03
Mar 2014
ore 10:17

La grande bellezza di Roma che abbiamo ereditato e stiamo distruggendo

< >

IMG_3474.JPG

Questa è una buca come ce ne sono a migliaia a Roma, in centro come in periferia, serve anche come buca per la spazzatura.
Quelli del comune di Roma non hanno visto il film di Sorrentino.
La buca era stata cintata ma siccome le auto non potevano passare hanno divelto la protezione così le auto passano e allargano la buca, anche se la zona è a traffico pedonale.

IMG_3472.JPG

Siamo nel cuore di Roma, a 200 metri da Campo dei Fiori, in una delle vie più frequentate dai turisti italiani e stranieri, davanti a un ristorante dove ogni giorno fanno la fila turisti giapponesi, americani, inglesi, tedeschi e italiani.
Un paio di metri più in là c'è stata per due mesi un'altra buca come questa, una settimana fa è stata ricoperta ma è tutto il manto stradale dissestato e malamente rabberciato e quindi subito se n'è aperta un'altra dove sono stati buttati elenchi telefonici non usati.
I signori operatori ecologici dell'Ama, l'azienda della nettezza urbana, passano e se ne fottono.
Stamattina sentendo la notizia dell'Oscar al film di Sorrentino ho pensato che La grande bellezza di Roma c'è ancora, incredibile, unica, ma c'è perché ce l'hanno lasciata in eredità.
Noi, però, la stiamo rapidamente distruggendo.

commenti 10

Hai frainteso. Gli elenchi telefonici non sono stati buttati nella buca, ma sistemati lì per fare spessore prima della successiva copertura della buca. Nel frattempo magari ci piove e la carta trasformata in poltiglia sosterrà i sampietrini.

03 Mar 2014 | ore 11:11

caro Direttore,
la leggo spesso e mi sembra un buon professionista a volte con lampi di genio di onestà e chiarezza mentale da lodare, ma, oggi non è il caso.
mi dispiace scriverle ma francamente queste lamentele continue su roma scritte di qua e di là (vedi GG) hanno , a me perlomeno, stufato.
ho capito che ci vive, ma se alla sua età ancora non si è reso conto che roma i romani e gli italiani non sanno curare il loro capitale culturalenogastronomico francamente lo trovo strano. vabbe' la nostalgia ma la realtà ogni tanto bisogna anche guardarla in faccia. è triste lo so (glielo dice uno che è andato via dall'italia)ma pensare troppo ad un passato che non c è più non è bell'esercizio di memoria come dovrebbe essere se tutto andasse per il verso giusto, ma diventa un rigirare il coltello in una ferita aperta con dolore continuo.
saluti

03 Mar 2014 | ore 12:44

Ma quali lamentele, sono notizie e vanno date e bisognerebbe commentarle e farsene carico come cittadini, al momento del voto prima di tutto.
Roma è una città bellissima e anche un patrimonio per l'Italia.
Mi sembra sciocco pensare che non ci sia nulla da fare anche perché, a proposito di patrimonio, Roma attira milioni di stranieri e se non la si vuole tenere con cura per motivi di civiltà e buona convivenza civile bisognerebbe farlo perché è una meta che attira, che si vende bene.
Solo gli stupidi leghisti possono volerne il fallimento.

03 Mar 2014 | ore 13:26

caro direttore
se non si è reso conto che le sue "notizie" sono oramai la normalità in un paese che, dato di oggi ha il debito pubblico oltre il 130% c'è poco da dire.
le stupidaggini leghiste sono uguali a quelle di chi pensa che solo perchè roma o altri siti a dire il vero il italia, dovrebbero attrarre turisti solo perchè c'è il nome. sono le persone a fare la differenza non più la targa sul veicolo.
se la macchina oramai è arrugginita poco importa se la targa è di roma, se si ha un auto d epoca la si deve curare e per questo se il proprietario non lo fa è lui che bisogna incolpare non chi lo dice.
resto dell idea che una notizia è "il rapporto di un fatto o un avvenimento", e purtroppo le sue su roma o l italia, ripeto purtroppo, non lo sono più, sono la normalità mi dispiace.
saluti

03 Mar 2014 | ore 14:03

Saranno le persone a fare la differenza ma se non hai la Cappella Sistina, il Pantheon, il Colosseo, i Fori Imperiali, piazza Navona, San Pietro, un centinaio di chiese ricche di statue e dipinti che segnano la storia dell'umanità ecc... ecc... la differenza te l'attacchi.

03 Mar 2014 | ore 14:35

"C'est le charme de L'Ialie" se non fosse così che Italia sarebbe.
Ai turisti piace così altrimenti quando tornano a casa che cosa raccontano ?
E' come quando per esempio noi andiamo a Marrakech e vediamo un motorino con su tre marocchini e un montone da portare al macello.
Ci ridiamo su, torniamo a casa e raccontiamo.
Siamo pittoreschi, siamo il sud dell'Europa e forse già il nordafrica.
E lasci stare il solito discorso ormai patetico che bisogna scegliere bene quando si vota perchè quella foto poteva essere stata fatta anche quando c'erano i DC, quando c'era Veltroni, Rutelli, Alemanno e infine Marino. I peggiori sindaci di Roma ? Primo Veltroni, secondo Alemanno, terzo Rutelli. Marino con buone possibilità di scavalcare tutti. Ai Democristiani vanno le attenuanti generiche perchè che erano forchettoni lo si sapeva da sempre. La delusione è stata quella che siamo stati quarant'anni ad aspettare che arrivassero i nostri ed ecco che oggi nel 2014 stiamo ancora a fotografare le buche.
Francone

