ristorante Nerua e la sua storia - Se non siete mai stati da...
31
Mar
Bonci fa traffico... e anche pane e pizza - Gabriele Bonci è un bravo cuoco...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Ferricuoco.JPG Maria Antonietta Quaresima ovvero Marie-Antoine Careme detto Antonin

Poco tempo fa parlavo con un giovane...


Twitter
Friendfeed