03 Mar 2014 | ore 14:46

E che Tafazzi sia con noi, amen

03 Mar 2014 | ore 16:07

La settimana scorsa l'ho passata a Roma. Volevo girarla, conoscerla, come finora non avevo fatto mai:con calma.
Ho la fortuna di avere mia madre a Bracciano e dunque uscivo la mattina e tornavo a casa nel tardo pomeriggio.
Un museo al giorno, una persona sensibile che mi consigliava cosa visitare, cosa guardare e poi via a zonzo per le vie del centro.
Ho visto la mostra su Modigliani ed i suoi amici, quella sui marmi di Rodin, ho passato ore indimenticabili nel Chiostro del Bramante, Villa Medici e, su tutto questo, ho "scoperto" quell'autentico scrigno che è la Galleria Nazionale di Arte Moderna a Villa Borghese. Devo assolutamente tornarci, troppe sono le opere sulle quali sono passato di fretta, gli italiani degli anni '50 e '60....che spettacolo !!
.
Naturalmente son passato anche di fronte ai Palazzi del Potere di Camera e Senato, Palazzo Chigi. Li ho visti preventivamente blindati, come se sotto probabile futuro assedio. Distanti, freddi, nemici. Certo che la politica, tutta, deve farsi perdonare parecchie cose, se mai ci riuscirà.
.
Infine ho girato piazze, strade e vicoli. Tutte con una folla eterogenea e multilingue, che sotto il bel sole quasi primaverile vociavano tranquilli. Un mare di venditori ambulanti in maggioranza abusivi, Piazza Navona irriconoscibile e non godibile a causa loro. Le sole due linee della metro più o meno abbattuta ma sicuramente non al livello delle altre capitali europee del turismo.
.
Che dire, Roma mi è piaciuta più delle altre volte; certe carenze che noi ed una parte dei turisti forse potranno pure trovare folcloristiche, sarebbero da eliminare, da evitare. Anche perchè se tutto andasse bene non si capirebbe come mai ben altre capitali con ben minore tasso di presenza artistica ci sopravanzano in presenze turistiche, togliendoci PIL e valuta pregiata.
.
Ciao

03 Mar 2014 | ore 17:07

trattasi di buca fortunata, perchè trovasi esattamente davanti ad uno dei tempi gastronomici frequentati da illustre personalità, una sorta di pietra di inciampio, quella buca domani sarà già riparata

03 Mar 2014 | ore 22:32

articoli come il suo ce ne vorrebbero ogni giorno e su ogni quotidiano, blog, magazine ecc perche' questa incuria va denunciata e andrebbe anche perseguita, insieme a tutti i responsabili, amministratori o cittadini che siano.

05 Mar 2014 | ore 09:20

scrivi un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza posso cancellarlo. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un breve messaggio per avvisarmi, appena posso recupero tutto.

Pasta_sarde_1.jpg Pasta con le sarde

Eccola qui la pasta con le sarde, una di quelle ricette che tutti conoscono e nessuno...


ultimi commenti

  • alessio - Lungi da me fare polemica su un topic così...
  • Tristano - La gricia più buona non si mangia da Roscioli...
  • tiziana mosca - Che bello riconoscere un locale dove non si è...
  • Mitch - sono contento di aver trovato il Gambero Rozzo in...
  • Gabriele Rosso - Non è una questione di ricerche su google Annalisa,...
  • annalisa barbagli - Nella mia assoluta ignoranza su come funziona il web,...

ultimi post

03
Giu
La gricia di Nabil e il nuovo bancone - Il banco è nuovo e anche...
27
Mag
Colette e il caffelatte della portiera - Il caffelatte della portiera è semplice,...
23
Mag
I 10 migliori - Se leggo ancora il titolo "I...
19
Mag
Si scrive Crippa, si legge Ceretto - Sessantottotrenta, tenete presente questo numero, è...
12
Mag
Doctor Wine, I presume? - Un bel libro da leggere assolutamente...
29
Apr
Le formiche del Noma, i tortellini di Bottura, The50 Best e l'Italia che gufa - Renè RedzepiIn questo post si parlerà di...
28
Apr
Il gelato da F1 di Carapina è sbarcato a Roma - Carapina ha aperto la sua sede...
23
Apr
Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie - Con Gaetano Cappelli ci siamo visti...
Pollo_arrosto_erbe.jpg Pollo arrosto alle erbe aromatiche

In momenti di crisi il pollo è un'ancora di salvezza perché anche i polli buoni esistono...


ultime letture

9788862431552.jpg Colette e il caffelatte della portiera

Il caffelatte della portiera è semplice, si...


IMG_3446.jpg Cappelli, un romanziere che ama l'Aglianico, i paccheri e le frattaglie

Con Gaetano Cappelli ci siamo visti da...


IMG_2291.JPG Viaggiare in aereo con 200 romanzi, saggi e libri di cucina

Leggendo sul New York Times alcuni autorevoli pareri...


Twitter
Friendfeed